Seguici su

Live Sport

LIVE Olimpiadi Pechino 2022, 19 febbraio in DIRETTA: bronzo Lollobrigida, oro Germania nel bob, delirio Cina nell’artistico

Pubblicato

il

SEGUI LA DIRETTA SU OA SPORT CON UN SOLO CLICK

IL MEDAGLIERE DELLE OLIMPIADI DI PECHINO 2022 AGGIORNATO IN TEMPO REALE

PROGRAMMA OLIMPIADI INVERNALI 19 FEBBRAIO

Buongiorno e benvenuti alla diretta live testuale integrale delle Olimpiadi Invernali di Pechino 2022. Giorno 15, ma in Cina si è già alla diciottesima giornata di gare ai Giochi: oggi si assegneranno altri otto titoli e ci sarà spazio in tutte le gare per 23 azzurri tra bob, sci alpino, sci di fondo, speed skating e pattinaggio di figura.

OA Sport vi propone la diretta live testuale integrale delle Olimpiadi invernali di Pechino 2022: tutti i risultati delle gare di oggi, sabato 19 febbraio, in tempo reale, minuto per minuto, per non perdersi davvero nulla. Si inizia alle 02.30 ora italiana con la run 1 della finale dell’halfpipe maschile del freestyle.

Foto: LaPresse

Buongiorno e benvenuti alla diretta live testuale integrale delle Olimpiadi Invernali di Pechino 2022. Giorno 15, ma in Cina si è già alla diciottesima giornata di gare ai Giochi: oggi si assegneranno altri otto titoli e ci sarà spazio in tutte le gare per 23 azzurri tra bob, sci alpino, sci di fondo, speed skating e pattinaggio di figura. OA Sport vi propone la diretta live testuale integrale delle Olimpiadi invernali di Pechino 2022: tutti i risultati delle gare di oggi, sabato 19 febbraio, in tempo reale, minuto per minuto, per non perdersi davvero nulla. Si inizia alle 02.30 ora italiana con la run 1 della finale dell’halfpipe maschile del freestyle.

BOB – Tra circa 15′ scatterà la prima delle due manche di apertura della gara di bob a 4 valevole per i Giochi Olimpici invernali di Pechino 2022

BOB – L’obiettivo del tedesco Francesco Friedrich è quello di bissare il doppio oro che conquistò a Pechino. Nel Bob a 2 ha già ottenuto il primo posto e ora ci riprova nel Bob a 4, gara che lo vede grande favorito

BOB – L’oro nel bob a 2 e nel bob a 4 in due edizioni dei Giochi Olimpici consecutive è un bottino che nessuno nella storia è mai riuscito a conquistare

BOB – Sulla sua strada, Friedrich troverà una batteria di rivali più corposa rispetto alla prima prova: oltre ai compagni di squadra Christoph Hafer e Johannes Lochner, non mancheranno i canadesi Justin Kripps e Christopher Spring, senza dimenticare il lettone Oskars Kibermanis.

BOB – Italia 1 è formata da Patrick Baumgartner (27 dicembre 1994, GS Fiamme Azzurre), Lorenzo Bilotti (21 settembre 1994, GS Fiamme Oro), Eric Fantazzini (27 aprile 1996, CS Carabinieri) e Alex Verginer (3 ottobre 1994, CS Esercito) e ha conquistato la qualificazione a Pechino poche settimane prima dei giochi con il successo nel circuito europeo sulla mitica pista di St. Moritz. Al via ci sarà anche Italia 2 con Robert Gino Mircea (9 agosto 1999, Bob Club Cortina), José Delmas Obou (25 ottobre 1991, Bob Club Cristallo), Alex Pagnini (25 aprile 1994, Bob Club Cortina) e Mattia Variola (17 maggio 1995, GS Fiamme Azzurre). La riserva sarà Costantino Ughi (21 aprile 1991, CS Aeronautica Militare).

BOB – Sono 28 gli equipaggi: Baumgartner partirà per terzo, Variola partirà come ultimo. Friedrich partirà come quarto

BOB – Inizia la gara con il Brasile

BOB – Tempo di 59″49 per i brasiliani, ora in partenza l’equipaggio rumeno guidato da Tentea

BOB – Prova senza gravi errori da parte del rumeno Tentea che chiude con un vantaggio di 62 centesimi di vantaggio sui brasiliani. Ora l’azzurro Baumgartner

BOB – Prova tutt’altro che positiva per Baumgartner che si intraversa in un paio di curve e chiude a 49 centesimi dall’equipaggio rumeno. Secondo posto per gli azzurri. Al via il favorito numero 1, il tedesco Friedrich

BOB – Super tempo del tedesco Friedrich che va al comando con 58 centesimi di vantaggio! Qualche piccola sbavatura c’è stata, vediamo se basterà per restare in testa. Ora il canadese Kripps al via

SCI ALPINO – ATTENZIONE! A causa del vento la giuria ha deciso di posticipare la partenza della Team Event. Decisione alle 03.30 italiane per eventuale partenza alle 04.00 italiane.

BOB – Resta in scia il canadese Kripps che è secondo a 9 centesimi da Friedrich a conferma che il tedesco non è stato perfetto. Ora il tedesco Lochner

BOB – E’ nettamente davanti il tedesco Lochner. La prova di Friedrich non era stata perfetta, mentre il suo compagno di squadra ha commesso solo un piccolo errore dopo la spinta e va in testa con 16 centesimi di vantaggio. Ora il russo Gaitiukevich

BOB – Grande partenza per il russo Gaitiukevich che perde tanto nel finale e si inserisce al quarto posto a 41 centesimi da Lochner. Ora il britannico Hall

BOB – E’ quinto perdendo tanto da metà pista in giù il britannico Hall con un ritardo di 47 centesimi. Ora il lettone Kibermanis

BOB – Errore grave in uscita della curva 6 per il lettone Kibermanis che accumula un ritardo di 57 centesimi e compromette la sua gara, è sesto

BOB – Problemi in partenza per l’austriaco Maier che si intraversa alla seconda curva e accumula un ritardo pesante: 63 centesimi e settimo posto. Ora lo svizzero Vogt

BOB – Problemi in più di una curva per lo svizzero Vogt che chiude la sua prova con un ritardo di 1″10 ed è davanti di poco a Baumgartner, nono

BOB – I materiali dei tedeschi hanno qualcosa in più: nonostante diverse imprecisioni Hafer chiude al quinto posto con un ritardo di 47 centesimi

BOB – Perde tantissimo nella seconda parte della pista lo statunitense Chrch che è decimo a 78 centesimi da Lochner. Ora il russo Andrianov

BOB – Il russo Andrianov limita i danni nel finale e chiude con un ritardo di 69 centesimi, nono. Ora il canadese Spring

BOB – Ritardo di 92 centesimi per il canadese Spring che si inserisce al 12mo posto. Ora il terzo canadese Austin

BOB – Qualche errore di troppo per il canadese Austin che accumula un ritardo di 1″54 ed è 16mo, ultimo. Ora lo statunitense Delduca

BOB – Perde tanto nel finale lo statunitense Delduca che è 14mo a 1″13 dalla testa. Ora il francese Heinrich

BOB – Resta davanti a Baumgartner il francese Heinrich che è 15mo a 1″16 dalla testa. Ora lo svizzero Friedli

BOB – Ritardo pesante per lo svizzero Friedli che è dietro agli azzurri con un ritardo di 1″58, 19mo. Ora il coreano Won

BOB – Dietro ad Italia1 anche il coreano Won che è 17mo a 1″32 dalla testa. Ora il ceco Dvorak

FREESTYLE – Dopo la run 1 della finale dell’halfpipe maschile è in testa il neozelandese Nico Porteous con 93.00.

BOB – Errore grave nella parte centrale del ceco Dvorak che accumula un ritardo di 1″58 ed è ultimo, 20mo a pari con Friedli. Ora l’austriaco Treichl

BOB – Ritardo di 1″40 per l’austriaco Treichl che si inserisce in 19ma piazza. Ora l’olandese De Bruin

BOB – L’olandese De Bruin è 23mo, ultimo, con un ritardo di 1″72. Ora il coreano Suk

BOB – Chiude a 1″61 dalla testa il coreano Su che si inserisce in 23ma posizione. Ora il cinese Sun

BOB – Buona la prova del cinese Sun che si piazza subito alle spalle di Baumgartner, 17mo a 1″25 dalla testa. Ora il giamaicano Stephens che suscita sempre una certa curiosità

BOB – I giamaicani con Stephens alla guida accumulano un ritardo di 2″67 ed è 26mo. Ora il cinese Li

FREESTYLE – Dopo la run 2 della finale dell’halfpipe maschile è in testa il neozelandese Nico Porteous con 93.00. Ora la run 3 che assegna le medaglie.

BOB – Buona prestazione per il cinese Li che riesce a sopravanzare Baumgartner ed è 16mo a 1″18 dalla testa. Ora l’azzurro Variola

FREESTYLE – Dopo la run 2 della finale dell’halfpipe maschile è in testa il neozelandese Nico Porteous con 93.00. Ora la run 3 che assegna le medaglie.

