Seguici su

Ciclismo

LIVE Omloop Het Nieuwsblad 2023 in DIRETTA: Van Baarle vince in solitaria, Ballerini e Pasqualon

Pubblicato

il

Davide Ballerini

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

16.15 Si chiude qui la DIRETTA LIVE della Omloop Het Nieuwsblad 2023, vinta da Dylan Van Baarle! Grazie per averci seguito e buon proseguimento!

16.14 Per l’Italia due piazzamenti in top10 con Ballerini e Pasqualon, senza dimenticare Milan che è stato protagonista nelle fasi calde della gara. Domani ci riproveremo alla Kuurne-Bruxelles-Kuurne.

16.13 L’ordine d’arrivo della gara:

1 VAN BAARLE Dylan Jumbo-Visma 4:54:49
2 DE LIE Arnaud Lotto Dstny 0:20
3 LAPORTE Christophe Jumbo-Visma 0:20
4 KRISTOFF Alexander Uno-X Pro Cycling Team 0:20
5 PIDCOCK Thomas INEOS Grenadiers 0:20
6 BALLERINI Davide Soudal – Quick Step 0:20
7 POLITT Nils BORA – hansgrohe 0:20
8 PASQUALON Andrea Bahrain – Victorious 0:20
9 OLIVEIRA Rui UAE Team Emirates 0:20
10 VANMARCKE Sep Israel – Premier Tech 0:20

16,12 Una grande azione di Dylan Van Baarle, che dopo il Molemberg ha fatto il vuoto portandosi via l’azione decisiva e staccando uno ad uno i compagni di fuga.

16.10 I quattro contrattaccanti erano stati ripresi poco prima dell’arrivo, ma alla fine De Lie è riuscito a prendersi la piazza d’onore.

16.08 Per Van Baarle quello di oggi era il debutto stagionale e con la maglia della Jumbo-Visma. Non c’era modo migliore per inaugurare la sua avventura.

16.06 Inquadratura su De Lie, che aveva il ginocchio destro molto sanguinante. Conseguenza della scivolata attorno ai -30 dal traguardo-

16.04 Secondo posto per Arnaud De Lie (Lotto-Dstny), che batte Christophe Laporte in volata.

16.03 VITTORIA DI DYLAN VAN BAARLE! Capolavoro dell’olandese alla Omloop Het Nieuwsblad 2023!

16.02 ULTIMO CHILOMETRO!!

16.01 Meno di tre chilometri per Dylan Van Baarle!

15.59 Quella di oggi è una ulteriore conferma delle qualità di Dylan Van Baarle, che lo scorso anno alzò al cielo il trofeo della Parigi-Roubaix.

15.57 E sta aumentando il margine a favore di Van Baarle! 25” a 5 chilometri dal traguardo!

15.56 E dietro De Lie sta tirando tantissimo per riportarsi su Van Baarle. Ovviamente Laporte non tira, per appoggiare il compagno di squadra.

15.55 Va ancora Van Baarle! Conserva 15” su Tim Wellens (UAE Team Emirates), Christophe Laporte (Jumbo-Visma), Arnaud De Lie (Lotto-Dstny) e Matej Mohoric (Bahrain-Victorious).

15.54 Per Van Baarle è praticamente una cronometro, di ulteriori otto chilometri in completa pianura.

15.52 Fa assai velocità Dylan Van Baarle, appena entrato negli ultimi 10 chilometri!

15.51 Resiste Van Baarle! Al termine del Bosberg conserva 15” sui quattro contrattaccanti e 40” sul gruppo.

15.49 Mohoric fa l’andatura per i quattro contrattaccanti, De Lie sembra in difficoltà.

15.48 Ultimo muro di giornata, il Bosberg!

15.48 Van Baaele conserva 12” di vantaggio sui quattro contrattaccanti.

15.47 Dietro di loro prova a portarsi sotto Stefan Kung, ma raggiungerli è davvero complicato.

15.45 Alle spalle di Van baarle si è formato dunque un quartetto con Tim Wellens (UAE Team Emirates), Christophe Laporte (Jumbo-Visma), Arnaud De Lie (Lotto-Dstny) e Matej Mohoric (Bahrain-Victorious).

15.44 E addirittura gente costretta a scendere dalla bici! Si scollina il Kapelmuur uno alla volta!

15.43 E attenzione! Scatto di Wellens, lo segue Mohoric. E poco dietro Arnaud De Lie e Christophe Laporte! Che gamba!

15.42 Si stacca Le Berre, problema meccanico per lui. Rimane in vetta solo Van Baarle!

15.41 Inizia il Kapelmuur! Gruppo a 25” dal duo di testa!

15.39 La Bahrain-Victorious si è messa in testa al gruppo per riprendere Van Baarle e Le Berre. Ormai le chance di Milan sono ridotte al lumicino.

