Seguici su

Sci Alpino

Perché non si è fatta la discesa di Zermatt-Cervinia: la causa e le possibilità per domani

Pubblicato

il

Una fitta nevicata caduta nella notte e prolungatasi anche nel corso della mattinata, unita al forte vento in quota, ha costretto gli organizzatori a cancellare la discesa libera maschile di Zermatt/Cervinia. Le avverse condizioni meteo hanno impedito il regolare svolgimento dell’evento sulla Gran Becca, dove era in programma l’Opening di velocità per la Coppa del Mondo 2023-2024 di sci alpino. Uno strano scherzo del destino visto che lo scorso anno non si gareggiò a causa dell’assenza di neve.

Il programma originario prevede una discesa libera per domenica 12 novembre (ore 11.30), ma le previsioni meteo della vigilia non sono delle più confortanti. È data praticamente per certa una nevicata, che dunque metterebbe seriamente a rischio la disputa della gara. Gli organizzatori proveranno a fare tutto il possibile per permettere che l’evento possa consumarsi, ma non sarà semplice gareggiare sul ghiacciaio al confine tra Italia e Svizzera.

PERCHÉ È STATA CANCELLATA LA DISCESA DI ZERMATT/CERVINIA

La discesa libera maschile in programma per sabato 11 novembre (ore 11.30) è stata cancellata a causa della fitta nevicata nella località alpina, unita al forte vento che imperversava in quota.

SI GAREGGIA DOMENICA 12 NOVEMBRE? LE PREVISIONI METEO

Il programma prevede una discesa libera per domenica 12 novembre (ore 11.30). Le previsioni meteo non sono delle migliori: è annunciata una fitta nevicata e c’è il concreto rischio che si debba cancellare anche l’evento di domani.

Foto: Lapresse