BOB – Si chiude la prima manche con la doppietta tedesca davanti ma in testa a sorpresa c’è Lochner con 16 centesimi di vantaggio sul favorite Friedrich, terzo il canadese Kripps, poi il russo Gaitiukevich e Hall e Hafer a 47 centesimi. Per l’Italia Baumgartner 17mo a 1″23, Variola 27mo a 2″12

Questa la classifica dopo la prima manche:

1 GER LOCHNER Johannes 58.13 0.00
2 GER FRIEDRICH Francesco 58.29 +0.16
3 CAN KRIPPS Justin 58.38 +0.25
4 ROC GAITIUKEVICH Rostislav 58.54 +0.41
5 GBR HALL Brad 58.60 +0.47
5 GER HAFER Christoph 58.60 +0.47
7 LAT KIBERMANIS Oskars 58.70 +0.57
8 AUT MAIER Benjamin 58.76 +0.63
9 ROC ANDRIANOV Maxim 58.82 +0.69
10 ROU TENTEA Mihai Cristian 58.87 +0.74
11 USA CHURCH Hunter 58.91 +0.78
12 CAN SPRING Christopher 59.10 +0.97
13 SUI VOGT Michael 59.23 +1.10
14 USA DELDUCA Frank 59.26 +1.13
15 FRA HEINRICH Romain 59.29 +1.16
16 CHN LI Chunjian 59.31 +1.18
17 ITA BAUMGARTNER Patrick 59.36 +1.23
18 CHN SUN Kaizhi 59.38 +1.25
19 KOR WON Yunjong 59.45 +1.32
20 BRA BINDILATTI Edson Luques 59.49 +1.36
21 AUT TREICHL Markus 59.53 +1.40
22 CAN AUSTIN Taylor 59.67 +1.54
23 CZE DVORAK Dominik 59.71 +1.58
23 SUI FRIEDLI Simon 59.71 +1.58
25 KOR SUK Youngjin 59.74 +1.61
26 NED de BRUIN Ivo 59.85 +1.72
27 ITA VARIOLA Mattia 1:00.25 +2.12
28 JAM STEPHENS Shanwayne 1:00.80 +2.67

SCI ALPINO – Il Team Event è stato spostato nuovamente, questa volta alle 5.00. Prossima decisione alle 4.30. C’è il rischio che possa venire cancellato definitivamente e non disputato.

BOB – Tra pochi minuti andrà in scena la seconda manche della gara olimpica di Bob a 4

BOB – Battaglia per il primo posto tra i due equipaggi tedeschi: Lochner è primo con 16 centesimi di vantaggio su un Friedrich non perfetto nella guida nella prima manche

BOB – Il primo equipaggio a scendere in pista sarà quello brasiliano guidato da Bindilatti

FREESTYLE – Nella finale dell’halfpipe maschile oro al neozelandese Nico Porteous con 93.00 davanti agli statunitensi David Wise, argento con 90.75, ed Alex Ferreira, bronzo con 86.75. Non c’erano azzurri in gara.

BOB – Qualche errore per il brasiliano Bindilatti che chiude con un tempo complessivo di 1’59″09

BOB – Gara di rincorsa per il coreano Won che proprio nel finale riesce a superare i brasiliani per 4 centesimi e va al comando. Ora il cinese Sun

BOB – Riesce a mantenere 2 centesimi di vantaggio il cinese Sun nonostante qualche errore soprattutto nella seconda parte. Ora tocca all’azzurro  Baumgartner

BOB – Si gioca tutto sul filo dei centesimi, gli azzurri non sono perfetti nel finale e sono in ritardo di 5 centesimi. Terzo posto provvisorio per Baumgartner ma la battaglia proseguirà nelle prossime due manche. Ora il cinese Li

BOB – Bene l’equipaggio cinese guidato da Li che mantiene la prima posizione con un vantaggio di 17 centesimi sui compagni di squadra. Sfruttano al meglio la conoscenza della pista i padroni di casa. Ora il francese Heinrich

BOB – Resta al comando ma perde tantissimo nel finale il francese Heinrich che mantiene 4 centesimi di vantaggio sui cinesi. Ora lo statunitense Delduca

BOB – Parte male lo statunitense Delduca che poi recupera tanto nel finale e chiude con lo stesso tempo dei francesi e resta in testa. Ora lo svizzero Vogt

BOB – Non pulitissima la guida dello svizzero Vogt ma molto efficace: gli elvetici sono i primi a fare meglio rispetto alla prima manche e sono primi con 37 centesimi di vantaggio sulla coppia in vetta fino a un minuto fa. Ora il canadese Spring

BOB – Perde tanto nel finale il canadese Spring ma mantiene 2 centesimi di vantaggio sugli svizzeri. Ora lo statunitense Church

BOB – Errore grave nella parte centrale della pista per lo statunitense Church che si intraversa e perde tanto tempo: è terzo a 18 centesimi da Spring. Ora il rumeno Tentea

BOB – Mantiene un solo centesimo di vantaggio il rumeno Tentea su Spring e va dunque al comando. Ora il russo Andrianov

BOB – Buona prova del russo Andrianov che porta a 3 i decimi di vantaggio su Tentea. Ora l’austriaco Maier

BOB – Diverse imprecisioni per l’austriaco Maier che si mette alle spalle del russo Andrianov con un decimo di ritardo. E’ secondo. Ora inizia la battaglia per il podio con il lettone Kibermans, deludente nella prima manche

BOB – Molto meglio in questa seconda manche il lettone Kibermanis che prova la rimonta e va al comando con un vantaggio di ben 56 centesimi. Potrebbe arrivare una rimonta importante. Ora il tedesco Hafer, quinto nella prima manche

SCI ALPINO – Cancellato il Team Event a causa del forte vento. Più tardi la giuria deciderà se recuperarlo domani o se il titolo non verrà assegnato.

BOB – Mantiene un solo centesimo di vantaggio su Kibermanis il tedesco Hafer che resta in testa, perdendo 9 centesimi rispetto ai lettoni. Ora il britannico Hall, quinto dopo la prima manche

BOB – Perde progressivamente il britannico Hall che si inserisce in terza posizione a 14 centesimi dal tedesco Hafer. Ora il russo Gaitiukevich, quarto al termine della prima manche

BOB – Qualche errore per il russo Gaitiukevich che perde tantissimo rispetto agli equipaggi che lo hanno preceduto e scende al quarto posto a 24 centesimi da Hafer

BOB – Si assottiglia il vantaggio del canadese Kripps nei confronti del tedesco Hafer: sono 17 ora i centesimi di vantaggio per l’equipaggio nordamericano che va in testa. Tocca ora al tedesco Friedrich

BOB – Non sbaglia stavolta il tedesco Friedrich che parte fortissimo e guadagna progressivamente chiudendo con 38 centesimi di vantaggio sui canadesi. Ora Lochner

BOB – E’ dietro l’equipaggio tedesco di Lochner che dissipa il vantaggio conquistato nella prima manche ma resta in scia dei compagni, chiudendo a 3 centesimi. Buona comunque la prova dell’equipaggio tedesco. Ora l’austriaco Treichl, 21mo dopo la prima manche

BOB – Ritardo pesante per l’austriaco Triechl che chiude 21mo a 2″60. Ora il canadese Austin

BOB – Guadagna una posizione il canadese Austin che è 21mo a 2″48 dalla testa. Ora Dvorak

BOB – Corre un grosso rischio il ceco Dvorak che nel finale si intraversa e chiude con un ritardo di 2″51, 22mo e penultimo. Ora lo svizzero Friedli

BOB – Lo svizzero Friedli chiude la sua prova all’ultimo posto con un ritardo di 2″72, Ora il coreano Suk

BOB – Ultimo posto provvisorio per il coreano Suk a 3″05 dalla testa. Ora l’olandese De Bruin

BOB – Recupera una posizione l’olandese De Bruin che è penultimo con 2″92 di ritardo dalla vetta. Ora l’azzurro Variola

BOB – Non riesce a rimontare posizioni l’azzurro Variola che accumula un ritardo di 3″58 nelle prime due manche a al momento è ultimo. Ora il giamaicano Stephens

BOB – Qualche rischio per i giamaicani che chiudono ultimi con un ritardo di 5″19

BOB – Ha perso due posizioni l’azzurro Baumgartner nella seconda manche, chiudendo al 19mo posto, dopo il 17mo della prima run. Penultimo e 27mo l’altro equipaggio italiano guidato da Variola

BOB –

Questa la classifica dopo le prime due manche:

1 GER FRIEDRICH Francesco 1:57.00 0.00
2 GER LOCHNER Johannes 1:57.03 +0.03
3 CAN KRIPPS Justin 1:57.38 +0.38
4 GER HAFER Christoph 1:57.55 +0.55
5 LAT KIBERMANIS Oskars 1:57.56 +0.56
6 GBR HALL Brad 1:57.69 +0.69
7 ROC GAITIUKEVICH Rostislav 1:57.78 +0.78
8 ROC ANDRIANOV Maxim 1:58.12 +1.12
9 AUT MAIER Benjamin 1:58.22 +1.22
10 ROU TENTEA Mihai Cristian 1:58.42 +1.42
11 CAN SPRING Christopher 1:58.43 +1.43
12 SUI VOGT Michael 1:58.45 +1.45
13 USA CHURCH Hunter 1:58.61 +1.61
14 USA DELDUCA Frank 1:58.82 +1.82
14 FRA HEINRICH Romain 1:58.82 +1.82
16 CHN LI Chunjian 1:58.86 +1.86
17 CHN SUN Kaizhi 1:59.03 +2.03
18 KOR WON Yunjong 1:59.05 +2.05
19 ITA BAUMGARTNER Patrick 1:59.08 +2.08
20 BRA BINDILATTI Edson Luques 1:59.09 +2.09
21 CAN AUSTIN Taylor 1:59.48 +2.48
22 CZE DVORAK Dominik 1:59.51 +2.51
23 AUT TREICHL Markus 1:59.60 +2.60
24 SUI FRIEDLI Simon 1:59.72 +2.72
25 NED de BRUIN Ivo 1:59.92 +2.92
26 KOR SUK Youngjin 2:00.05 +3.05
27 ITA VARIOLA Mattia 2:00.58 +3.58
28 JAM STEPHENS Shanwayne 2:02.19 +5.19

Appuntamento alle 7.00 per la 50 km di sci di fondo. Poi dalle 8.00 le semifinali delle mass start di speed skating con Francesca Lollobrigida, Michele Malfatti e Andrea Giovannini.