15.38 Siamo entrati negli ultimi 20 chilometri di corsa!

15.37 E adesso sembra anche esserci un po’ di pioggia sulla corsa.

15.35 Foratura per Jan Tratnik (Jumbo-Visma). Cambio rapido di gomma e via, il gruppo non è lontanissimo.

15.34 Jonathan Milan (Bahrain-Victorious) e Florian Vermeersch (Lotto-Dstny) sono dati ancora ad una quindicina di secondi, ma vediamo difficile un loro rientro.

15.32 Siamo negli ultimi 25 chilometri. Mancano gli ultimi due muri, i più difficili: il Kapelmuur ed il Bosberg.

15.30 Da applausi il giovane Mathis Le Berre, lo scorso anno vincitore del Tour de Normandie.

15.29 Anche Vermeersch è crollato sotto la spinta di un indemoniato Van Baarle. Mancano 27 chilometri!

15.28 Ma avanti rimangono solo in due: Dylan Van Baarle e il sorprendente Le Berre!

15.27 E ora il gruppo si è acceso! SCATTONE DI TOM PIDCOCK!

15.25 Finito il Berendries, non si vede più Milan, dietro di qualche secondo.

15.24 E ora lo scatto di Greg Van Avermaet dal gruppo! L’uomo della AG2R-Citroen ha vinto due volte qui in carriera.

15.23 Siamo sul Berendries, Milan in difficoltà sul passo di Van Baarle. Tra i quattro è il meno scalatore…

15.22 Dylan Van Baarle (Jumbo-Visma), Jonathan Milan (Bahrain-Victorious), Mathis Le Berre (Arkea-Samsic) e Florian Vermeersch (Lotto-Dstny) hanno 42” su Jan Tratnik (Jumbo-Visma), Tim Wellens (UAE Team Emirates), Jasper Stuyven (Trek-Segafredo), Kevin Geniets (Groupama-FDJ) e Brent Van Moer (Lotto-Dstny)., 50” sul gruppo.

15.20 Il quartetto di testa è ora vicino al Berendries, nono muro di giornata.

15.19 Dietro intanto ci sono altri attacchi, protagonisti Jan Tratnik (Jumbo-Visma), Tim Wellens (UAE Team Emirates) e Victor Campenaerts (Lotto-Dstny).

15.18 I primi quattro hanno un margine di 25 secondi sui contrattaccanti e 45” sul gruppo.

15.16 Bravissimo Le Berre, che faceva parte della fuga del mattino. Con Stuyven c’è Kevin Geniets (Groupama-FDJ).

15.15 In testa dunque Dylan Van Baarle (Jumbo-Visma), Jonathan Milan (Bahrain-Victorious), Mathis Le Berre (Arkea-Samsic) e Florian Vermeersch (Lotto-Dstny). Dietro Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) prova a riagganciarsi.

15.12 E alle sue spalle si è lanciato anche Jonathan Milan! Il velocista azzurro ha una gran gamba oggi!

15.11 Un vantaggio di circa 2-300 metri per il gruppetto iniziale. Ora però scatta Dylan Van Baarle!

15.10 Si è creato un plotoncino di una trentina di unità, e nel gruppetto dei primi ha trovato spazio Jonathan Milan!

15.08 Tra i più attivi sul Molenberg, Christophe Laporte (Jumbo-Visma). Dietro di lui Arnaud De Lie (Lotto-Dstny), che non sembra pagare conseguenze dell’inseguimento precedente.

15.07 Foratura ai piedi del Molenberg per lorian Senechal, ripresi i tre fuggitivi proprio in cima al Molenberg! 41 chilometri al traguardo!

15.07 E con il Molenberg nel mirino, ora la Jumbo-Visma allunga! Accelera Van Hooydonck!

15.06 Caduta a centrogruppo! Anthony Turgis (TotalEnergies) scivola, si rialza e cade in maniera abbastanza goffa. Fortunatamente nessun danno.

15.05 Tra gli staccati c’è anche Peter Sagan (TotalEnergies). Lo slovacco rimane dunque a bocca asciutta.

15.03 Rimasti in avanscoperta Mathian Norsgaard (Movistar), Mathis Le Berre (Team Arkea-Samsic) e Jelle Wallays (Cofidis), con 25” di vantaggio.

15.02 Sta per arrivare il Molenberg, possibile snodo cruciale della corsa, e la Jumbo-Visma si fionda nelle posizioni principali..

15.01 Altra caduta! A terra un uomo della Lotto-Sdtny e uno della Intermarché-Circus-Wanty, entrambi doloranti. Si tratta di Frederick Frison e di Laurens Rex.

