Seguici su

Pallavolo

Volley, Ngapeth giocherà contro l’Italia? Tra problemi fisici reali e possibile jolly a sorpresa

Pubblicato

il

Earvin Ngapeth

Earvin Ngapeth sta recuperando da un lungo e problematico infortunio al ginocchio. Dopo quattro mesi lontano dal campo, il formidabile schiacciatore ha toccato la palla soltanto il 6 agosto e poi ha preso parte con il contagocce nella fase a gironi degli Europei 2023 di volley maschile: un turno  binattuta da subentrato nel terzo set del match contro il Portogallo, poi ha messo a segno 6 punti contro Israele (entrando sempre dalla panchina nel corso dei tre set) e ha giocato da titolare i primi due set contro la Romania (3 punti).

Nella fase a eliminazione diretta è entrato per un paio di turni in battuta nei primi due set dell’ottavo di finale contro la Bulgaria (1 punto al servizio) ed è stato usato sempre al servizio dalla panchina nel quarto di finale contro la Romania. Earvin Ngapeth non è chiaramente nelle migliori condizioni fisiche, come ha evidenziato anche il CT Andrea Giani: “Quando un giocatore sta fuori così a lungo, ha bisogno di tempo per tornare al meglio. Ha ricominciato a toccare la palla il 6 agosto, quattro settimane fa, il che non è molto a questo livello. Non è pronto per giocare ed essere l’Earvin che tutti conoscono (…) Sta lavorando duramente, ma in questo torneo non ha il tempo necessario per essere pronto-. Dopo la partita contro la Romania abbiamo parlato molto e anche lui aveva bisogno di capire. Eravamo sulla stessa lunghezza d’onda, ci capiamo molto bene”.

Il ribattezzato Giangio ha elogiato il martello: “Non siamo disperati per questa situazione, né lo è lui, è una realtà logica e oggettiva. Anche fuori dal campo è ancora importante, ma in un ruolo diverso: illumina la squadra, dà energia ai compagni, li aiuta“. Earvin Ngapeth non giocherà dunque contro l’Italia, almeno da titolare. Salvo clamorosi colpi di scena dell’ultimo minuto. Potrebbe però rivelarsi un jolly in certe situazioni, subentrando in alcuni frangenti per dire la sua dall’alto di un talento immenso. I titolari di banda sono Yacine Louati e Timothée Carle, con le opzioni Kevin Tillie e Trevor Clevenot a disposizione di Andrea Giani.

Foto: Lapresse