Seguici su

Senza categoria

Atletica, Marcell Jacobs corre la staffetta ai Mondiali! “Definita la frazione”. Il resto della 4×100 si fa attendere

Pubblicato

il

Marcell Jacobs

Marcell Jacobs tornerà a correre in staffetta a due anni di distanza dall’epocale apoteosi delle Olimpiadi di Tokyo 2020. In quell’occasione il Messia dell’atletica tricolore contribuì al successo della 4×100 con una mirabolante seconda frazione, ricevendo il testimone da Lorenzo Patta e consegnando il bastoncino a Fausto Desalu, autore di una pennellata di curva prima della memorabile volata finale in rimonta di Filippo Tortu. Sono passati 24 mesi da una delle pagine più belle storia dello sport italiano e il velocista lombardo tornerà in scena nelle batterie della 4×100 ai Mondiali. L’appuntamento è per venerdì 25 agosto (ore 19.30).

Questa è l’unica ufficialità annunciata da Filippo Di Mulo, responsabile della velocità, nel corso della conferenza stampa della vigilia andata in scena presso Casa Italia a Budapest. Il resto della formazione verrà svelato soltanto nella giornata di domani: “Marcell Jacobs sarà in seconda frazione – le sue parole -. Per il resto della squadra devo sciogliere gli ultimi dubbi, darò la formazione soltanto nel corso del riscaldamento pre-gara”.

Marcell Jacobs, Campione Olimpico dei 100 metri ed eliminato in semifinale domenica sera con il tempo di 10.05, correrà ancora in seconda frazione. Il 28enne è apparso in ripresa dopo i tanti problemi fisici avuti nel corso di questa stagione, è sembrato particolarmente motivato e vorrà sicuramente fare bene a Budapest per togliersi qualche soddisfazione in un’annata agonistica per il momento da dimenticare. L’allievo di coach Paolo Camossi dovrà essere un punto di riferimento all’interno di un gruppo uscito con le ossa rotte dalle gare individuali.

Quali saranno gli altri tre staffettisti e dove verranno schierati? Filippo Tortu ha deluso sui 200 metri, correndo un modestissimo 20.46 e rimanendo fuori dalle semifinali: si era presentato nella capitale ungherese con l’obiettivo di scendere sotto il muro dei 20 secondi per la prima volta in carriera e di provare ad accedere all’atto conclusivo, invece il velocista brianzolo non ha superato nemmeno il primo turno, dopo che a Molfetta aveva timbrato un valido 20.14 destando ottime impressioni.

Fausto Desalu è reduce da un problema muscolare che gli ha rovinato la marcia di avvicinamento all’evento, in batteria ha corso 20.49 e al momento non appare in forma. Samuele Ceccarelli non è andato oltre a 10.26 nella batteria dei 100 metri, ma il Campione d’Europa sui 60 metri indoor aveva piazzato un paio di 10.13 a giugno ed era stato strepitoso agli Europei a squadre. Il toscano al momento sembra schierabile soltanto sui rettilinei, visto che fatica a digerire le curve: in sostanza, o quarta frazione o niente. Il lancio dovrebbe spettare a Lorenzo Patta, come a Tokyo, ma attenzione a Roberto Rigali, carta anche per la terza frazione.

Mantenere Tortu in ultima frazione e insistere con Desalu in terza (o magari provare Rigali), lasciando fuori Ceccarelli? Oppure piazzare Ceccarelli in chiusura e spostare Tortu nella seconda curva? I rebus della vigilia sembrano essere più o meno questi, bisognerà aspettare domani per sapere con quale quartetto scenderà in campo l’Italia per cercare la qualificazione alla finale di sabato e provare a giocarsi una chance di medaglia che al momento appare molto fioca.

Foto: Colombo/FIDAL

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online