Seguici su

Judo

Judo, Assunta Scutto si conferma sul podio al Masters di Budapest ed è la nuova n.1 al mondo nei -48 kg!

Pubblicato

il

Assunta Scutto

Assunta Scutto continua a bruciare le tappe e raggiunge un nuovo traguardo di grande prestigio, balzando al comando del ranking mondiale (che verrà ufficializzato lunedì prossimo) nella categoria fino a 48 kg. Un risultato straordinario per la ventunenne judoka napoletana, messo in ghiaccio proprio quest’oggi grazie ad un significativo terzo posto al Masters di Budapest 2023.

La campana classe 2002 si conferma dunque sul podio per la seconda edizione di fila del Torneo dei Grandi Maestri, dopo aver centrato la top3 anche lo scorso dicembre a Gerusalemme. Susy, prima testa di serie del tabellone magiaro, ha cominciato il suo percorso con una buona vittoria per somma di sanzioni sulla cinese Guo Zongying, pagando dazio però ai quarti con la mongola Baasankhuu Bavuudorj (waza-ari dopo 53″ di Golden Score). Costretta ad affrontare i recuperi, Scutto è salita di colpi dominando la portoghese Catarina Costa (due waza-ari) e la serba Milica Nikolic (waza-ari) per assicurarsi la terza piazza e la leadership nella World Ranking List.

Due vittorie sudate e di grande spessore nei -57 kg nonostante una condizione fisica lontana dal top per Veronica Toniolo, capace di eliminare la cinese Cai Qi (waza-ari al Golden Score) e soprattutto la testa di serie georgiana Eteri Liparteliani (somma di sanzioni al Golden Score, rimontando un waza-ari di svantaggio), prima di concludere il torneo al settimo posto dopo i ko con la giapponese Haruka Funakubo e la stella ucraina Daria Bilodid. Primo vero passo falso dell’anno invece nei -52 kg per Odette Giuffrida, sorpresa agli ottavi dal waza-ari della cinese Yeqing Zhu dopo essersi imposta al debutto sulla canadese Kelly Deguchi per somma di sanzioni.

Judo, sorteggiati i tabelloni del Masters Budapest 2023: Italia molto ambiziosa con uno sguardo verso Parigi

Prestazione molto incoraggiante e doppio settimo posto azzurro nei -66 kg per Elios Manzi e Matteo Piras, che incassano così 468 punti a testa nel ranking mondiale e olimpico. Il siciliano ha battuto l’azero Yashar Najafov e lo spagnolo David Garcia Torne, per poi cedere al moldavo n.1 al mondo Denis Vieru e al mongolo Erkhembayar Battogtokh. Il 29enne piemontese ha invece regolato l’israeliano Tal Flicker ed il francese Walide Khyar, perdendo successivamente con il fortissimo sud coreano Baul An e con Narmandakh Bayanmunkh (Emirati Arabi Uniti).

Niente impresa nei -60 kg da parte di Angelo Pantano, penalizzato da un pessimo sorteggio e sconfitto per ippon al primo turno dal plurimedagliato giapponese Ryuju Nagayama. Out al primo turno in campo femminile Francesca Milani (con la kazaka Galiya Tynbayeva) nei -48 kg, oltre alle giovani debuttanti Giulia Carnà (contro l’azera Gultaj Mammadaliyeva) nei -52 kg e Thauany David Capanni Dias (sconfitta come al Mondiale dalla campionessa olimpica in carica Nora Gjakova) nei -57 kg.

Di seguito il riepilogo dei podi della prima giornata del Masters Budapest 2023 di judo:

-48 kg F
1 Koga (Jpn)
2 Laborde (Usa)
3 Scutto (Ita) e Bavuudorj (Mgl)

-52 kg F
1 Buchard (Fra)
2 Krasniqi (Kos)
3 Primo (Isr) e Keldiyorova (Uzb)

-57 kg F
1 Klimkait (Can)
2 Cysique (Fra)
3 Funakubo (Jpn) e Bilodid (Ukr)

-60 kg M
1 Nagayama (Jpn)
2 Enkhtaivan (Mgl)
3 Takato (Jpn) e Kim Won Jin (Kor)

-66 kg M
1 Tanaka (Jpn)
2 Vieru (Mda)
3 An Baul (Kor) e Bayanmunkh (Uae)

Foto: IJF