Seguici su

Senza categoria

Golf, Dustin Johnson: “Se non mi fossi unito alla LIV e avessi fatto meglio i Major quest’anno sarei stato in Ryder Cup”

Pubblicato

il

Dustin Johnson

Per Dustin Johnson, l’assenza dalla Ryder Cup 2023 ha un nome e un significato: LIV Golf. La sua scelta di passare con la Superlega araba, che peraltro da poco ha fatto “pace” col PGA Tour, si è comunque ritorta contro di lui in termini di chance di entrare nel team USA che vedremo al Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia Montecelio (Roma).

Arrivano dall’ANSA in chiave italiana alcune parole rilasciate nel corso dei giorni dal due volte vincitore Major: “Sì, è vero, quest’anno non ho giocato al meglio. Ma se non avessi scelto di passare in Superlega araba, restando quindi sul PGA Tour, avrei fatto certamente parte del team Usa alla Ryder Cup“.

Golf: Ludvig Aberg s’invola in testa a Wentworth, Fleetwood e Syme a due colpi al BMW PGA Championship 2023

Comunque, il rendimento dell’ex numero 1 del mondo non è stato buono nei quattro tornei maggiori: “Penso sicuramente che avrei potuto aiutare la squadra, probabilmente avrei dovuto fare meglio durante i Major di quest’anno, ma è andata così“.

Nel 2021 Dustin Johnson, a Whistling Straits, aveva semplicemente dominato: cinque volte in scena, cinque volte vincitore. Come Francesco Molinari aveva già fatto nel 2018. E resta da scoprire se qualcuno saprà fare lo stesso nella Città Eterna.

Foto: LaPresse