Seguici su

Tuffi

Tuffi, Mondiali 2023: Pellacani in finale dai tre metri, con lei anche Bertocchi che vola a Parigi

Pubblicato

il

Saranno due le azzurre nella finale dei tre metri femminili ai Mondiali di Fukuoka. Missione compiuta da parte di Chiara Pellacani ed Elena Bertocchi, con quest’ultima che si prende anche il pass olimpico. Una qualificazione che la romana, invece, aveva già centrato con il titolo ai recenti Giochi Europei. Davvero una gioia immensa per la squadra azzurra, con le due Chiara ed Elena che hanno concluso rispettivamente in ottava e nona posizione.

Una semifinale regolare quella di Chiara Pellacani, che ha chiuso con il punteggio complessivo di 304.95. La romana ha iniziato con i 63 punti del doppio e mezzo indietro carpiato, con l’unico piccolo passaggio a vuoto con il doppio e mezzo avanti con un avvitamento e mezzo (55.50). In finale si può fare molto meglio con il triplo e mezzo avanti carpiato (60.50), mentre davvero buoni i 63 punti con doppio e mezzo rovesciato carpiato e il doppio e mezzo ritornato carpiato.

LIVE Tuffi, Mondiali 2023 in DIRETTA: Pellacani e Bertocchi (con pass olimpico) in finale. Alle 11.00 Tocci e Marsaglia

Una vera impresa quella di Elena Bertocchi, che ha lavorato pochissimo individualmente su questa gara dopo i problemi fisici della passata stagione. La lombarda ci ha messo cuore e grinta, concludendo a 303.05 punti. Un inizio complicato con tre tuffi sotto i 60 punti (in particolare solo 57.35 con il triplo e mezzo avanti carpiato), poi è arrivata la svolta con i 63 punti del doppio e mezzo rovesciato carpiato e soprattutto un fantastico doppio e mezzo avanti con un avvitamento da 67.50.

La semifinale è stata vinta dalla cinese Chen Yiwei con 363.70 davanti alla connazionale Chang Yani (354.75). Entrambe le asiatiche non hanno illuminato come di consueto, concedendosi anche qualche errore in entrata in acqua. Sognano i padroni di casa con il terzo posto della giapponese Sayaka Mikami (340.55), che ha preceduto la canadese Pamela Ware (332.40) e l’americana Sarah Bacon (320.10).

Foto: LaPresse