Seguici su

Basket

Eurolega 2022: l’Olimpia Milano firma l’impresa! Vince una gara-2 incredibile e pareggia la serie con l’Efes

Pubblicato

il

Più forte della sfortuna, più forte degli infortuni, più forte di un momento dove tutto gira storto. L’Olimpia Milano realizza una vera e proprio impresa e vince gara-2 dei quarti di finale di Eurolega contro l’Efes. Finisce 73-66 per la squadra di Messina, che ha perso per infortunio nell’ultimo quarto anche Delaney e soprattutto Rodriguez (da capire le condizioni di entrambi), ma che si aggrappa ad un enorme Shavon Shields. La prossima settimana la serie va in Turchia, dove Milano cercherà di vincere almeno una partita per garantirsi il ritorno a casa.

Shavon Shields segna 21 punti, 18 nel solo secondo tempo e con anche le giocate decisive nel finale. Rodriguez firma 17 punti prima di arrendersi all’infortunio alla caviglia; mentre all’Efes non bastano i 19 punti di Shane Larkin e i 18 di Vasilije Micic.

Inizio di grande intensità e carattere, con lo scontro tra Shields e Micic che infiamma subito il Forum. Chi non si lascia certamente spaventare è Dunston, che firma un primo allungo turco (4-10), ma l’Olimpia guidata da Rodriguez pareggia i conti dopo il timeout. Il Chacho è scatenato e porta Milano sul +4 (19-15), facendo esplodere l’entusiasmo del pubblico milanese. Lo spagnolo chiude con 11 punti i primi dieci minuti e l’Olimpia è avanti 19-17.

Delaney comincia a guidare l’attacco milanese e finalmente l’americano si sblocca dall’arco. Dall’altra parte risponde subito Larkin, ma ci pensa anche Daniels ad iscriversi al festival delle triple (27-25). Larkin e Singleton costruiscono un parziale di 8-0 con i turchi che provano ad allungare (27-33). Milano sbaglia molto dalla lunetta, ma Tarczewski lancia un segnale importante in attacco e poi proprio sulla sirena arrivano i primi due punti di Shields. Parità all’intervallo (33-33).

Il canestro di fine quarto ha messo in partita Shields, che si scatena in apertura di terza frazione con nove punti consecutivi per il +7 milanese (42-35). E’ il momento dei campioni, da una parte Larkin e Micic, ma soprattutto dall’altra ancora Rodriguez, che mette la tripla del +9 (50-41). L’Efes si aggrappa alla sua stella serba ed accorcia sul -5 (53-48). Il finale di quarto è di marca turca, ma Milano si presenta avanti all’ultimo quarto di un punto (53-52).

La sfortuna si accanisce ancora una volta contro Milano, che in un attimo perde prima Delaney e poi Rodriguez. Sembra davvero finita per l’Olimpia, anche perchè Larkin mette tre liberi consecutivi e porta Efes sul +4 (59-63) a tre minuti dalla fine. E’ il momento, però, dove Milano tira fuori il cuore, aggrappandosi a Shavon Shields. Tripla di Bentil, poi di Larkin e poi Hall per il +1 che fa esplodere il Forum (67-66). Hines stoppa in maniera incredibile Micic e dall’altra parte ancora Shields completa il gioco da tre punti che chiude una gara-2 incredibile. Finisce 73-66 ed ora la serie si trasferisce ad Istanbul.

IL TABELLINO DELLA PARTITA

A|X ARMANI EXCHANGE MILANO – ANADOLU EFES ISTANBUL 73-66 (19-17, 14-16, 20-19, 20-14)

Milano: Grant, Rodriguez 17, Tarczewski 7, Ricci 3, Biligha, Hall 6, Delaney 3, Daniels 6, Shields 21, Alviti, Hines 5, Bentil 5

Efes: Larkin 19, Beaubois 2, Singleton 3, Bryant 7, Moerman 4, Tuncer, Pleiss 5, Micic 18, Anderson 2, Petrusev, Dunston 4, Simon 2

 

Credit Ciamillo