Seguici su

Senza categoria

Atletica, Samuele Ceccarelli scatenato per metà gara, poi va in apnea: eliminato sui 100 ai Mondiali, batteria durissima

Pubblicato

il

Samuele Ceccarelli

Samuele Ceccarelli ha cercato una difficilissima qualificazione alle semifinali dei 100 metri ai Mondiali 2023 di atletica leggera. Il velocista toscano era stato inserito in una batteria estremamente difficile, dove figuravano il kenyano Ferdinand Omanyala (numero 1 del ranking di World Athletics e autore di un 9.84 in stagione) e lo statunitense Noah Lyles (Campione del Mondo dei 200 metri). I primi due posti erano inarrivabili e l’azzurro ha cercato di agguantare la terza piazza per meritarsi il passaggio del turno, ma purtroppo ha chiuso in quarta posizione e il tempo di 10.26 (0,6 m/s di vento contrario) non gli ha permesso di sperare di meritarsi uno dei quattro ripescaggi.

Samuele Ceccarelli è uscito davvero molto bene dai blocchi di partenza, accanto a Ferdinand Omanyala, e nella prima metà di gara si è davvero distinto, sfruttando uno spunto degno del Campione d’Europa dei 60 metri. Sul lanciato, però, il nostro portacolori era davvero molto imballato e nel finale è mancato l’ossigeno, andando un po’ in apnea e non riuscendo a precedere il nigeriano Usheoritse Itsekiri (10.17) per guadagnarsi il passaggio del turno.

Samuele Ceccarelli, che nel corso di questa stagione ha corso un doppio 10.13 tra il Golden Gala e gli Europei a squadre (vinti a Chorzow), dovrà migliorare proprio su quel fondamentale in modo da essere davvero competitivo nel prossimo futuro. Il 23enne, che era alla sua prima apparizione in un Mondiale e che fino a marzo non era mai stato in Nazionale maggiore, tornerà in scena per la staffetta 4×100, la cui formazione è ancora tutta da definire: potrebbe davvero dare un contributo importante ai Campioni Olimpici.

Se oggi avesse ripetuto il suo personale avrebbe superato il turno, ma probabilmente otto mesi di grande attività fisica stanno presentando il loro conto. A vincere la seconda batteria è stato Noah Lyles con un rilevante 9.95. L’americano ha preceduto di un paio di centesimi il solido Ferdinand Omanyala. Ceccarelli è comunque riuscito a lasciarsi alle spalle rivali interessanti come il canadese Jerome Blake (10.29), il camerunense Emmanuel Eseme (10.41) e l’australiano Jake Doran (10.48).

Foto: Colombo/FIDAL