SCI ALPINO – Il Team Event, cancellato oggi per il troppo vento, verrà recuperato domani alle 9.00 locali, le 2.00 in Italia.

SCI DI FONDO – Sta succedendo di tutto oggi a Pechino. A causa del fortissimo vento e con la motivazione di tutelare la salute degli atleti, la giuria ha deciso di accorciare la 50 km tl a 30 km! La partenza inoltre è stata spostata dalle 7.00 alle 8.00.

Sci alpino, il Team Event cancellato per il forte vento. Verrà recuperato domani

Sci di fondo, incredibile alle Olimpiadi: 50 km accorciata! Cambia anche l’orario di partenza

Sofia Goggia: “Il tapiro datelo a Ninna Quario, non a me. Devo tanto a Federica Brignone”

Sci alpino, nuovo programma Team Event: orario, tv, streaming. La data del recupero

CURLING – Alle 7.50 comincerà la finale del torneo maschile tra Svezia e Gran Bretagna.

CURLING – Niklas Edin (Svezia) contro Bruce Mouat (Gran Bretagna). Si preannuncia una sfida fra titani con in palio quello che sarebbe per entrambi il primo oro olimpico della carriera.

CURLING – Il fenomenale skip svedese classe 1985 vanta in bacheca la bellezza di cinque titoli mondiali (gli ultimi tre consecutivi post-Pyeongchang) e sette europei, ma ai Giochi si è dovuto accontentare di un bronzo a Sochi 2014 e di un argento in Corea nel 2018.

CURLING – Mouat, 27 anni, ha invece regalato alla Scozia due titoli europei (l’ultimo nel 2021 battendo in finale proprio la Svezia) e due podi mondiali, oltre ad una medaglia d’oro iridata in doppio misto nel 2021 in coppia con Jennifer Dodds.

CURLING – Edin vs Mouat è diventata ormai una grande classica del curling maschile internazionale visto che questa sfida è stata la finale dei Mondiali 2021 (vinti dagli scandinavi) e degli ultimi Europei (vinti dagli scozzesi).

SCI DI FONDO – Fra 20′ circa il via della 30 km a tecnica libera maschile che sostituisce la 50 km che si sarebbe dovuta disputare a partire dalle 7.00. Il rinvio è stato dovuto al fortissimo vento

CURLING – I britannici hanno chiuso in prima posizione il round robin (8 vinte e 1 persa) davanti agli svedesi (7/2), di conseguenza avranno il vantaggio dell’ultimo stone in occasione del primo end di questa Finale.

CURLING – In semifinale la Svezia ha regolato il Canada per 5-3, mentre la Gran Bretagna si è imposta per 8-4 sui campioni olimpici in carica degli Stati Uniti.

SPEED SKATING – Ultima giornata di gare di questa disciplina in questi Giochi Invernali: il programma prevede le due mass start (maschile e femminile)

SCI DI FONDO – E’ ancora Russia contro Norvegia e cambia poco da 50 a 30 km. Klaebo, Bolshunov: questi i grandi e principali protagonisti annunciati, anche se Yakimushkin, Krueger, Roethe e diversi altri sono pronti.

SPEED SKATING – Il programma prenderà il via dalle 08.00 italiane con le semifinali maschili e a seguire quelle femminili.

SPEED SKATING – L’Italia schiererà nella mass start maschile Andrea Giovannini e Michele Malfatti; nella mass start femminile Francesca Lollobrigida.

CURLING – Svezia che va a caccia del primo oro olimpico della sua storia nel curling maschile (dopo due argenti e un bronzo), mentre la Gran Bretagna ha già trionfato nella prima edizione di Chamonix nel 1924 per poi ottenere anche un argento a Sochi 2014.

SPEED SKATING – Lollobrigida, che ha cominciato questi Giochi in maniera eccezionale con l’argento dei 3000 metri, si esibirà nella sua specialità principale che in stagione le ha regalato piazzamenti di un certo rilievo e soprattutto la vittoria nella tappa di Coppa del Mondo a Calgary (Canada).

CURLING – Ormai ci siamo: si comincia!!! Primo tiro a disposizione per il Team Edin.

SPEED SKATING – Non sarà semplice per Francesca Lollobrigida che si troverà a dover gestire una condizione tattica molto difficile. L’azzurra sarà l’unica rappresentante del Bel Paese al cospetto di rappresentative con due atlete al via.

SPEED SKATING – Dovrà agire anche di furbizia la “Lollo” per arrivare nello sprint finale nelle condizioni di giocarsi le medaglie e quindi chiudere nel modo migliore quella rassegna olimpica.

SPEED SKATING – Sul versante maschile, si spera nel colpo di coda di Andrea Giovannini, terzo nella classifica di Coppa del Mondo, anche se la condizione messa in mostra in queste Olimpiadi non ha rubato l’occhio. Per Michele Malfatti, invece, una prova da affrontare senza particolari obiettivi.

SCI DI FONDO – Sarà anche l’occasione per rendere omaggio ad un atleta che affronta la sua ultima gara olimpica: lo svizzero Dario Cologna che ha davvero segnato l’epoca recente del fondo

SPEED SKATING – Si comincerà alle 08.00 italiane con la prima semifinale maschile che vedrà scendere in pista Michele Malfatti

SPEED SKATING – Ricordiamo che i primi 8 di ciascuna semifinale si qualifica per l’atto conclusivo.

CURLING – Svezia che vuole chiudere il centro con una guardia frontale, in modo da rendere il più difficile possibile l’ultimo tiro di Mouat.

SCI DI FONDO – Per l’Italia due sono i protagonisti: Giandomenico Salvadori e Paolo Ventura, in una gara nella quale le speranze di medaglia per la squadra azzurra sono praticamente nulle.

SCI DI FONDO – Vento a 15 km/h sulla pista cinese, temperatura di -15°. Situazione meteo davvero al limite e dunque gara che potrebbe riservare grosse sorprese

CURLING – Lammie boccia la guardia frontale svedese e prova a liberare la parte centrale della casa, ma adesso Wranaa potrà attaccare.

SPEED SKATING – Michele Malfatti dovrà rientrare nel novero della top-8 per staccare il biglietto per la Finale.

CURLING – Due buoni take-out del second britannico Lammie, anche se non sarà semplice andare a caccia dei due punti in questo end.

SPEED SKATING – In questa prima semifinale Malfatti dovrà badare soprattutto al belga Bart Swings, tra i favoriti della vigilia, nonché a coreano Jaewon Chung. Attenzione e curiosità sulla presenza in questa semifinale dell’olandese Sven Kramer.

SCI DI FONDO – Atleti in zona partenza

CURLING – Entrano in azione i third: ottimo tiro per il britannico Hardie, adesso ci sono due stone gialle (Team GB) nella casa che devono preoccupare Edin e compagni.

SPEED SKATING – PARTITI! Via alla prima semifinale della mass start maschile con Michele Malfatti!

SCI DI FONDO – Partita la 30 km mass start a tecnica libera

CURLING – Tocca agli skip! Ultimi due tiri a disposizione per entrambe le squadre. Gran Bretagna adesso con un solo punto, ma con la chance di poter provare a trovarne un secondo.

CURLING – Ottimo take-out di Edin al primo tiro della sua Finale. La Svezia può costringere i britannici a marcare un solo punto.

SPEED SKATING – Attenzione ci prova Silovs che cerca un’azione, con Malfatti che cerca di seguire il lettone. Ci si appresta al primo traguardo volante. Bravo Swings subito però a tamponare. Silovs (3 punti), Swings (2 punti) e Chung (1 punto).

SCI DI FONDO – Gruppo compatto dopo il primo km: Krueger, Holund, Spitsov, Yakimushkin, Maltsev a fare l’andatura. Azzurri, Klaebo e Bolshunov nella pancia del gruppo

CURLING – Che giocata di Edin!!! Hit and roll perfetto, adesso Mouat deve andare a punto con un draw non così banale.

SPEED SKATING – PARTE KRAMER! L’olandese cerca un’azione in solitaria. Il neerlandese ottiene 3 punti, mentre Malfatti ne ottiene uno in questo sprint. Morozov, il kazako, con due.

CURLING – Mouat non sbaglia l’ultimo tiro e piazza la sua stone esattamente in mezzo alla casa, regalando alla Gran Bretagna l’1-0 dopo la prima mano.

CURLING – Comincia il secondo end, con la Svezia che avrà a disposizione l’ultimo tiro.

SPEED SKATING – Il giapponese Ichinoe in questo nuovo traguardo volante ottiene 3 punti, Swings attentissimo con 2 al seguito. Malfatti rifiata.

CURLING – Livello di gioco stellare fino a questo momento, anche da parte dei first McMillan e Sundgren.

