Seguici su

Basket

Basket, Edoardo Casalone: “Nel terzo quarto sbagliati troppi tiri, dal parziale alla fine prendo tutto”

Pubblicato

il

Edoardo Casalone

In conferenza stampa, dopo la sconfitta dell’Italia contro la Repubblica Dominicana, non si è presentato Gianmarco Pozzecco. Al posto del coach azzurro ha parlato il suo vice, Edoardo Casalone, che tale è fin dai tempi di Sassari e che, stavolta senza successo, gli è succeduto sul ponte di comando azzurro.

Queste le parole alla stampa internazionale: “Abbiamo giocato bene all’inizio, poi loro sono rientrati perché è ovvio che quando giochi contro una buona squadra può capitare, a un Mondiale. Nel terzo quarto abbiamo sbagliato troppi tiri, loro ne hanno creati di buoni. Abbiamo solo tirato piedi per terra. 24% da tre. Capita. Alla fine abbiamo tentato di vincerla, siamo rientrati, ora pensiamo alla prossima partita“.

Basket, Italia-Repubblica Dominicana 82-87: gli azzurri si svegliano tardi, Mondiale in salita

Passando alle domande rivolte in italiano: “Di buono prendo tutto da quel parziale alla fine. Quando giochi una partita come questa, dove hai provato a contenere il più possibile un giocatore forte gli altri hanno aperto un po’ il campo, e lì diventa complicato perché giochi contro una squadra che tira con il 41% da tre. Su una partita che si complica con questa reazione, arrivare di nuovo a giocarla, perché sull’ultimo raddoppio siamo lì per vincerla, come dice Gianmarco quando parla con voi, fa capire che questi ragazzi ci tengono ed è lampante, l’hanno dimostrato ancora una volta in una partita come questa“.

Sulla zona nel finale: “Alla fine tatticamente la zona ci ha portato qualcosa, ma la verità è che la reazione non deriva solo da un’idea tattica, ma dal fatto che i ragazzi ci tengono a vincere e quindi fanno un passo in più e resistono a un contatto in più. Ha portato qualcosa, ma al di là dei tatticismi quando giochi una partita, se loro tirano con queste percentuali fai fatica. Abbiamo perso un po’ di flusso in attacco. Nel finale abbiamo messo qualche canestro, quell’energia poi te la ritrovi. Adesso pensiamo alle Filippine per passare il turno“.

Credit: Ciamillo