15.00 Arnaud De Lie rientra in gruppo, usufruendo anche di una scia della sua ammiraglia abbastanza prolungata…

14.59 Problemi meccanici per Oliver Naesen (AG2R Citroen) e Daniel Oss (TotalEnergies).

14.57 Non si arrendono Mathian Norsgaard (Movistar), Mathis Le Berre (Team Arkea-Samsic) e elle Wallays (Cofidis), che provano ad allungare. Ma forse allungano solo la loro agonia…

14.56 De Lie è appena entrato sul Kerkgate, mentre il gruppo ha superato la metà… quanta fatica per il giovane belga.

14.55 De Lie ha cambiato la bicicletta, ma ha perso un bel po’ di tempo dal gruppo…

14.54 SCIVOLATA DI ARNAUD DE LIE! Il belga si rimette subito in sella, ma alza il braccio per segnalare un problema al mezzo!

14.53 Quanto spinge il gruppo! Nils Politt (Bora-Hansgrohe) mette alla frusta il gruppo!

14.51 Ed archiviato anche il Wolvenberg, sesto muro di giornata.

14.49 E ora il vantaggio di Mathian Norsgaard (Movistar), il francese Mathis Le Berre (Team Arkea-Samsic), il canadese Adam De Vos (Human Powered) e i belgi Louis Blouwe (Bingoal WB), Jelle Wallays (Cofidis), Gilles De Wilde (Team Flanders-Baloise) e Alex Colman (Team Flanders-Baloise) cala sensibilmente, ora hanno solo 35” di margine!

14.48 Curva balorda, quella per mettersi su Holleweg. Rimane vittima Dylan Van Baarle (Jumbo-Visma), che è costretto a mettere il piede a terra per poi ripartire e provare a ricongiungersi con il gruppo.

14.46 I fuggitivi sono sul pavé di Holleweg. Gruppo ad un minuto.

14.45 E arriva anche il vento laterale, e il gruppo all’improvviso torna a mulinare! Attiva Uno-X, Bahrain e Jumbo-Visma!

14.42 Vicini al sesto tratto di pavé della giornata, l’Holleweg.

14.39 E infatti, visto il traguardo ancora bello lontano (62 chilometri), il plotone ha frenato un po’, trovandosi ad 1’40”.

14.36 Ora il gruppo sta tenendo la fuga agilmente sotto controllo.

14.34 Il danese Mathian Norsgaard (Movistar), il francese Mathis Le Berre (Team Arkea-Samsic), il canadese Adam De Vos (Human Powered) e i belgi Louis Blouwe (Bingoal WB), Jelle Wallays (Cofidis), Gilles De Wilde (Team Flanders-Baloise) e Alex Colman (Team Flanders-Baloise), con 1’30” sul gruppo, sono sul Valkenberg. Prima pavé, poi asfalto.

14.32 Il gruppo di inseguitori si è rialzato, viene ripreso in gruppo in questo momento.

14.30 Il gruppo sta intanto riprendendo Jan Tratnik, Nathan Van Hooydonck (Jumbo-Visma), Fred Wright (Bahrain-Victorious), Marco Haller (Bora-Hansgrohe), Connor Swift (Ineos-Grenadiers) e Kelland O’Brien (Israel-Premier Tech), segnalati con un vantaggio di 20”.

14.28 Si stacca dal gruppo Pascal Ackermann (UAE Team Emirates). Il velocista tedesco sembra non averne.

14.27 70 chilometri al traguardo.

14.26 Dopo qualche minuto, Declerq si è rimesso in sella. Ma la Soudal-Quick Step ha perso una pedina importante.

14.23 Attenzione caduta! A terra Tim Declerq (Soudal-Quick Step) e Nils Eekhoff (Team DSM), scivolati in una curva a gomito. Eekhoff è ripartito, mentre il belga è ancora sotto il controllo dei medici.

14.21 Fra poco un nuovo muro, quello di Hostellerie: 1200 metri al 4%.

14.18 Si è ridotto il gruppo di contrattaccanti. Ci sono Jan Tratnik, Nathan Van Hooydonck (Jumbo-Visma), Fred Wright (Bahrain-Victorious), Marco Haller (Bora-Hansgrohe), Connor Swift (Ineos-Grenadiers) e Kelland O’Brien (Israel-Premier Tech).

