Seguici su

Senza categoria

Atletica, Larissa Iapichino divampa agli Europei Under 23: vittoria con misura mirabolante, pareggiata Mihambo!

Pubblicato

il

Larissa Iapichino

Larissa Iapichino era la grande favorita della vigilia a Espoo (Finlandia) e la punta di diamante della spedizione italiana agli Europei Under 23 di atletica leggera non ha minimamente deluso le aspettative. La fuoriclasse toscana ha conquistato la medaglia d’oro nel salto in lungo, dall’alto di una caratura tecnica e agonistica decisamente superiore a questa categoria. L’azzurra è ormai una big di livello internazionale al piano superiore, ma ha deciso di prendere parte a questa kermesse per ricordarsi di essere ancora giovane e per rimpinguare il proprio palmares giovanile, dove fino a questa mattina campeggiava il titolo continentale under 20 arpionato nel 2019.

Larissa Iapichino ha trionfato con una misura strabiliante: 6.93 metri con 1,2 m/s di vento a favore, ritoccando il proprio personale all’aperto di 6.83 siglato lo scorso 24 maggio a Kallithea (tra l’altro con 1,8 m/s di brezza in faccia). La figlia di Fiona May, allenata da papà Gianni, si è fermata ad appena quattro centimetri dal 6.97 con cui questo inverno aveva conquistato la medaglia d’argento agli Europei Indoor (saltando il record italiano al coperto).

La nostra portacolori, reduce da due nitide vittorie in Diamond League (a Firenze il 2 giugno con 6.79 e a Stoccolma il 2 luglio con 6.69), ha piazzato la stoccata vincente al primo tentativo e ha anche eguagliato la miglior prestazione europea stagionale, ovvero il 6.93 siglato dalla tedesca Malaika Mihambo (Campionessa Olimpica battuta più volte dall’azzurra in questa stagione) lo scorso 9 luglio a Kassel. Il risultato odierno alimenta chiaramente l’autostima di Larissa Iapichino, che venerdì 21 luglio sarà impegnata a Monaco per la nona tappa della Diamond League: nuovo duello da non perdere proprio con Mihambo, con la serba Ivana Vuleta e con le altre big del circuito.

L’appuntamento nel Principato rappresenterà un’ulteriore prova di avvicinamento ai Mondiali, ormai distanti soltanto un mese. Larissa Iapichino si è fatta un bel regalo di compleanno anticipato, visto che martedì 18 luglio spegnerà 21 candeline. Ritornando sulla gara odierna, la toscana aveva piazzato il 6.93 in apertura, poi un 6.67 (1,1 m/s di vento a favore) e a quel punto, probabilmente a scopo precauzionale per evitare problemi fisici, ha preso la decisione di non saltare più.

Battute nettamente la svedese Maja Askag (6.73) e la spagnola Tessy Ebosole (6.63), mentre l’attesa tedesca Mikaelle Assani, autrice di un 6.91 in stagione, si ferma al sesto posto (6.49) alle spalle della spagnola Maria Vicente (6.56, già vincitrice del salto triplo) e della svedese Tilde Johansson (6.56).

Foto: FIDAL/Colombo