SCI DI FONDO – Holund prova a prendere qualche metro in salita al km 2.6, dietro a 4″ Krueger, Klaebo, Bolshunov, Maltsev, Spitsov

SPEED SKATING – Niente fare per Malfatti che nell’ultimo sprint non ha le energie per giocarsi la qualificazione. Vince il norvegese Ulekleiv davanti a Swings e al cinese Ning. Oltre ai tre citati, passano il turno, Chung, Aldoshkin, Gelinas-Beaulieu, Kramer e Ichinohe.

CURLING – Lammie non sbaglia nulla con i take-out, ma Wranaa risponde presente e mette la Svezia nelle condizioni di poter fare due punti.

CURLING – Primo vero errore della Finale: Lammie boccia una delle due stone svedesi presenti in casa ma non riesce a rimanere con la battente.

SPEED SKATING – Adesso è il turno di Andrea Giovannini che dovrà condurre una gara accorta per avere energie nello sprint finale. L’azzurro dovrà guardarsi dal russo Zakharov e dal coreano Lee.

CURLING – Arriva il momento degli skip in questo secondo end: Svezia in ottima posizione (con due stone nella casa) per mettere a segno due punti.

SCI DI FONDO – Gruppo compatto ma allungato in salita, provano a prendere l’iniziativa i russi

SPEED SKATING – VIA ALLA SECONDA SEMIFINALE DELLA MASS START MASCHILE!

SCI DI FONDO – Caduta per Ventura in fondo al gruppo di testa ma l’azzurro si rialza e non perde terreno

CURLING – Mouat deve inventarsi una magia per evitare i due punti svedesi con il suo ultimo tiro.

SPEED SKATING – Attenzione all’azione del giapponese Tsuchiya che cerca punti al primo sprint, seguito dal canadese Belchos. Non risponde il gruppo.

SCI DI FONDO – Al km 5.9 è Maltsev a fare l’andatura poi Manificat, Furger, Klaebo, Roethe, Yakimushkin, Poromaa

SPEED SKATING – Ecco il primo arrivo volante con il giapponese Tsuchiya che si impone davanti a Belchos e al neozelandese Michael. Ora vediamo se ci sarà la reazione del gruppo.

CURLING – Niente da fare, Mouat non riesce a nascondere la sua stone gialla dopo la bocciata. Edin adesso ha un ultimo tiro abbastanza semplice per ottenere due punti.

CURLING – Svezia avanti 2-1 dopo due end! Nella terza mano sarà però la Gran Bretagna ad avere il martello.

SPEED SKATING – Attenzione! Si ritira il russo Zakharov tra i favoriti della vigilia probabilmente per un caduta, mentre Belchois e Tsuchiya conquistano altri punti. Ora vedremo se il gruppo si attiverà nell’ultimo sprint con Giovannini.

SCI DI FONDO – Al primo passaggio allo stadio, al km 7.1 con Krueger davanti, gruppo compatto con Boplshunov, Parisse, Lapierre, Yakimushkin, Klaebo, Spitsov, Poromaa. Salvadori e Ventura nel gruppo di testa che è composto da 40 atleti

SPEED SKATING – Belchois e Tsuchiya hanno un vantaggio importante che potrebbe portare al giro completo e per questo le prime due posizioni sarebbero già prenotate. Ne restano sei per il pass in Finale.

CURLING – Ricordiamo che la Svezia gioca con le stone rosse, mentre la Gran Bretagna usa i sassi gialli.

SCI DI FONDO – Al km 8.1 Maltsev, Krueger, Klaebo, Manificat, Furger, Burman, Cologna, Poromaa. Si alzano i ritmi in salita, Salvadori tiene bene

CURLING – Entrambe le formazioni stanno optando per un gioco centrale, dietro ad una guardia frontale posizionata ad inizio end.

SPEED SKATING – UN GRANDE ANDREA GIOVANNINI! Bravissimo l’azzurro a mettersi in scia al coreano Lee e i due alla fine della fiera hanno permesso al gruppo di riprendere i fuggitivi Belchois e Tsuchiya, esausti nell’ultimo giro. L’azzurro allo sprint ha vinto la seconda semifinale.

CURLING – Mancano ancora cinque tiri (per ciascuna squadra), ma la Gran Bretagna ha due stone nella casa e può provare a costruire una mano da due punti.

SPEED SKATING – Giovannini, Lee, Wenger, Odor, Belchois, Tsuchiya, Mantia e Bergsma i qualificati per la Finale. Sarà un atto conclusivo a cui non prenderà parte il russo Zakharov, caduto nel corso della fase centrale.

CURLING – Wranaa ha provato un doppio take-out, riuscendo però solo a muovere la seconda stone avversaria. Gran Bretagna che può ancora provare a farne due.

SCI DI FONDO – Al passaggio al km 9.7 Manificat, Cologna, Musgrave, Parisse, Furger, Maltsev, Krueger, Spitsov. Sia Klaebo che Bolshunov nella pancia del gruppo come Salvadori. Ventura a 25″

SPEED SKATING – Alle 08.45 cominceranno le semifinali della mass start donne.

SCI DI FONDO – Poco più di 20 gli atleti che compongono il gruppo di testa

CURLING – Eriksson si inventa un gran tiro e cambia l’inerzia del terzo end. Team GB che comunque si nasconde bene dietro alla guardia centrale e può ancora costruire gioco.

SCI DI FONDO – Si assottiglia ulteriormente il gruppo di testa e purtroppo Salvadori non ne fa più parte

CURLING – Tante stone nella casa prima degli skip. Può essere un momento importante della Finale.

SPEED SKATING – Attenzione c’è una revisione dell’ultima semifinale della mass start maschile in corso. Vediamo il tecnico russo che evidentemente sostiene che Zakharov sia stato spinto e fatto cadere.

SCI DI FONDO – Attenzione perchè Krueger e Klaebo sono in fondo al gruppo e sembrano non essere brillantissimi

SCI DI FONDO – Al km 27.2 Bolshunov, Krueger, Yakimushkin davanti, Maltsev e Roethe a 5″

CURLING – In corso una pausa di qualche minuto prima del sesto end della Finale.

SPEED SKATING – BRAVISSIMA FRANCESCA LOLLOBRIGIDA! Sprint finale molto concitato, con la caduta della giapponese Nana Takagi e l’azzurra vince la heat davanti alla coreana Kim e alla cinese Guo.

SCI DI FONDO – Prova ad andarsene Bolshunov! Faticano gli altri due a tenere il ritmo

SCI DI FONDO – Nell’ultima salita Bolshunov ha un vantaggio di qualche metro, dietro Yakimushkin e Krueger si giocano l’argento

SCI DI FONDO – VINCE BOLSHUNOV! SECONDA DOPPIETTA RUSSA CON YAKIMUSHKIN ARGENTO, BRONZO PER IL NORVEGESE KRUEGER

CURLING – Si riparte!!! Svezia in vantaggio 3-2 e con il martello nel sesto end.

SPEED SKATING – E dunque le qualificate in Finale di questa seconda semifinale della mass start sono Lollobrigida, Kim, Guo, Schouten, Bosiek, Birkeland, Maltais e Morozova.

SCI DI FONDO – A completare la top 10 il russo Maltsev quarto, il norvegese Roethe quinto, il russo Spitsov sesto, il francese Parisse settimo, lo statunitense Patterson ottavo, lo svedese Poromaa nono e il francese Manificat decimo

CURLING – Gran Bretagna che chiude il centro con due guardie frontali. La Svezia non ne approfitta appieno, lasciando leggermente scoperta una stone rossa a punto.

SCI DI FONDO – Buon diciottesimo posto per il primo degli azzurri, Giandomenico Salvadori che chiude a 3’16” dalla testa

SPEED SKATING – Appuntamento dunque alle 9.30 per la Finale della mass start maschile e alle 10.00 per quella femminile.

SCI DI FONDO – Chiude al 32mo posto a 4’32” dalla testa il secondo degli azzurri, Paolo Ventura

SPEED SKATING – Giovannini e Lollobrigida dunque in Finale nella mass start cercheranno di giocarsi le loro carte per le medaglie nelle due mass start maschile e femminile.

CURLING – Due stone svedesi a punto in questo momento, quando mancano ancora cinque tiri per squadra.

SCI DI FONDO – Si conclude come si era aperto, il programma dello sci di fondo maschile a Pechino 2022 con una doppietta norvegese come nella Skiathlon: oro a Bolshunov, argento a Yakimushkin, bronzo al norvegese Krueger che è arrivato a Pechino cinque giorni fa dopo lo stop per il Covid

CURLING – Ancora Wranaa!!! Take-out perfetto che mette fuori gioco tutte le stone presenti in casa e la guardia frontale britannica! Svezia che va nuovamente verso una mano nulla.

CURLING – Non ci sono più sviluppi per Mouat in questo sesto end. Edin e compagni bocciano sistematicamente la stone britannica per avere la mano nulla grazie all’ultimo tiro.

SPEED SKATING – Alle 9.30 la finale maschile della mass start, alle 10.00 quella femminile.

CURLING – Mano nulla anche nel sesto end. Svezia che resta quindi in vantaggio 3-2 e con il martello per la prossima mano.

CURLING – Comincia il settimo end, con la Svezia che avrà nuovamente a disposizione l’ultimo tiro. Mouat deve costringere Edin a marcare un solo punto per poter poi andare all’attacco con il martello.