14.15 Al momento però non sembrano esserci le giuste condizioni per accendere la corsa. Bisognerà ancora attendere.

14.13 I primi sono sul Paddestraat, tratto in pavé di 2300 metri.

14.12 Il danese Mathian Norsgaard (Movistar), il francese Mathis Le Berre (Team Arkea-Samsic), il canadese Adam De Vos (Human Powered) e i belgi Louis Blouwe (Bingoal WB), Jelle Wallays (Cofidis), Gilles De Wilde (Team Flanders-Baloise)e Alex Colman (Team Flanders-Baloise) hanno 2’35” sui britannici Fred Wright (Bahrain-Victorious) e Connor Swift (INEOS Grenadiers), il belga Arnaud De Lie (Lotto Dstny), il tedesco Pascal Ackermann (UAE Team Emirates), il neerlandese Dan Hoole (Trek-Segafredo), l’australiano Kelland O’Brien (Team Jayco AlUla), lo statunitense Magnus Sheffield (INEOS Grenadiers) e l’austriaco Marco Haller (BORA-hansgrohe) e dai sei uomini della Jumbo-Visma, i belgi Tiesj Benoot e Nathan Van Hooydonck, i neerlandesi Tim Van Dijke e Dylan Van Baarle, il francese Christophe Laporte e lo sloveno Jan Tratnik. ad 82 chilometri dal traguardo.

14.09 I contrattaccanti hanno 1’45” sul gruppo principale.

14.06 Intanto si susseguono le forature, vittime Guillaume Boivin (Israel-Premier Tech) e Michael Gogl (Alpecin-Deceuninck).

14.03 Il gruppo dei contrattaccanti sta recuperando sulla testa della corsa, ora è segnalato a 2’50”.

14.01 Caduta in gruppo, ma non sembrano esserci problemi per i corridori.

13:59 Questa dunque la situazione attuale: il danese Mathian Norsgaard (Movistar), il francese Mathis Le Berre (Team Arkea-Samsic), il canadese Adam De Vos (Human Powered) e i belgi Louis Blouwe (Bingoal WB), Jelle Wallays (Cofidis), Gilles De Wilde (Team Flanders-Baloise)e Alex Colman (Team Flanders-Baloise) sono in fuga con 3’31” di vantaggio su un gruppetto di quattordici inseguitori. Quest’ultimo è composto dai britannici Fred Wright (Bahrain-Victorious) e Connor Swift (INEOS Grenadiers), il belga Arnaud De Lie (Lotto Dstny), il tedesco Pascal Ackermann (UAE Team Emirates), il neerlandese Dan Hoole (Trek-Segafredo), l’australiano Kelland O’Brien (Team Jayco AlUla), lo statunitense Magnus Sheffield (INEOS Grenadiers) e l’austriaco Marco Haller (BORA-hansgrohe) e dai sei uomini della Jumbo-Visma, i belgi Tiesj Benoot e Nathan Van Hooydonck, i neerlandesi Tim Van Dijke e Dylan Van Baarle, il francese Christophe Laporte e lo sloveno Jan Tratnik. Il plotone insegue a circa 4 minuti di ritardo.

13:56 Oltre, dunque, ai sei corridori della Jumbo-Visma troviamo i britannici Fred Wright (Bahrain-Victorious) e Connor Swift (INEOS Grenadiers), il belga Arnaud De Lie (Lotto Dstny), il tedesco Pascal Ackermann (UAE Team Emirates), il neerlandese Dan Hoole (Trek-Segafredo), l’australiano Kelland O’Brien (Team Jayco AlUla), lo statunitense Magnus Sheffield (INEOS Grenadiers) e l’austriaco Marco Haller (BORA-hansgrohe).

13:53 In totale sono in quattordici ad essersi staccati dal plotone, in ritardo di 4’30” dai fuggitivi. D’altro canto, il plotone paga 5’16” dai sette in fuga.

13:50 Riepiloghiamo, anzitutto, i sei corridori della Jumbo-Visma che hanno dato il via all’attacco: troviamo i belgi Tiesj Benoot e Nathan Van Hooydonck, i neerlandesi Tim Van Dijke e Dylan Van Baarle, il francese Christophe Laporte e lo sloveno Jan Tratnik.

13:47 E si aggregano ai sei uomini della Jumbo-Visma anche altri otto corridori; come prevedibile, avvicinandosi la seconda parte di gara, decisamente più ostica, iniziano a intravedersi le azioni dei singoli team.

13:44 Attaccano i corridori della Jumbo-Visma, guadagnando un piccolo gap sul plotone.

13:41 Mancano 100 km al traguardo.

13:37 7’39” il ritardo all’ultimo riferimento per il plotone; i fuggitivi si avvicinano al Katteberg (0.9 km al 4%).

13:33 Allungano i fuggitivi, con 8’15” di vantaggio sul plotone:

13:29 110 km al traguardo, percorsi quasi 100 chilometri dall’inizio della corsa: sale l’attesa per la seconda parte ricca di colpi di scena, visti i muri da affrontare per i corridori…

13:25 Adesso i fuggitivi si trovano in quel di Lange Munte, con raffiche di vento di certo non indifferenti cui dover resistere.

