Seguici su

Senza categoria

ATP Cincinnati 2023, troppo Fritz per Lorenzo Sonego: lo statunitense vince in due set e vola agli ottavi

Pubblicato

il

Lorenzo Sonego

Niente da fare per Lorenzo Sonego al secondo turno del Masters 1000 di Cincinnati. Sul cemento statunitense, il torinese classe 1995 (n.39 al mondo) lotta contro l’americano Taylor Fritz (n.9 del seeding), ma è costretto ad arrendersi per 6-4 7-6(1) dopo un’ora e 44 minuti di gioco. Agli ottavi di finale lo statunitense sfiderà il serbo Dusan Lajovic, uscito clamorosamente vincitore dalla sfida contro l’italiano Jannik Sinner.

Pronti, via e ci sono subito moltissime difficoltà al servizio per entrambi i tennisti. Ad uscirne meglio è Fritz, che con tre break (contro le due di Sonego) nei suoi primi quattro game in risposta sale sul 4-3, prima di portarsi sul 5-3 grazie a un buon turno di servizio. Sonego prova a mettere pressione al suo avversario con il 4-5, ma nel decimo game Fritz non trema e si aggiudica il primo parziale per 6-4.

Nel secondo set c’è sicuramente più stabilità: sia l’italiano che lo statunitense riescono a essere finalmente incisivi con il servizio e si arriva velocemente sul 5-4 in favore di Sonego. A questo punto Fritz va dunque a servire per restare nel secondo parziale e, dopo qualche piccola difficoltà (il nostro portacolori è andato a due punti dalla vittoria del set in due occasioni), riesce a trovare il 5-5 senza dover annullare palle break. Nell’undicesimo gioco Sonego ha un calo di attenzione e vede il suo avversario salire sullo 0-40. L’azzurro però non si arrende e con una grandissima rimonta si prende il 6-5, mettendo nuovamente pressione al suo avversario, che è ancora costretto ad andare a battere per restare nel set. Anche in questo caso però, lo statunitense non prende paura e tiene il turno di servizio, trascinando il parziale al tie-break. Qui la testa di serie numero 9 mostra maggiore qualità e vola rapidamente sul 5-0. Per Sonego è il colpo del definitivo ko: Fritz tiene alto il ritmo e chiude la partita con il 7-1. 

STATISTICHE – A fine match sono 3/7 le palle break convertite da Fritz contro le 2/3 trasformate da Sonego. Lo statunitense termina la sfida con migliori percentuali per quanto riguarda sia i punti vinti con la prima di servizio in campo (79% contro il 70% dell’italiano) sia, soprattutto, con la seconda (53% contro il 32% del nostro portacolori).

Foto: LaPresse