Seguici su

Pallavolo

Pagelle Italia-Cuba 1-3 volley: male Romanò e Galassi, fatica Michieletto, non bastano Bovolenta e Lavia

Pubblicato

il

Giannelli

PAGELLE ITALIA-CUBA 1-3 VOLLEY

Simone Giannelli, 6: non ha particolari colpe. I suoi attaccanti hanno le polveri bagnate, ad eccezione di Lavia. Con i centrali sta facendo davvero fatica a trovare la giusta amalgama. Insolitamente è falloso anche in battuta. Tuttavia non perde mai la rotta, la qualità del palleggio è alta per larghi tratti, ma non basta.

Yuri Romanò, 4: incassa diverse stampata dolorose. Viene sostituito nel primo set, rientra nel secondo, ma la musica non cambia, dunque la sua partita finisce lì. Ancora una volta è emerso il problema di come l’Italia non abbia due opposti di livello internazionale. Quando Romanò non è in serata, bisogna ricorrere a Bovolenta, che potenzialmente potrà diventare uno dei migliori al mondo nel ruolo, tuttavia al momento è un ragazzo di 19 anni senza esperienza in Superlega.

Alessandro Bovolenta, 7,5: entra e, con l’incoscienza della gioventù, cambia volto alla partita. Attacca quasi con il 50%, mette a segno 11 punti, con 2 muri. Rimarrà il rimpianto per quel set-point non concretizzato nel terzo set: la sua parallela è uscita di centimetri. Questo ragazzo è destinato a diventare l’opposto titolare della Nazionale nei prossimi anni, magari verso Los Angeles 2028.

Daniele Lavia, 7: l’unico terminale offensivo azzurro che produce punti con continuità. Nei primi due set è incontenibile, poi perde progressivamente brillantezza, fino ad uscire nelle battute finali del quarto parziale a causa di un crampo alla coscia destra. Mette a referto 19 punti.

Alessandro Michieletto, 5,5: purtroppo quest’anno il Michieletto del 2021 e del 2022 non si è quasi mai visto. In ricezione fa il suo dovere, ma in attacco da troppo tempo fatica a trovare continuità, tanto in fase di cambio palla quanto soprattutto in rigiocata.

Gianluca Galassi, 5: non è il suo Preolimpico. In attacco viene quasi sempre letto dal muro cubano, in battuta attraversa una crisi preoccupante ed i 2 muri realizzati non salvano una prestazione ben al di sotto delle attese.

Leandro Mosca, 4,5: impalpabile, viene sostituito nel secondo set.

Giovanni Sanguinetti, 6: più vivace di Mosca, realizza 7 punti, con un ace. Tra i pochi a salvarsi questa sera.

Fabio Balaso, 6: solido in ricezione, in difesa fa il suo, senza i miracoli a cui ci ha abituato.

Foto: FIVB