13:21 Riepiloghiamo i sette corridori in fuga che possono gestire sei minuti di vantaggio (stando all’ultimo riferimento) sul plotone: si tratta del danese Mathian Norsgaard (Movistar), il francese Mathis Le Berre (Team Arkea-Samsic), il canadese Adam De Vos (Human Powered) e i belgi Louis Blouwe (Bingoal WB), Jelle Wallays (Cofidis), Gilles De Wilde (Team Flanders-Baloise)e Alex Colman (Team Flanders-Baloise).

13:17 Qui alcune immagini dalla gara odierna, protagonisti i corridori della Jumbo-Visma nel plotone:

13:13 118 chilometri al traguardo, velocità media leggermente calata (42.3 km/h).

13:09 Ripreso dal plotone il danese Juul-Jens, il cui attacco si è concluso con un nulla di fatto.

13:05 Adesso diventano 6 i minuti di ritardo del plotone, con circa 4.3 km di distacco dai corridori in fuga.

13:01 Arriva un significativo aggiornamento dei distacchi, a 125 chilometri dal traguardo: il danese Juul-Jensen paga un ritardo di 4’30” dai fuggitivi, mentre il plotone è a 5’46”.

12:57 Al momento Juul-Jensen viene segnalato a 7’30” dai fuggitivi, mentre il plotone resta a 7’55”.

12:53 Si stacca dal plotone il danese Christopher Juul-Jensen (Team Jayco AlUla).

12:49 Aumenta vertiginosamente il vantaggio dei fuggitivi, 7’55” di ritardo per il plotone.

12:45 Riepiloghiamo dunque la situazione: sono sette i corridori in fuga, che possono gestire 6’45” di vantaggio sul plotone. Si tratta del belga Jelle Wallays (Cofidis), il danese Mathian Norsgaard (Movistar), il francese Mathis Le Berre (Team Arkea-Samsic), il canadese Adam De Vos (Human Powered) e i belgi Louis Blouwe (Bingoal WB), Gilles De Wilde (Team Flanders-Baloise)e Alex Colman (Team Flanders-Baloise).

12:41 Si procede con una velocità media di circa 44 km/h.

12:37 Il ritardo del plotone dai fuggitivi si aggira attorno ai 6’45”.

12:33 Il vento potrebbe essere un fattore a dir poco influente in questa gara; ecco le immagini che arrivano dal rettilineo finale:

12:29 La corsa si trova in questo momento ad affrontare il paese di Oudenaarde (Belgio), quando il divario tra i sette ciclisti in fuga e il gruppo è cronometrato il 6’46”.

12:26 Il belga Arnaud De Lie, uno dei grandi favoriti, è il ciclista iscritto ad aver vinto più volte nel corso di questa stagione. Il corridore della Lotto Dstny ha già alzato le braccia al cielo per ben tre volte. Tra i fuggitivi invece sono in tre ad avere vittorie tra i professionisti: Mathian Norsgaard (1), Adam De Vos (2) e Jelle Wallays (8).

12:23 Coperti i favoriti, tutti in gruppo che in questo momento ha stabilizzato il distacco dai fuggitivi. 153 km all’arrivo di Ninove, 36 al prossimo tratto in pavè.

12:20 Anche il gruppo ha passato le prime due asperità di giornata, mentre l’azzurro Jonathan Milan si reca momentaneamente all’ammiraglia.

12:18 44.6 km/h è la velocità media della corsa quando sono stati archiviati i primi sessanta minuti di gara. Mentre la situazione in corsa sembra essersi stabilizzata in questo lungo tratto di transizione verso le difficoltà che faranno entrare nel vivo questa edizione della Omloop Het Nieuwsblad.

12:15 Accelerazione in testa al gruppo, che prova a stabilizzare il vantaggio dei fuggitivi intorno ai 6’30” per non concedergli troppo spazio.

12:12 E’ passata la prima ora di gara, sono stati percorsi 45 km e ne mancano 162 al traguardo. La situazione in corsa è la seguente: sette uomini al comando, Jelle Wallays (Cofidis), Mathian Norsgaard (Movistar), Mathis Le Berre (Team Arkea-Samsic), Louis Blouwe (Bingoal WB), Adam De Vos (Human Powered), Gilles De Wilde (Team Flanders-Baloise), Alex Colman (Team Flanders-Baloise), con 6’20” sul gruppo.