SPEED SKATING –

I finalisti della mass start maschile:

1
NOR
ULEKLEIV Kristian
2
ITA
GIOVANNINI Andrea
3
BEL
SWINGS Bart
4
KOR
LEE Seung Hoon
5
CHN
NING Zhongyan
6
SUI
WENGER Livio
7
KOR
CHUNG Jae Won
8
AUT
ODOR Gabriel
9
ROC
ALDOSHKIN Daniil
10
CAN
BELCHOS Jordan
11
CAN
GELINAS-BEAULIEU Antoine
12
JPN
TSUCHIYA Ryosuke
13
NED
KRAMER Sven
14
USA
MANTIA Joey
15
JPN
ICHINOHE Seitaro
16
NED
BERGSMA Jorrit

CURLING – Primo errore del match per il first svedese, che piazza un punto troppo lungo sotto al bottom. Gran Bretagna che può costruire qualcosa al centro dietro ad una doppia guardia.

CURLING – Situazione molto delicata per Mouat. Quasi sicuramente non ci sarà mano nulla, ma c’è il rischio di subire un paio di punti.

SPEED SKATING – Corea, Giappone, Olanda e Canada hanno due uomini a disposizione, un vantaggio non da poco. Il favorito d’obbligo è però il belga Bart Swings.

SPEED SKATING – Iniziata la finale della mass start maschile. Ricordiamo che gli sprint intermedi non contano nulla: assegnano punti importanti solo per la quarta posizione in più…

CURLING – A metà end ci sono ben quattro sassi svedesi in casa, mentre quelli britannici sono tutti sopra la casa per coprire il centro.

SPEED SKATING – Attacca l’austriaco Odor, Swings si muove in prima persona per andare a chiudere. Giovannini fa bene a rimanere a centro gruppo.

CURLING – Piccolo spiraglio per la Gran Bretagna adesso, a tre tiri dalla fine della mano. End potenzialmente decisivo per la medaglia d’oro…

SPEED SKATING – Al primo sprint Ichinoe davanti a Odor e Kramer.

SPEED SKATING – ATTACCANO KRAMER E ODOR! Swings va a chiudere, ma il belga sta spendendo tantissimo…

CURLING – Draw perfetto di Hardie!!! Svezia adesso in difficoltà!! Il punto britannico è perfettamente nel bottom ed è coperto da tre guardie frontali.

SPEED SKATING – Il secondo sprint va al giapponese Tsuchiya. 8 giri alla fine, fase di tatticismo ora.

SPEED SKATING – ATTACCO SECCO DI KRAMER! Odor lo segue, ancora una volta Swings si incarica di ricucire. Giovannini non sta spendendo nulla.

CURLING – Entrano in azione gli skip: il punto attualmente è britannico, ma ci sono ben quattro stone svedesi nella casa… Ricordiamo che sarà proprio Edin a tirare l’ultimo sasso della mano.

SPEED SKATING – Allungo del giapponese Tsuchiya, che si porta dietro Bergsma: giapponese e olandese transitano davanti al terzo sprint, Swings ancora una volta va a chiudere. 4 giri alla fine!

SPEED SKATING – Due giri alla fine, Giovannini prova a risalire. Ultimo giro!

CURLING – Mouat piazza un’altra guardia frontale molto alta per difendere il punto. Potrebbe anche finire il match, se Edin dovesse riuscire a portare fuori dalla casa in qualche modo la stone gialla.

SPEED SKATING – Oro meritatissimo per Swings, ha dominato. Ha chiuso su tutti gli attacchi e poi in volata non ha dato scampo agli avversari. Giovannini mai in corsa per il podio, peccato.

SPEED SKATING – Doppia medaglia per la Corea del Sud: argento a Chung, bronzo a Lee. Giovannini ha tagliato il traguardo in settima posizione, ma sarà più indietro nella classifica finale non avendo raccolto punti agli sprint intermedi. Anonima la gara dell’azzurro: è rimasto sempre al coperto, poi nel finale non ha avuto la forza per sprintare con i migliori.

CURLING – Edin sposta una guardia, ma la situazione non cambia. Mouat infatti copre nuovamente il centro e lascia un ultimo tiro quasi impossibile allo skip svedese…

SPEED SKATING – Andrea Giovannini conclude 11° nella classifica finale. Per lui Olimpiade da dimenticare.

CURLING – Gli svedesi stanno progettando un tiro pazzesco, che potrebbe valere la medaglia d’oro con tre end di anticipo…

CURLING – Niente da fare, mano rubata della Gran Bretagna!! 3-3 dopo sette end, ma sarà sempre la Svezia ad avere l’ultimo tiro nella prossima mano.

SPEED SKATING – Il Belgio ha vinto la sua seconda medaglia d’oro nella storia alle Olimpiadi Invernali. L’unica prima di oggi risaliva al 1948, quando Micheline Lannoy e Pierre Baugniet trionfarono tra le coppie di artistico di pattinaggio.

CURLING – Gran Bretagna in grande spolvero in questa fase. Sundgren risponde e apre il centro, spostando la guardia centrale britannica.

CURLING – Gran Bretagna in grande spolvero in questa fase. Sundgren risponde e apre il centro, spostando la guardia centrale britannica.

SPEED SKATING –

La startlist della finale femminile:

1
CAN
BLONDIN Ivanie
2
ITA
LOLLOBRIGIDA Francesca
3
JPN
SATO Ayano
4
KOR
KIM Boreum
5
CHN
LI Qishi
6
CHN
GUO Dan
7
USA
KILBURG Mia
8
NED
SCHOUTEN Irene
9
NED
GROENEWOUD Marijke
10
POL
BOSIEK Karolina
11
POL
CZYSZCZON Magdalena
12
USA
BIRKELAND Giorgia
13
GER
PECHSTEIN Claudia
14
CAN
MALTAIS Valerie
15
BLR
ZUYEVA Maryna
16
KAZ
MOROZOVA Nadezhda
17
ROC
GOLUBEVA Elizaveta

CURLING – Buona doppia bocciata sulle guardie di Wranaa, ma gli svedesi adesso stanno inseguendo il gioco dei britannici e non riescono a costruire nulla.

SPEED SKATING – Cina, Canada, Olanda e Polonia possono contare su due atlete. Uno svantaggio non da poco per Francesca Lollobrigida, ma Bart Swings ha dimostrato che si può vincere anche senza compagni di squadra.

CURLING – Gran Bretagna che continua a piazzare guardie centrali, prontamente rimosse dal team svedese. Questo fa comunque il gioco di Mouat e compagni.

SPEED SKATING – Sulla carta Schouten e Blondin sono le grandi favorite per l’oro, con Francesca Lollobrigida subito dietro. Ma occhio agli attacchi da lontano…

CURLING – Team GB che cambia strategia nel momento in cui entra in azione Mouat. Lo skip scozzese boccia il punto britannico e si posiziona con due stone gialle nella casa.

CURLING – Non riesce il doppio take-out di Edin. Gran Bretagna che può costringere la Svezia a marcare un solo punto.

SPEED SKATING – Ci siamo, è il momento della presentazione delle finaliste.

CURLING – Edin non trema e piazza un draw perfetto, marcando un punto e riportandosi in vantaggio per 4-3 dopo otto mani. L’inerzia è però tutta in favore dei britannici, che adesso avranno finalmente a disposizione il martello.

SPEED SKATING – Sarà una finale a 17, perché è stata ripescata la russa Golubeva dopo la caduta in semifinale.

SPEED SKATING – In gara anche la 50enne tedesca Claudia Pechstein: aspettiamoci da lei un attacco da lontano…

CURLING – Non precisissimo il punto piazzato da McMillan dietro alla guardia centrale svedese. Il nono end è comunque ancora molto giovane.

SPEED SKATING – Iniziata la mass start femminile!

SPEED SKATING – Blondin davanti, Lollobrigida alle sue spalle. Ma iniziano i primi attacchi…

SPEED SKATING – Allunga la kazaka Morozova.

CURLING – Si sta formando un trenino di stone in casa dietro alla guardia centrale. La Gran Bretagna va a caccia dei due punti e quindi è costretta ad aprire.

SPEED SKATING – Primo sprint alla canadese Maltais. Successivamente prova ad allungare, attenzione….

CURLING – A metà nono end, sono ancora aperti diversi scenari per come sono posizionate le stone nella casa.

SPEED SKATING – Maltais prende un bel vantaggio, attenzione. Questo è il vantaggio di correre in due: Blondin è la capitana, Maltais ha carta bianca per provarci da lontano…

SPEED SKATING – Maltais ha guadagnato tantissimo, ha quasi un rettilineo di vantaggio. Si muove Schouten in prima persona per provare ad andare a chiudere. La canadese intanto si prende anche i 3 punti del secondo sprint.

CURLING – Eriksson sblocca una situazione intricata, ma i britannici possono ancora provare a fare due punti.

SPEED SKATING – Caduta l’olandese Groenewoud!

SPEED SKATING – Pechstein vince l’ultimo sprint intermedio, mancano 4 giri!

CURLING – Hardie commette un piccolo errore. Sfuma probabilmente la possibilità britannica di marcare due punti in questo end.

SPEED SKATING – Due giri alla fine, Francesca è troppo indietro, imbottigliata.

SPEED SKATING – Ultimo giro, terza Francesca!

SPEED SKATING – BRONZO LOLLOBRIGIDA! Tutto secondo copione: oro Schouten, argento Blondin, terza l’azzurra. Erano le tre favorite, esattamente in questo ordine.

CURLING – Splendida doppia bocciata di Hardie! Si profila una mano nulla molto favorevole per il Team GB!

SPEED SKATING – Francesca Lollobrigida ha rischiato di cadere alla penultima curva. Lì ha perso contatto da Schouten e Blondin, che si sono giocate l’oro: l’olandese era nettamente superiore e ha vinto con margine lo sprint.

