Seguici su

MotoGP

MotoGP, Francesco Bagnaia: “Abbiamo sbagliato la gomma posteriore, è stata un’occasione persa”

Pubblicato

il

Francesco Bagnaia

Sabato agrodolce per Francesco Bagnaia, che ha reagito alla grande in mattinata superando il Q1 e centrando una fondamentale seconda posizione in qualifica, per poi archiviare un opaco quinto posto nella Sprint di Valencia. Il torinese della Ducati Factory ha visto scendere il suo vantaggio da 21 a 14 punti in classifica generale su Jorge Martin, trionfatore nella mini-gara del sabato valevole per il GP della Comunità Valenciana 2023, ultimo round stagionale del Mondiale MotoGP.

Abbiamo sbagliato la gomma dietro, purtroppo. Stamattina mi trovavo molto bene ma le condizioni sono un po’ cambiate, il passo che avevo la mattina non sono riuscito a tenerlo in gara. È stato un peccato perché mi aspettavo di più ed è stata un po’ un’occasione persa per avere un gap sostanzioso nella gara lunga. Vedremo domani, sappiamo quanto siamo forti e qual è il nostro potenziale nelle gare lunghe, e verrà fuori anche domani“, dichiara Pecco ai microfoni di Sky Sport.

Sui motivi che hanno portato alla decisione sugli pneumatici:Al mattino la prima idea era dura-soft, poi abbiamo fatto media-media, è stata sicuramente una scelta difficile. Le condizioni sono cambiate durante il giorno e anche durante la gara, la temperatura è scesa. Penso che la media davanti fosse la scelta giusta, pur non facendomi impazzire, mentre per il dietro, vedendo anche gli altri e da come sono stato sorpassato da Martin, la scelta migliore sarebbe stata la soft. Ma col senno di poi è sempre più facile. Ripeto, abbiamo scelto la media solo perché la mattina eravamo andati forte, ma non era la scelta giusta“.

MotoGP, Bagnaia vince il Mondiale se…Combinazioni e come deve piazzarsi a Valencia

Sull’andamento della Sprint:Sono partito con l’idea di vincere, in curva 2 Viñales ha fatto un bel sorpasso ma a me mancava la stessa accelerazione della mattina. Devo vedere i dati, ma non mi sono trovato bene, l’incrocio con Martin mi ha fatto capire che sarebbe stata una gara difficile. Teoricamente, pur accelerando meglio di lui ho comunque perso tre posizioni“.

Sulle sue difficoltà ormai croniche nelle Sprint Race rispetto alle gare lunghe: “Per un motivo o per un altro nelle Sprint non ho mai lo stesso grip che ho nelle altre situazioni. È strano, nelle ultime tre gare prima di questa sono sempre successe cose strane. Ma alla fine l’importante era non perdere troppo. Se Martin avesse vinto, la strategia era comunque di finire nei primi cinque. Domani lo stesso risultato può valere il titolo. Abbiamo il passo per il podio e sarà fondamentale partire bene“.

Sulle prospettive in vista del GP, anche per quanto riguarda la scelta delle gomme:È molto strano il feeling con le gomme davanti in questo weekend. La dura fa più front lock della morbida, e di solito non è così. Stamattina con la soft mi sono trovato benissimo ma per 27 giri non è fattibile, mentre invece la dura può essere buona opzione, anche se domani dovrebbe far più freddo. Noi comunque marcheremo il nostro avversario“.

Domani a Bagnaia basterà un nuovo quinto posto in gara per neutralizzare una eventuale vittoria di Martin e laurearsi Campione del Mondo per il secondo anno di seguito.

Credit: MotoGP.com Press