12:10 Dopo queste prime due difficoltà ci aspettano ora 50km prevalentemente pianeggianti e senza tratti in pavè, la prossima asperità è infatti il Lange Munte, che con i suoi 2500 metri è il tratto in ciottoli più lungo della giornata.

12:07 Mentre il gruppo arriva ora sull’Haaghoek, i fuggitivi stanno affrontando il Ledberg (primo muro di 900 metri al 4,2%). In difficoltà in gruppo Patrick Bevin (Team DSM), mentre abbondona la gara per una caduta anche un uomo INEOS, nello specifico l’inglese Ben Turner.

12:05 Arriva la notizia del ritiro di Michael Schar (ACT), primo ritiro della gara dopo che in due presenti nella start list non avevano preso il via alla corsa (Scully, Durbridge).

12:02 Intanto cresce ancora il margine dei sette corridori in fuga che ora è arrivato a 6’20”. Mentre tutti i corridori coinvolti nella caduta di poco fa in gruppo sono tornati in bici e si sono riaccodati al gruppo stesso.

11:59 I sette uomini al comando stanno affrontando ora l’Haaghoek, primi 2km di ciottolato; mentre mancano 4km al primo passaggio sul Ledberg (primo muro di 900 metri al 4,2%), che quest’oggi dovrà essere affrontato altre due volte.

11:58 Intanto in testa al gruppo si portano Bora, Groupama FDJ e Jumbo Visma; tre squadre con grandi ambizioni quest’oggi che provano a tenere sotto controllo la fuga.

11:56 Il divario tra la testa della corsa e il gruppo è stimano in 5’35”, che corrispondono circa a 4km di vantaggio per i 7 corridori in fuga.

11:53 Nella caduta nel gruppo sono coinvolti uomini AG2R Citroen, INEO Granediers e Lotto Dstny.

11:52 Piccola caduta in gruppo che coinvolge quattro corridori. La situazione quando mancano 176 km al traguardo è la seguente: fin dal chilometro zero sono evasi sette corridori, Jelle Wallays (Cofidis), Mathian Norsgaard (Movistar), Mathis Le Berre (Team Arkea-Samsic), Louis Blouwe (Bingoal WB), Adam De Vos (Human Powered), Gilles De Wilde (Team Flanders-Baloise), Alex Colman (Team Flanders-Baloise), che hanno portato rapidamente il loro vantaggio sopra i cinque minuti, quando ci aprestiamo ad affrontare il primo tratto in pavè.

11:48 Vediamo in gruppo quale squadra si incaricherà di fare l’andatura e tenere sotto controllo la corsa, con i fuggitivi che hanno portato il proprio margine a 5’35”.

11:45 La Omloop Het Nieuwsblad apre le danze per quel che riguarda le Grandi Classiche del Nord, è la corsa ideale per iniziare a scaldare i motori per lo spettacolo che vivremo nelle prossime settimane, con sabato prossimo in calendario le Strade Bianche.

11:43 E’ passata la prima mezz’ora di gara, 25 km percorsi con una media di 45.1 km/h quando mancano meno di dieci chilometri al primo tratto sui ciottoli di questa 78° edizione della Omloop Het Nieuwsblad.

11:40 Il vantaggio dei sette uomini al comando continua ad aumentare, ora stimato in 4’03”. Il gruppo procede ad andatura non sostenuta, visto anche che tra i fuggitivi non ci sono uomini che possono far paura per il successo finale.

11:39 Ricordiamo i nomi dei sette atleti al comando: Jelle Wallays (Cofidis), Mathian Norsgaard (Movistar), Mathis Le Berre (Team Arkea-Samsic), Louis Blouwe (Bingoal WB), Adam De Vos (Human Powered), Gilles De Wilde (Team Flanders-Baloise), Alex Colman (Team Flanders-Baloise).

11:36 Continua a crescere il gap tra i fuggitivi e il gruppo, ora quantificato in 2’10”, quando ci si avvicina alla mezz’ora di gara. Mancano 189 km traguardo di Ninove.

11:33 E’ in gara oggi anche un campione dal calibro di Peter Sagan (Total Energies), che ogni qual volta si presenti ai nastri di partenza è da tenere d’occhio, così come non ci sarà da perdere di vista neanche Jasper Philipsen (Alpecin Deceuninck) e Alexander Kristoff (Uno-X Pro Cycling Team). Tanti nomi per la vittoria, però come sempre sarà solo uno ad alzare le braccia al cielo sulla linea del traguardo.

11:30 Mancano meno di venti chilometri al primo tratto in pavè della giornata. Al comando abbiamo 4 belgi, un francese, un canadese e un danese.

11:27 Intanto, uno dei nomi più attesi, lo svizzero Bissinger, ha bisogno dell’aiuto dell’ammiraglia. Sale rapidamente il vantaggio del gruppo di testa, che quando mancano 194km supera già i due minuti.