CURLING – Ultimi tiri di ordinaria amministrazione, ci si gioca tutto nell’ultimo e decisivo end!!! 4-3 Svezia, ma la Gran Bretagna avrà il martello nella prossima mano.

SPEED SKATING – L’azzurra stava per cadere alla penultima curva a causa di un contatto con la giapponese Sato. Peccato, ma questa Schouten era comunque difficilmente battibile.

CURLING – Britannici che andranno a caccia dei due punti, mentre Edin e compagni potrebbero anche accettare di subire un punto per poi avere il martello nell’extra end.

SPEED SKATING – Terzo oro per Irene Schouten a Pechino 2022 dopo quelli dei 3000 e 5000 metri. Chissà che non possa finire in maniera diversa fra 4 anni…

CURLING – McMillan piazza la guardia laterale. Strategia classica dei britannici per provare a fare due punti.

SPEED SKATING – Ricordiamo che Francesca Lollobrigida sarà la portabandiera dell’Italia domani nella cerimonia di chiusura.

CURLING – VINCE LA SVEZIA!!! Mouat ha provato un tiro oltremodo spettacolare (che avrebbe messo seriamente in difficoltà Edin), senza riuscire però nell’impresa per pochi centimetri. Niklas Edin non deve nemmeno tirare l’ultima stone!

CURLING – Edin corona così una carriera leggendaria, conquistando il primo titolo olimpico dopo le delusioni di Sochi (bronzo) e Pyeongchang (argento). Grandissimo torneo anche per Mouat, argento al debutto a cinque cerchi.

CURLING – Per la Svezia arriva dunque il primo oro olimpico della storia nel curling maschile, completando nel migliore dei modi un quadriennio trionfale in cui il team Edin si è imposto in tutti i Mondiali disputati.

Questo il programma delle prossime gare di oggi:

  • Ore 12.08, PATTINAGGIO DI FIGURA: coppie di artistico, programma libero
  • Ore 13.00, BOB: terza manche bob a 2 donne
  • Ore 13.05, CURLING: finale per il bronzo donne
  • Ore 14.10, HOCKEY GHIACCIO: finale per il bronzo uomini
  • Ore 14.30, BOB: quarta manche bob a 2 donne

PATTINAGGIO ARTISTICO – l programma libero delle coppie ai giochi Olimpici di Pechino 2022, ultimo atto del pattinaggio artistico nella rassegna a cinque cerchi che promette dei veri e propri fuochi d’artificio.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Tra 20′ il via del programma libero delle coppie ai giochi Olimpici di Pechino 2022, ultimo atto del pattinaggio artistico nella rassegna a cinque cerchi che promette dei veri e propri fuochi d’artificio.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Al termine del primo scoppiettante segmento infatti si sono piazzati al comando i padroni di casa Wenjing Sui-Cong Han con 84.41, precedendo di appena sedici centesimi i russi Evgenia Tarasova-Vladimir Morozov, secondi con 84.25

PATTINAGGIO ARTISTICO – Pienamente in gara per la medaglia d’oro i russi Anastasia Mishina-Aleksandr Galliamov, attualmente sul gradino più basso del podio a due lunghezze con 82.76.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Questa la classifica del programma corto delle Coppie di Artistico:

1 CHN SUI Wenjing / HAN Cong 84.41 Q

2 ROC TARASOVA Evgenia / MOROZOV Vladimir 84.25 Q

3 ROC MISHINA Anastasia / GALLIAMOV Aleksandr 82.76 Q

4 ROC BOIKOVA Aleksandra / KOZLOVSKII Dmitrii 78.59 Q

5 CHN PENG Cheng / JIN Yang 76.10 Q

6 USA KNIERIM Alexa / FRAZIER Brandon 74.23 Q

7 USA CAIN-GRIBBLE Ashley / LEDUC Timothy 74.13 Q

8 JPN MIURA Riku / KIHARA Ryuichi 70.85 Q

9 GEO SAFINA Karina / BERULAVA Luka 66.11 Q

10 ITA DELLA MONICA Nicole / GUARISE Matteo 63.58 Q

11 ESP BARQUERO Laura / ZANDRON Marco 63.34 Q

12 CAN JAMES Vanessa / RADFORD Eric 63.03 Q

13 CAN MOORE-TOWERS Kirsten / MARINARO Michael 62.51 Q

14 GER HASE Minerva Fabienne / SEEGERT Nolan 62.37 Q

15 ISR KOPS Hailey / KRASNOPOLSKI Evgeni 55.99 Q

16 ITA GHILARDI Rebecca / AMBROSINI Filippo 55.83 Q

PATTINAGGIO ARTISTICO – L’Italia sarà rappresentata da Nicole Della Monica-Matteo Guarise, decimi dopo lo short program con buone possibilità di risalita per consolidare una meritata top 10

PATTINAGGIO ARTISTICO – Rebecca Ghilardi-Filippo Ambrosini sono pronti a godersi a pieno le sensazioni olimpiche dopo aver raggiunto l’obiettivo qualificazione al debutto olimpico.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Si apre la gara con la prima coppia azzurra in gara, Rebecca Ghilardi / Filippo Ambrosini, 16mi dopo il programma corto. Ghilardi 22 anni di Seriate, Ambrosini, 28 anni di Asiago. Si allenano a Bergamo sotto la guida di Franca Bianconi e Rosanna Murante. Sono alla quarta parteciazione europea e hanno come miglior risultato all’Europeo, il quinto posto di Tallinn, mentre due anni prima erano stati ottavi. Sono stati 17mi al Mondiale 2017, sono al debutto olimpico. Si esibiscono su Si esibiscono su un mix: Grande Amore de Il Volo, Letters di Abel Korzeniowski e Grande Amore di Il Volo.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il Triplo Twist, discreto il Triplo Salchow, qualche problema per Rebecca nella combinazione Doppio Axel+Doppio Toeloop

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il Throw Rittberger lanciato, bene il Triplo Lutz lanciato

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il triplo Rittberger lanciato, bene il Triplo Lutz lanciato

PATTINAGGIO ARTISTICO – Buona la prestazione degli azzurri che saranno vicinissimi al loro record personale. Vanno analizzati i primi due elementi di salto in parallelo, poi la seconda parte della prova è stata senza sbavature

PATTINAGGIO ARTISTICO – Si prosegue con la coppia israeliana composta da Hailey Kops e Evgeni Krasnopolski, 15mi dopo lo short program. Nata a New York lei, 19 anni fa, nato a Kiev in Ucraina lui, 33 anni fa. Vivono ad Hackensack negli Stati Uniti dove sono allenati da Galit Chait Moracci e Robin Szolkowy. Sono al debutto assieme, lui è stato 19mo a PyeongChang ed ha come miglior risultato un settimo posto agli Europei del 2018. Si esibiscono su The Impossible Dream interpretato da Josh Groban

PATTINAGGIO ARTISTICO – La prima coppia azzurra in gara, Rebecca Ghilardi / Filippo Ambrosini, 16mi dopo il programma corto, totalizzano un punteggio nel libero di 109.60 (54.82+54.78), per un totale di 165.43, 5 punti in meno degli Europei dove però erano nei gruppi finali

PATTINAGGIO ARTISTICO – Si prosegue con la coppia israeliana composta da Hailey Kops e Evgeni Krasnopolski, 15mi dopo lo short program. Nata a New York lei, 19 anni fa, nato a Kiev in Ucraina lui, 33 anni fa. Vivono ad Hackensack negli Stati Uniti dove sono allenati da Galit Chait Moracci e Robin Szolkowy. Sono al debutto assieme, lui è stato 19mo a PyeongChang ed ha come miglior risultato un settimo posto agli Europei del 2018. Si esibiscono su The Impossible Dream interpretato da Josh Groban

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il Triplo Twist, Solo doppio per Evgeni il Salchow+Doppio Salchow in parallelo, Solo semplice il Toeloop in parallelo che doveva essere triplo per Hailey, Mano a terra sul Triple Lutz lanciato, qualche difficoltà anche sul Triplo Salchow lanciato

PATTINAGGIO ARTISTICO – Tanti errori per gli israeliani che avevano fatto molto meglio nel programma corto su cui avevano puntato tutto. Punteggio tecnico molto basso

PATTINAGGIO ARTISTICO – La coppia israeliana composta da Hailey Kops e Evgeni Krasnopolski, 15ma dopo lo short program, totalizza un punteggio nel libero di 97.83 (47.20,20+50.63), per un totale di 153.82, sono secondi alle spalle degli azzurri

PATTINAGGIO ARTISTICO – E’ il momento della coppia tedesca tedesca Minerva Fabienne Hase / Nolan Seegert, 14mi dopo il programma corto. Hase ha 21 anni, è di Berlino, come Seegert che ha 29 anni. Sono allenati fra Berlino, Sochi e Oberstdorf da Dmitri Savin e Fedor Klimov. Vantano come miglior risultato un quinto posto agli Europei 2020, sono stati ottavi a Tallinn e 13mi ai Mondiali 2019. Sono al debutto olimpico. Si esibiscono su People Help The People di Birdy

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene Triplo Twist, errore sulla combinazione in parallelo Triplo Toeloop con step out+Doppio Toeloop solo per lei, Solo doppio il Salchow che doveva essere triplo

PATTINAGGIO ARTISTICO – Caduta sul Triplo Loop, fallito l’Axel Lasso, errore sul sollevamento, riesce in qualche modo il Triplo Salchow ma Nolan è in difficoltà clamorosa

