Seguici su

Calcio

Calcio, l’Italia lotta ma non basta in Nations League: vince la Svezia grazie al goal di Kaneryd

Pubblicato

il

Italia calcio femminile

Niente da fare per l’Italia nella seconda giornata della fase a gironi della Nations League femminile 2023/2024. Allo stadio Teofilo Patini di Castel di Sangro (comune in provincia dell’Aquila, Italia), le azzurre disputano una buona partita, ma si arrendono alla Svezia per 1-0, non riuscendo dunque a prendersi una rivincita contro la squadra nordeuropea in seguito alla brutta sconfitta subita (5-0) quest’estate ai Mondiali. Decisivo il goal di Johanna Rytting Kaneryd al 14′, dopo una disattenzione della difesa italiana. Grazie a questo successo la Svezia sale a quota 3 punti nel gruppo 4 e aggancia proprio le ragazze di Andrea Soncin e la Spagna (che ha però finora giocato una partita in meno) in testa alla classifica.

LA CRONACA DELLA PARTITA

Per questo match Soncin sceglie di iniziare con la stessa formazione che aveva battuto la Svizzera venerdì scorso nella prima giornata, con l’unica differenza di Bergamaschi al posto di Bartoli. Dall’altra parte, invece, Gerhardsson risponde con un 4-3-3 con il trio d’attacco formato da Hurtig-Blackstenius-Rytting Kaneryd.

Dopo un inizio di studio, la Svezia riesce a rendersi pericolosa al 12′ con un colpo di testa di Blackstenius che finisce alto sopra la traversa. Passano due minuti, ed ecco il goal delle nordeuropee: la difesa azzurra non è perfetta e Rytting Kaneryd ne approfitta per superare Giuliani. Dopo un attimo di confusione, le ragazze di Soncin provano a rialzarsi e vanno vicine al pareggio al 24′, quando Giacinti non riesce per poco a convertire in goal un bel cross di Galli. Nei successivi minuti del primo tempo non succede più molto e si arriva così all’intervallo con la Svezia in vantaggio di un goal.

Al rientro dagli spogliatoi continua l’equilibrio in campo, e la prima occasione degna di nota arriva soltanto dopo 15′ con un tiro di Kaneryd che viene parato da Giuliani. Poco dopo è l’Italia che si fa vedere, prima con Cantore, che si rende pericolosa con una conclusione da dentro l’area, e poi con Di Guglielmo, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo colpisce un palo clamoroso con un tiro di prima dal limite dell’area. L’Italia continua poi ad attaccare anche con le nuove entrate Dragoni, Girelli e Beccari e va nuovamente vicina al pareggio con un colpo di testa di Girelli all’87’. Nei minuti finali le ragazze di Soncin alzano ulteriormente il baricentro per avere più possibilità di segnare, ma il goal non arriva, a differenza del triplice fischio che decreta la fine della partita sul risultato di 1-0 per la Svezia. 

Foto: LaPresse