11:26 Questi i nomi dei sette fuggitivi: Jelle Wallays, Mathian Norsgaard, Mathis Le Berre, Louis Blowe, Adam De Vos, Gilles De Wilde, Alex Colman.

11:25 Sono rimasti in sette al comando, con il vantaggio sul gruppo che supera il minuto. Sembra che la prima fuga di giornata sia già partita.

11:23 Sono tre gli azzurri che tra quelli iscritti si candidano al ruolo di protagonisti: torna dopo un anno di assenza il trionfatore del 2021, Davide Ballerini, che sarà una delle frecce dell’arco della QuickStep; Matteo Trentin che quando la strada è vallonata riesce quasi sempre ad essere al centro delle azioni migliori e Jonathan Milan.

11:20 In testa alla corsa si forma un gruppo di dieci corridori, che aumenta in vantaggio sul gruppo nell’ordine degli 11 secondi.

11:18 Il terzetto in testa ha preso un vantaggio di 8″ sul gruppo, dal quale proseguono gli scatti e altri sette uomini tentano di raggiungere la testa della corsa quando all’arrivo mancano 200 km.

11:17 Il vero divertimento della corsa odierna inizierà ad 80 chilometri dalla fine: sparirà la pianura e saranno tantissimi i muri, i saliscendi e i tratti in ciottoli che spezzeranno il gruppo. Ultime asperità di giornata e probabilmente decisive saranno il Muro di Grammont (500 metri in pavè al 9,3% con punte al 20%) ed il Bosberg, dalla quale vetta mancheranno 12 km al traguardo, interamente pianeggianti.

11:14 Subito un primo attacco in testa al gruppo, con un terzetto che si avvantaggia leggermente e prova subito a partire la fuga.

11:12 I primi 34km saranno sostanzialmente pianeggianti, prima di affrontare in rapida successione Haaghoek, primo tratto sui ciottoli, e edberg (primo muro di 900 metri al 4,2%). Poi altri 50km senza insidie prima di trovare il successivo tratto in pavè, il Lunge Munte (che con 2500 metri è il più lungo di giornata)

11:10 PARTITI! E’ STATO DATO IL VIA UFFICIALE ALLA CORSA!

11:09 Solita squadra d’assalto per la Jumbo Visma, che potrà fare affidamento su Christophe Laporte, Tiesj Benoot ed l’innesto di grande qualità Dylan Van Baarle. Risponde presente anche la QuickStep, che oltre a Ballerini schiera altri tre corridori che possono nutrire ambizioni: Yves Lampaert, Kasper Asgreen e Florian Senechal.

11:06 Sono tanti i candidati alla vittoria oggi: grande attesa per vedere all’opera Tom Pidcock (INEOS Grenadiers), Arnaud De Lie (Lotto Dstny) e Matej Mohoric (Bahrain Victorious). Il bela della Lotto è il corridore iscritto che più ha vinto quest’anno, avendo alzato le braccia al cielo già tre volte.

11:03 Non sarà al via il campione uscente, il belga Wout Van Aert, ma il livello della start list rimane comunque eccezionale. Saranno ben 5 coloro che hanno già alzato le braccia al cielo in questa corsa: i belgi Jasper Stuyven (Trek Segafredo), Sep Vanmarcke (Israel Premier Tech) e Greg Van Avermaet (AG2R Citroen), il ceco Zdenek Stybar (Team Jayco AlUla) e l’azzurro Davide Ballerini (Soudal QuickStep), in trionfo due anni fa.

11:00 Intanto i corridori hanno iniziato il tratto di trasferimento da Gent per arrivare al km 0 posto a Merelbeke. 7° la temperatura al momento, con il vento che soffia a 24 km/h. Sono 173 i ciclisti che oggi prenderanno il via alla corsa.

10:57 La prima metà di giornata sarà piuttosto tranquilla, con 2 soli tratti in pavè da affrontare Haaghoek e Lunge Munte (che con 2500 metri è il più lungo di giornata) e il primo di tre passaggi sul Ledberg (primo muro di 900 metri al 4,2%), che permetteranno ai corridori di scaldare le gambe.

10:54 Tra un minuto inizierà la fase di trasferimento verso il chilometro zero con partenza neutralizzata. Il via vero e proprio della corsa è previsto, come detto, alle 11.15.

10:52 Il percorso di quest’anno non si discosterà molto da quanto si è visto nel 2022, con 207,3 km da percorrere dalla partenza di Gand all’arrivo posto a Ninove; ci saranno da affrontare dodici muri e nove tratti in pavè che renderanno la corsa veramente spettacolare.

