Seguici su

Atletica

Atletica, Mondiali 2022: sesta giornata. Catalin Tecuceanu vuole stupire negli 800

Pubblicato

il

Giornata interlocutoria per il Mondiale azzurro, la sesta della rassegna iridata di Eugene che assegna due titoli, quello del lancio del disco femminile e dei 3000 siepi femminili, senza azzurre al via.

La statunitense Valerie Allman è la netta favorita per diventare la prima statunitense a mettersi al collo l’oro del disco ma nelle ultime gare si è notata una netta crescita della croata Sandra Perkovic che quando conta c’è sempre. A caccia di un posto sul podio la tedesca Pudenz, l’olandese Van Klinken e la tedesca Craft, la cubana Yaimé Perez, campionessa in carica.

Nei 3000 siepi donne il Kenya l’ha fatta da padrone a più riprese e ci riproverà con la campionessa in carica Beatrice Chepkoech e Celliphine Chespol ma sempre dall’Africa arrivano le maggiori insidie per le keniane: dalle ex-keniane Norah Jeruto Tanui e Daisy Jepkemei (ora Kazakistan) e Winfred Yavi (Bahrain), all’olimpionica ugandese Peruth Chemutai, alle etiopi Abebe, Getachew e Alemayew (primatista del mondo under 18), . Attenzione anche alle statunitensi con Coburn (oro e argento nelle ultime due edizioni), Frerichs e Wayment.

I tifosi azzurri guarderanno con grande attenzione le batterie degli 800 con il debutto mondiale di Catalin Tecaceanu che potrebbe stupire andando a caccia sicuramente di un posto in semifinale e magari di qualcosa in più. Ayomide Folorunso ha bisogno di una vera magia per puntare alla finale dei 400 ostacoli ma la condizione c’è e potrebbe arrivare un grande risultato.

Senza azzurri ma con tanto da raccontare le qualificazioni del giavellotto femminile, dei 5000 femminili con tante campionesse in pista e le semifinali dei 400 maschili e femminili che decreteranno chi andrà a giocarsi le medaglie con la batteria statunitense agguerritissima e tanti altri pretendenti al podio.

Foto: Atleticamente/Fidal Veneto