Seguici su

Oltre Cinquecerchi

Scacchi, Torneo dei Candidati 2022: Ian Nepomniachtchi, quasi fatta per il rematch con Magnus Carlsen. Tonfo Ding Liren con Radjabov

Pubblicato

il

Ian Nepomniachtchi contro Magnus Carlsen, atto secondo (forse): sembra che siamo molto vicini a questo esito finale. Il russo, che gioca sotto bandiera FIDE, approfitta di un enorme scivolone del cinese Ding Liren per consegnarsi due punti di vantaggio su tutti con ancora altrettanti turni da giocare, quelli di domenica e lunedì (domani c’è il giorno di riposo). In altre parole, solo la matematica lo separa da un nuovo match per il Campionato del Mondo: gli basta ottenere mezzo punto nelle prossime due partite per diventare lo sfidante ufficiale. Questo, naturalmente, in attesa di evoluzioni.

DING LIREN-TEIMOUR RADJABOV 0-1
A conti fatti, questa diventa quasi la pietra tombale sull’intero Torneo dei Candidati 2022 di Madrid. Scelta la Nimzo-Indiana Rubinstein (quella con 4. e3), il Bianco s’infila nella linea con il cambio di pedoni alla sesta mossa, seguita da 7. a3 che ogni tanto ad alto livello si fa vedere, soprattutto in tempi moderni. Radjabov sfodera la novità 8… Ca6, da cui scaturisce una posizione con parecchia aria per molti pezzi e nella quale il Nero ha forse qualche possibilità di essere preferito, dovendo scegliere. Avendo bisogno di un seguito aggressivo, che non gli è solito, Ding Liren tenta di attuare un piano piuttosto confuso, che lo porta al disastro tra la 16a e la 21a mossa. In particolare, il cinese non vede la micidiale risorsa tattica 21… Txe3 del Nero, la cui Torre non può essere ricatturata in virtù di orrende perdite di materiale future del Bianco. Appena cinque mosse dopo arriva l’abbandono.

IAN NEPOMNIACHTCHI-HIKARU NAKAMURA 0.5-0.5
Sette minuti, 14 mosse, tripla ripetizione di posizione, patta perché Nepomniachtchi non ha interesse a rischiare e Nakamura, come ammesso più tardi, non ci crede più. Inutile commentare.

Scacchi, Torneo dei Candidati 2022: il programma completo. Calendario e date, orari, tv

RICHARD RAPPORT-FABIANO CARUANA 0.5-0.5
Spagnola Berlinese, ma con seguito abbastanza poco noto, in pieno stile Rapport. Caruana s’adegua; l’ungherese prova la spinta h4-h5, un po’ rischiosa, ma che non scopre eccessivamente il fronte difensivo. Nonostante qualche iniziativa un pochino temeraria qui e là, i due non riescono a sorprendersi particolarmente nell’ingresso in un finale con pezzi pesanti, materiale pari e fondamentalmente patto anche quando l’italoamericano si procura un pedone in più (che, però, la Torre bianca può fermare facilmente). L’equa divisione del punto, in effetti, arriva dopo 52 mosse.

JAN-KRZYSZTOF DUDA-ALIREZA FIROUZJA 0.5-0.5
Si può dire tranquillamente che qui Duda la vittoria la butta via con le sue stesse mani. Si rientra in una Semi-Slava, variante Stoltz (popolare). Alla decima Duda opta per Ad3 e poi s’infila in una lunga continuazione forzata (anche per Firouzja) che sfocia in una Dubov-Shirov del 2013, seguita fino alla 22a mossa. Qui il Nero devia con g5, ed è un’azione non intelligente, perché perde un pedone. Firouzja, non contento, espone pesantemente il proprio lato di Re; Duda non vede la continuazione vincente, ma anche il francese non è da meno, dato che manca un (finto) attacco doppio di Cavallo che, ad ogni modo, avrebbe dato una mano. I due vanno in ristrettezze di tempo e, con la posizione ormai in cassaforte, tocca al polacco sbagliare Torre per attaccare prima e continuazione vincente poi; patta siglata alla quarantesima.

TORNEO DEI CANDIDATI: DODICESIMO TURNO

Rapport-Caruana 0.5-0.5
Ding Liren-Radjabov 0-1
Duda-Firouzja 0.5-0.5
Nepomniachtchi-Nakamura 0.5-0.5

CLASSIFICA

1 Nepomniachtchi 8.5
2 Ding Liren, Nakamura 6.5
4 Caruana, Radjabov 6
6 Rapport, Duda 5
8 Firouzja 4.5

TREDICESIMO TURNO

Domenica 3 luglio
Nepomniachtchi-Rapport
Nakamura-Duda
Firouzja-Ding Liren
Radjabov-Caruana

Foto: FIDE / Stev Bonhage