Seguici su

MotoGP

MotoGP, Maverick Vinales chiude in vetta i Test di Valencia, 3° Bezzecchi davanti a Marquez, 11° Bagnaia

Pubblicato

il

MAverick Vinales LiveMedia/Alessio Marini

Si chiude con Maverick Vinales davanti a tutti il 2023 della MotoGP. Il pilota del team Aprilia, infatti, ha chiuso con il miglior tempo i test di fine stagione riservati alla MotoGP sul tracciato di Valencia. Laddove domenica si è chiuso il Mondiale, oggi è calato il sipario sull’annata della classe regina con 7 ore di test che hanno assunto estrema importanza per molteplici motivi.

Il più veloce dei test sul circuito intitolato a Ricardo Tormo è stato Maverick Vinales (Aprilia) che ha completato 86 giri e ha fatto fermare i cronometri sull’1:29.253, con 28 millesimi di vantaggio sul sudafricano Brad Binder (Red Bull KTM) che ha chiuso il turno nella ghiaia, e 93 su Marco Bezzecchi (Ducati Mooney VR46). Quarto un positivo Marc Marquez all’esordio ufficiale con il team Ducati Gresini. Il Cabroncito ha totalizzato 49 giri, ha dispensato sorrisi convinti sin dal primo run, e ha chiuso a 171 millesimi dalla vetta.

Quinta posizione per lo spagnolo Raul Fernandez (Aprilia) a 263 millesimi (64 giri per lui), sesta per il suo connazionale Alex Marquez (Ducati Gresini) a 385, mentre conclude il test al settimo posto Fabio Di Giannantonio all’esordio con il team Ducati Mooney VR46. Il pilota romano ha messo a segno 60 tornate e si è fermato a 409 millesimi da Vinales, confermando il suo ottimo momento di forma.

Ottavo un soddisfatto Enea Bastianini (Ducati Factory) a 543 millesimi che prova a mettersi alle spalle un 2023 davvero sfortunato, nono l’australiano Jack Miller (Red Bull KTM) a 648 (con 62 tornate completate), quindi è decimo Luca Marini (Honda Repsol) a 703. Il nativo di Urbino si è dimostrato subito a proprio agio con la moto giapponese ed è risultato autore di una bella progressione nei suoi 72 giri completati.

Si ferma in 11a posizione, invece, il due-volte campione del mondo Francesco Bagnaia (Ducati Factory) al termine di una sessione nella quale non ha forzato, ha completato 51 giri e ha concluso a 717 millesimi dalla vetta. 13a posizione, invece, per Fabio Quartararo (Yamaha) a 769 millesimi, mentre è 15° Jorge Martin (Ducati Pramac) a 899. Per “Martinator” un test con pochi pensieri al cronometro e due scivolate che hanno rallentato il suo lavoro.

Alle sue spalle il suo nuovo compagno di team Franco Morbidelli (Ducati Pramac) 16° a 953, con Johann Zarco (Honda LCR) 17° a 1.030. Esordio brillante anche per il “rookie maravilla” Pedro Acosta (Gas Gas Tech3) che completa 70 giri e chiude 18° a 1.223 dalla vetta. Prima volta anche per Alex Rins con la Yamaha con un 19° crono a 1.311, quindi non forza per i problemi fisici Aleix Espargarò (Aprilia) che chiude appena 17 giri ed è 22° e penultimo a 3.059, infine chiude il gruppo Lorenzo Savadori (collaudatore Aprilia) a 3.431.

Foto: LiveMedia/Alessio Marini