Seguici su

MotoGP

MotoGP, Franco Morbidelli approda in Ducati? Affare quasi fatto. Pramac o MooneyVR46 nel futuro di Frankie

Pubblicato

il

Nella giornata di domenica 20 agosto è stata ufficializzata la separazione tra Johann Zarco e il Team Pramac. Il francese lascerà Ducati dopo quattro anni, di cui tre trascorsi nella struttura attuale. Il veterano transalpino si trasferirà alla Honda, che gli ha concesso quel contratto biennale al quale lui ambiva e che la Casa di Borgo Panigale non aveva interesse a proporre.

L’addio di Zarco libera automaticamente l’ambitissima sella di una Desmosedici ufficiale. Tutto lascerebbe presupporre che essa venga affidata a Marco Bezzecchi, ma la migrazione del ventiquattrenne riminese da Mooney VR46 a Pramac non è così scontata. La struttura diretta da Alessio Salucci sta lavorando per trattenere la propria punta di diamante, che potrebbe scegliere di restare dov’è, accontentandosi di una GP23 evoluta pur di rimanere in un ambiente “familiare”.

Se così fosse, Pramac dovrebbe trovare un sostituto diverso da quello “designato” da Ducati. Nel qual caso, il nome più caldo è diventato quello di Franco Morbidelli, “prescelto naturale” per soppiantare Bezzecchi nel Team Mooney, ma a questo punto divenuto anche prima alternativa a Zarco. Al riguardo Paolo Campinoti, CEO Pramac, non ha voluto chiudere alcuna porta. “Non abbiamo ancora deciso il sostituto di Johann perché sarà una scelta difficile. Nel caso fosse Franco Morbidelli, sarebbe una bella scommessa. Potrebbe essere un percorso molto interessante” ha detto ai microfoni di SkySport, facendo poi una battuta “Vi avrei voluto dire Iannone, però non lo posso dire. Mi hanno detto di non dirlo!”.

MotoGP, Valentino Rossi vuole Bezzecchi: “Spingerò che resti: con noi può vincere”

Scherzi a parte, lo Iannone citato da Campinoti è fermo da quattro anni. La sua competitività in MotoGP sarebbe tutta da verificare. Per Tony Arbolino, che alcuni vorrebbero vedere salire in top class, cominciare direttamente con una Ducati ufficiale rappresenterebbe una responsabilità enorme, sorprattutto per un rookie in una categoria dai valori così livellati.

Scommessa per scommessa, allora quella di Franco Morbidelli avrebbe sicuramente senso. Il romano gode del giusto mix fra età ed esperienza per poter essere considerato un’opzione interessante anche da Pramac, soprattutto nel contesto di un mercato con tante selle bloccate. Peraltro, checché ne dicano i suoi detrattori, Frankie quest’anno non sta sfigurando nel confronto diretto con Fabio Quartararo.

Dunque, tutto lascia presupporre che Morbidelli possa approdare in Ducati. Se nel porto di Pramac o in quello di MooneyVR46 dipenderà da Bezzecchi. Dove NON andrà il Bez, dovrebbe ormeggiarsi il vice-campione del mondo 2020, per il quale si genererebbe un’opportunità, verosimilmente l’ultima, di tornare a brillare in MotoGP.

Foto: Valerio Origo