10:50 La partenza della gara è in programma alle 11.15, con tutti i corridori che stanno ultimando la fase di preparazione.

10:48 La corsa fiamminga apre le danze di tutte le grandi Classiche del Nord! Muri, pioggia, vento, pavè, è arrivato il periodo delle storiche corse di un giorno, che possono consacrare per sempre un grande corridore.

10:45 Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della 78° edizione della Omloop Het Nieuwsblad!

Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della 78° edizione della Omloop Het Nieuwsblad! La corsa fiamminga, prima gara del calendario europeo World Tour, apre le danze di tutte le grandi Classiche del Nord! Muri, pioggia, vento, pavè, è arrivato il periodo delle storiche corse di un giorno, che possono consacrare per sempre un grande corridore.

Il percorso di quest’anno non si discosterà molto da quanto si è visto nel 2022, con 207,3 km da percorrere dalla partenza di Gand all’arrivo posto a Ninove; ci saranno da affrontare dodici muri e nove tratti in pavè che renderanno la corsa veramente spettacolare. La prima metà di giornata sarà piuttosto tranquilla, con 2 soli tratti in pavè da affrontare Haaghoek e Lunge Munte (che con 2500 metri è il più lungo di giornata) e il primo di tre passaggi sul Ledberg (primo muro di 900 metri al 4,2%), che permetteranno ai corridori di scaldare le gambe. Il vero divertimento inizia ad 80 chilometri dalla fine: sparirà la pianura e saranno tantissimi i muri, i saliscendi e i tratti in ciottoli che spezzeranno il gruppo. Ultime asperità di giornata e probabilmente decisive saranno il Muro di Grammont (500 metri in pavè al 9,3% con punte al 20%) ed il Bosberg, dalla quale vetta mancheranno 12 km al traguardo, interamente pianeggianti.

Non sarà al via il campione uscente, il belga Wout Van Aert, ma il livello della start list rimane comunque eccezionale. Saranno ben 5 coloro che hanno già alzato le braccia al cielo in questa corsa: i belgi Jasper Stuyven (Trek Segafredo), Sep Vanmarcke (Israel Premier Tech) e Greg Van Avermaet (AG2R Citroen), il ceco Zdenek Stybar (Team Jayco AlUla) e l’azzurro Davide Ballerini (Soudal QuickStep), in trionfo due anni fa. Grande attesa per vedere all’opera anche Tom Pidcock (INEOS Grenadiers), tra i più attesi insieme a Matej Mohoric (Bahrain Victorious), entrambi attesi all’esame dei ciottoli. Solita squadra d’assalto per la Jumbo Visma, che potrà fare affidamento su Christophe Laporte, Tiesj Benoot ed l’innesto di grande qualità Dylan Van Baarle. Risponde presente anche la QuickStep, che oltre a Ballerini schiera altri tre corridori che possono nutrire ambizioni: Yves Lampaert, Kasper Asgreen e Florian Senechal. Non si può non considerare un campione dal calibro di Peter Sagan (Total Energies), che ogni qual volta si presenti ai nastri di partenza è da tenere d’occhio, così come non ci sarà da perdere di vista neanche Jasper Philipsen (Alpecin Deceuninck) e Alexander Kristoff (Uno-X Pro Cycling Team). Tanti nomi di spicco in gruppo, per una corsa che si annuncia scoppiettante fin dai primi metri.

Gli azzurri non resteranno certo a guardare, anzi, ci sono un paio di nomi che vogliono essere assoluti protagonisti. Ritorna dopo un anno di assenza il trionfatore del 2021, Davide Ballerini, che sarà una delle frecce dell’arco della QuickStep. Un corridore che quando la strada è vallonata riesce quasi sempre ad essere al centro delle azioni migliori è sicuramente Matteo Trentin, possibile capitano della UAE Emirates e con la voglia del primo grande risultato stagionale. Tra gli iscritti della Bahrain Victorious figura anche Jonathan Milan, neo campione europeo dell’inseguimento individuale su pista, che debutta nel 2023 nelle grandi Classiche del Nord proprio nella gara fiamminga. Milan può essere la grande sorpresa, magari per un’azione corale della squadra del Bahrain che coinvolga anche Matej Mohoric, probabile capitano designato.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE della Omloop Het Nieuwsblad 2023, prima attesissima Classica del Nord della stagione internazionale. La 78° edizione di questa corsa prenderà il via alle ore 10.55 (per poi concludersi alle ore 16:00 circa). Insomma, il campo partenti è di altissimo livello, la voglia della Grandi corse di un giorno è altissima tra tutti gli appassionati, non si può mancare. Buon divertimento e buon ciclismo a tutti!

Foto: LaPresse

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online