PATTINAGGIO ARTISTICO – Programma libero disastroso per i tedeschi che però hanno tutte le giustificazioni del caso, Nolan è stato trovato positivo al Covid tre settimane fa ed è rientrato dieci giorni fa. Perderanno due posizioni

PATTINAGGIO ARTISTICO – La coppia tedesca tedesca Minerva Fabienne Hase / Nolan Seegert, 14mi dopo il programma corto, totalizzano un punteggio nel libero di 87.32 (36.67+51.65), totale di 149.89 e terzo e ultimo posto

PATTINAGGIO ARTISTICO – Si chiude il primo gruppo con i canadesi Kirsten Moore-Towers e Michael Marinaro, 13mi dopo il programma corto. Lei è di St Catharines, ha 29 anni e vive a Oakville, lui ha 29 anni, è di Sarnia e vive a Oakville, dove i due si allenano agli ordini di Bruno Marcotte, Alison Purkiss, Brian Shales. Sono stati sesti agli ultimi Mondiali, quarto risultato in carriera da top ten iridata. Si esibiscono su Carry You di Ruelle (feat. Fleurie)

PATTINAGGIO ARTISTICO – Problemi sul Triplo Twist, non bene la combinazione in parallelo Triplo Salchow+Toeloop solo semplice con step out per lei, bene Triplo Rittberger lanciato

PATTINAGGIO ARTISTICO – Ancora un errore di Michael sul Triplo Toeloop in parallelo, rischio sul Triplo Salchow lanciato che viene salvato da Kirsten

PATTINAGGIO ARTISTICO – Tanti problemi per la coppia canadese, con qualche rischio di troppo ed errori evidenti. Da rivedere alcuni elementi. Al momento il punteggio tecnico è più alto degli azzurri ma vediamo cosa accadrà con i review

PATTINAGGIO ARTISTICO – I canadesi Kirsten Moore-Towers e Michael Marinaro, 13mi dopo il programma corto, totalizzano un punteggio nel libero di 118.86 (53.83+65.03), totale di 181.37 che significa primo posto provvisorio

BOB – Tra poco al via la terza manche del bob a 2 femminile. Dopo due manche in testa alla classifica ci sono le tedesche Laura Nolte e Deborah Levi, davanti alle connazionali Mariana Jamanka ed Alexandra Burghart.

PATTINAGGIO ARTISTICO –

Questa la classifica dopo il primo gruppo:

1 4 CAN MOORE-TOWERS Kirsten / MARINARO Michael 62.51 (13) 118.86 (1) 181.37
2 1 ITA GHILARDI Rebecca / AMBROSINI Filippo 55.83 (16) 109.60 (2) 165.43
3 2 ISR KOPS Hailey / KRASNOPOLSKI Evgeni 55.99 (15) 97.83 (3) 153.82
4 3 GER HASE Minerva Fabienne / SEEGERT Nolan 62.37 (14) 87.32 (4) 149.69

BOB – Male invece la campionessa del mondo in carica, l’americana Kaillie Humphries, che insieme a Kaysha Love occupa la quinta piazza.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il Triplo Twist, non all’unisono ma riuscita la combinazione in parallelo Triplo Toeloop+Doppio Toeloop+Doppio Toeloop, bene il Triplo Salchow in parallelo

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il Triplo Salchow lanciato, qualche problema sulle trottole, caduta sul Triplo Flip messo in chiusura del programma

PATTINAGGIO ARTISTICO – Una prestazione non superlativa della esperta coppia canadese, andranno in testa ma gli errori ci sono stati e potrebbe scendere ancora qualcosa

BOB – Per questa prima manche l’ordine di discesa sarà quello della classifica, dunque il primo equipaggio a partire sarà quello tedesco, capitanato da Laura Nolte.

PATTINAGGIO ARTISTICO – La coppia canadese composta da Vanessa James e Eric Radford, 12mi dopo il programma corto, totalizza un punteggio di 117.26 (53.98+64.98), totale di 180.99 che significa secondo posto provvisorio

PATTINAGGIO ARTISTICO – Tocca ora alla coppia spagnola a forti tinte azzurre Laura Barquero / Marco Zandron 11mi dopo il programma corto. Barquero è nata a Madrid 20 anni fa, Zandron, italiano, è di Bolzano ed ha 23 anni. Si allenano a Bergamo sotto la guida di Barbara Luoni e Luca Dematte. Sono stati noni a Tallinn. Si esibiscono su su un mix: Awakening si Andy Quin, Imagine di John Lennon interpretata da Boyce Avenue e Imagine di John Lennon interpretata da David Arnold and The Royal Philharmonic Pop Orchestra

BOB – La classifica sembra ormai definita, ma manca ancora metà gara e c’è molto spazio per provare a rimontare.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il Triple Twist, problemi soprattutto per Laura con step out sulla combinazione in parallelo Triplo Salchow+Doppio Toeloop, bene Triplo Flip lanciato

PATTINAGGIO ARTISTICO – Male il Triplo Toeloop in parallelo, doppio per lei, solo semplice per lui, bene il Triple Loop lanciato

BOB – 5.36 la partenza di Nolte.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Hanno lottato gli spagnoli nonostante due errori evidenti sui salti in parallelo. Buoni i salti lanciati e sugli elementi di coppia. Se la giocheranno per il primo posto

BOB – Ottima manche per le tedesche, che chiudono con il tempo di 1:00.70, mettendo a segno la miglior prestazione sul tracciato.

PATTINAGGIO ARTISTICO – La coppia spagnola Laura Barquero / Marco Zandron 11ma dopo il programma corto, totalizza un punteggio nel libero di 118.02 (57.90+60.12), totale di 181.36. Per due centesimi sono al secondo posto!

PATTINAGGIO ARTISTICO – E’ il momento delal seconda coppia azzurra in gara, Nicole Della Monica e Matteo Guarise, decimi dopo il programma corto. 32 anni lei, di trescore (Bergamo), 33 anni lui, di Rimini, dove vive. Si allenano tra Bergamo e Assago sotto la guida di Cristina Mauri. Sono nella top ten europea da sei edizioni dei campionato continentali, che hanno dovuto saltare quest’anno per un problema fisico. Sono stati ottavi agli ultimi due Mondiali e decimi a PyeongChang. Si esibiscono su un mix tratto dalla colonna sonora di Moulin Rouge: Nature Boy e Your Song

BOB – All’arrivo anche la statunitense Meyers Taylor, che dopo una grande partenza completa il budello in 1:01.13, +1’17 da Nolte.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il Salchow ma solo doppio per scelta, bene il Triplo Twist, qualche problema nell’atterraggio del Triple Rittberger lanciato

PATTINAGGIO ARTISTICO – Salta la combinazione in parallelo Triplo Toeloop con step out di Nicole, non arrivano il doppio Toeloop+Doppio Toeloop, bene il Triplo Salchow

BOB – Quarta piazza per la canadese de Bruin, in 3:04.64, a 1”89 da Nolte, che ha semplicemente fatto un altro sport

PATTINAGGIO ARTISTICO – Mancano tanti punti nel carniere della coppia azzurra che, bisogna dirlo, ha avuto qualche problema fisico nella marcia di avvicinamento. Il programma tecnico è attualmente più alto rispetto a chi li ha preceduti. vediamo i review cosa sentenzieranno. Sono ancora in corsa per la top ten

BOB – Difficoltà che non si fermano per Kaillie Humphries, che prende 7 decimi da Nolte ed è quinta, ma ora dovrà difendersi.

PATTINAGGIO ARTISTICO – La coppia azzurra in gara, Nicole Della Monica e Matteo Guarise, decimi dopo il programma corto, totalizzano un punteggio di 116.29 (54.05+62.24), totale di 179.87 e quarto posto provvisorio. Non sarano nei primi dieci

PATTINAGGIO ARTISTICO – Si chiude il secondo gruppo con la coppia georgiana Karina Safina / Luka Berulava, nona dopo lo short program. Safina è nata a Cheliabinsk in Russia 17 anni fa, Berulava è di Mosca, ha 19 anni. Si allenano in Russia a Perm sotto la guida di Pavel Sliusarenko. Sono stati ottimi quarti al debutto europeo a Tallinn. SSi esibiscono su In This Shirt di The Irrepressibles

BOB – Qualche sbavatura per la tedesca Kalicki, che però supera Humphries in quinta posizione, con il crono di 3:04.69.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene Triplo Twist, bene la combinazione in parallelo Triplo Toeloop+Doppio Toeloop+Doppio Toeloop, bene Triplo Salchow in parallelo

BOB – Resta settima la svizzera Hasler, che però si porta a soli 14 centesimi da Humphries.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il Triple Rittberger lanciato, bene il Triplo Salchow lanciato

BOB – Si ribalta la canadese Appiah, che termina comunque con l’ottavo crono.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Grande programma della coppia georgiana che commette pochissimi sbavature e piazzano tutti gli elementi di salto di qualità! Andranno in testa con distacco e potrebbero anche dare l’assalto a chi li ha preceduti

PATTINAGGIO ARTISTICO – La coppia georgiana Karina Safina / Luka Berulava, nona dopo lo short program, totalizza un punteggio di 126.33 (63.88+62.45), totale di 192.44, primato personale e primo posto provvisorio. Applausi!

BOB – Si riprende con la russa Sergeeva.

