Seguici su

Pallavolo

Volley, Daniele Lavia: “Dobbiamo vincerle tutte, c’è stanchezza e non esprimiamo al massimo”

Pubblicato

il

Lavia

Giornata di vigilia per l’Italia al torneo di qualificazione alle Olimpiadi di Parigi 2024. La nostra Nazionale di volley maschile, che ieri pomeriggio è stata sconfitta dalla Germania, occupa attualmente il secondo posto in classifica generale insieme a Cuba (3 vittorie, 9 punti) e si trova all’inseguimento dei tedeschi (4 successi, 12 punti). Ricordiamo che la kermesse mette in palio due biglietti per i Giochi, gli azzurri si giocheranno il tutto per tutto contro Iran, Cuba e Brasile (all’inseguimento con 3 vittorie e 7 punti). Gli azzurri torneranno in campo venerdì 6 ottobre (ore 18.30) per sfidare i persiani.

Daniele Lavia ha analizzato la situazione attraverso i canali federali: “Dispiace per aver subìto la prima sconfitta in questo torneo così importante; d’altronde conoscevamo il valore dei nostri avversari e soprattutto eravamo consapevoli del loro momento di forma, stanno giocando davvero una buona pallavolo, ma non dobbiamo scoraggiarci perché siamo ancora in corsa per l’obiettivo finale. Ora ci attendono le ultime tre partite e siamo consapevoli che non abbiamo molta scelta, dobbiamo vincerle tutte, ma onestamente da questo punto di vista le cose non sono cambiate molto nel senso che abbiamo sempre giocato con l’obiettivo di vincere e basta. In generale c’è un po’ di stanchezza da parte nostra ma questo non può e non deve rappresentare un alibi, i Giochi Olimpici sono un obiettivo davvero troppo importante; ci giocheremo tutto e metteremo l’anima, il cuore e tutto ciò che abbiamo in questi tre match”.

Lo schiacciatore azzurro ha poi proseguito:L’impegno da parte nostra è massimo, in ogni gara stiamo davvero mettendo tutti noi stessi, ma a volte capita di non riuscirci come successo con la Germania. Guardandoci indietro e analizzando le partie fino a ora giocate, devo ammettere che non ci stiamo esprimendo al massimo delle nostre possibilità, il nostro livello di gioco non è al top e arrivati a questo punto faremo di tutto per tornare ai nostri soliti livelli in queste ultime tre partite che ci sono rimaste”.

L’attaccante ha poi concluso: “Per me essere qui è un sogno diventato realtà, ricordo ancora che guardai in televisione la finale olimpica contro il Brasile, quindi giocare contro di loro in quell’impianto che è uno dei più famosi al mondo è qualcosa di speciale e che non dimenticherò mai; certo dovremo fare di tutto per far sì che quella partita non sia inutile, dovremo affrontare le ultime tre partite come se fossero quarti di finale, semifinale e finale, questa è l’unica ricetta per dare davvero tutto e chiudere al meglio questa stagione così lunga. Da parte mia voglio e devo fare meglio per raggiungere il nostro obiettivo”.

Foto: LiveMedia/Domenico Cippitelli