PATTINAGGIO ARTISTICO –

Questa la classifica a metà gara, quando mancano le migliori 8 coppie. Ora la pausa per il rifacimento del ghiaccio:

1 8 GEO SAFINA Karina / BERULAVA Luka 66.11 (9) 126.33 (1) 192.44
2 4 CAN MOORE-TOWERS Kirsten / MARINARO Michael 62.51 (13) 118.86 (2) 181.37
3 6 ESP BARQUERO Laura / ZANDRON Marco 63.34 (11) 118.02 (3) 181.36
4 5 CAN JAMES Vanessa / RADFORD Eric 63.03 (12) 117.96 (4) 180.99
5 7 ITA DELLA MONICA Nicole / GUARISE Matteo 63.58 (10) 116.29 (5) 179.87
6 1 ITA GHILARDI Rebecca / AMBROSINI Filippo 55.83 (16) 109.60 (6) 165.43
7 2 ISR KOPS Hailey / KRASNOPOLSKI Evgeni 55.99 (15) 97.83 (7) 153.82
8 3 GER HASE Minerva Fabienne / SEEGERT Nolan 62.37 (14) 87.32 (8) 149.69

BOB – Guadagna una posizione l’austriaca Beierl, che supera Sergeeva.

BOB – Completa la terza prova la cinese Huai, piazzandosi in decima posizione e recuperando sulla russa.

BOB – Prova buona per l’australiana Walker, decima in 3:06.13, scalando tre posizioni.

BOB – Arriva anche la cinese Ying, tredicesima e ultima degli equipaggi che hanno completato la manche.

BOB – Chiude il budello anche la russa Makarova, quattordicesima.

BOB – Grande prova per la canadese Lotholz! Rimonta sei posizione e balza decima!

BOB – Recupera una posizione la francese Boch, che supera Makarova in sedicesima posizione.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Si riparte con il terzo gruppo e con la coppia giapponese Riku Miura e Ryuichi Mihara, ottavi nel programma corto. Lui ha 20 anni, è di Takarazuka e vive a Oakville, lei è di Tokai City e vive a Oakville dove i due sono allenati da Bruno Marcotte, Meagan Duhamel, Brian Shales. Sono stati decimi al Mondiale dello scorso anno. Si esibiscono su Woman di Shawn Phillips

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il Triplo Twist, bene Triplo Toeloop+Doppio Toeloop, bene il Triple Lutz lanciato

BOB – Makarova viene superata anche dalla Romania di Grecu.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il Triple Salchow, atterraggio non perfetto di Miura, bene il Triplo Rittberger lanciato

PATTINAGGIO ARTISTICO – Prestazione di alta qualità dei giapponesi che completano senza errori di sorta tutti gli elementi di salto. Qualche revisione potrebbe esserci sugli altri elementi ma dovrebbero respingere l’assalto dei georgiani

BOB – 19esima ed ultima posizione per la britannica McNeill.

BOB – Non rimonta la svizzera Fontanive, ultima dopo la terza manche.

PATTINAGGIO ARTISTICO – La coppia giapponese Riku Miura e Ryuichi Mihara, ottavi nel programma corto, totalizzano un punteggio di 141.04 (69.95+71.09), totale di 211.89 e primo posto con grande distacco.

BOB – Con lei si chiude la terza manche. Comanda la tedesca Nolte, davanti alla connazionale Jamanka e alla statunitense Meyers Taylor. Appuntamento alle 14.30 con la quarta ed ultima manche.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Sul ghiaccio ora la coppia statunitense composta da Ashley Cain-Gribble e Timothy Leduc, settimi dopo il corto. Di Dallas, 26 anni lei, di Cedar Rapids, 31 anni lui, vicono a Dallas e si allenano ad Euless in Texas sotto la guida di Peter Cain, Darlene Cain, Nina Mozer. Sono stati secondi al Four Continents del 2018, noni alle ultime due edizioni dei Mondiali. Si esibiscono sulla colonna sonora di W.E. di Abel Korzeniowski

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il Triplo Twist, caduta di Ashley sul Triplo Rittberger in parallelo, bene il Triplo Lutz lanciato

PATTINAGGIO ARTISTICO – Caduta di Ashley alla fine della combinazione in parallelo Triplo Salchow+Doppio Toeloop+Doppio Rittberger, Bene il triplo Salchow lanciato

PATTINAGGIO ARTISTICO – Con una doppia caduta nei due elementi di salto in parallelo che costerà di versi punti sembra difficile per gli statunitensi riuscire a restare davanti ai giapponesi. Bene gli altri elementi ma potrebbero non bastare

PATTINAGGIO ARTISTICO – La coppia statunitense composta da Ashley Cain-Gribble e Timothy Leduc, settimi dopo il corto, totalizzano un punteggio nel libero di 123.92 (59.74+66.18), totale di 198.05 che significa seconda posizione provvisoria con distacco sui giapponesi

PATTINAGGIO ARTISTICO – Tocca ora ai sesti classificati dopo lo short prtogram, la coppia statunitense composta da Alexa Knierim e Brandon Frazier. 30 anni lui, di Addison, vive a Irvine. 29 anni lei, di Phoenix, vive a Wesley Chapel. Sono allenati da Todd Sand, Jenni Meno, Chris Knierim, Christine Binder a Irvine in California. Sono stati settimi al Mondiale 2021, sono al debutto olimpico assieme. Si esibiscono su un mix: Fix You di Fearless Soul, Coldplay e Redemption Through Love di Karl Hugo

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il Triplo Twist, non perfettamente all’unisono la combinazione in parallelo Triplo Toeloop+Doppio Toeloop, altissimo il Triple Flip lanciato, solo doppio il Salchow di Brandon, triplo per Alexa

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il Triple Rittberger in chiusura di programma

PATTINAGGIO ARTISTICO – Benissimo tutti gli elementi, un solo errore sul Salchow in parallelo, per il resto non ci sono neanche review, ottima anche l’interpretazione. Bravissimi!

PATTINAGGIO ARTISTICO – I sesti classificati dopo lo short program, la coppia statunitense composta da Alexa Knierim e Brandon Frazier, totalizza un punteggio nel programma libero di 138.45 (68.97+69.48), totale di 212.68 che significa record personale e primo posto provvisorio meritato!

PATTINAGGIO ARTISTICO – Si chiude il penultimo gruppo con i quinti del programma corto, la prima delle due coppie cinesi, Cheng Peng e Yang Jin. 24 anni lei, di Harbin, 27 anni lui di Harbin. Sono allenati a Pechino da Hongbo Zhao, Wei Zhang, Jinlin Guan. Sono stati 17mi a PyeongChang, quarti al Mondiale 2019 e quinti al Mondiale 2021, secondi al Four Continents 2020. Si esibiscono su un medley tratto da The Banquet: Exile To Snowy West di Tan Dun, Only For Love di Tan Dun e Sword Dance di Tan Dun

PATTINAGGIO ARTISTICO – Solo doppio e atterraggio su due piedi sul Salchow in parallelo di Peng, triplo per Jin, bene la combinazione in parallelo Triplo, bene la combinazione in parallelo Triplo Toeloop+doppio toeloop, bene il Twist, molto bene Triple Rittberger lanciato e bene anche il Triplo Salchow lanciato

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bravissimi a riprendersi dopo un avvio problematico con il Salchow in parallelo. Tutti gli altri elementi vengono completati senza sbavature e così dovrebbero aver resistito all’assalto degli statunitensi per il quinto posto

PATTINAGGIO ARTISTICO – I quinti del programma corto, la coppia cinese, Cheng Peng e Yang Jin, totalizza un punteggio nel libero di 138.74 (69.03+69.71), totale di 214.84 che significa prima posizione provvisoria. Male che vada saranno quinti, non è il miglior libero ma meritano gli applausi

PATTINAGGIO ARTISTICO –

Fra poco i fuochi d’artificio delle quattro coppie destinate a dominare la gara. tre coppie russe all’assalto di quella cinese che è in testa dopo il programma corto. Questa la classifica quando mancano le ultime 4 coppie della gara:

1 12 CHN PENG Cheng / JIN Yang 76.10 (5) 138.74 (2) 214.84
2 11 USA KNIERIM Alexa / FRAZIER Brandon 74.23 (6) 138.45 (3) 212.68
3 9 JPN MIURA Riku / KIHARA Ryuichi 70.85 (8) 141.04 (1) 211.89
4 10 USA CAIN-GRIBBLE Ashley / LEDUC Timothy 74.13 (7) 123.92 (5) 198.05
5 8 GEO SAFINA Karina / BERULAVA Luka 66.11 (9) 126.33 (1) 192.44
6 4 CAN MOORE-TOWERS Kirsten / MARINARO Michael 62.51 (13) 118.86 (2) 181.37
7 6 ESP BARQUERO Laura / ZANDRON Marco 63.34 (11) 118.02 (3) 181.36
8 5 CAN JAMES Vanessa / RADFORD Eric 63.03 (12) 117.96 (4) 180.99
9 7 ITA DELLA MONICA Nicole / GUARISE Matteo 63.58 (10) 116.29 (5) 179.87
10 1 ITA GHILARDI Rebecca / AMBROSINI Filippo 55.83 (16) 109.60 (6) 165.43
11 2 ISR KOPS Hailey / KRASNOPOLSKI Evgeni 55.99 (15) 97.83 (7) 153.82
12 3 GER HASE Minerva Fabienne / SEEGERT Nolan 62.37 (14) 87.32 (8) 149.69

PATTINAGGIO ARTISTICO – Inizia la lotta per le medaglie con i quarti classificati dello short program, i russi Aleksandra Boikova / Dmitrii Kozlovskii. Boikova è di San Pietroburgo, ha 19 anni, anche Kozlovskii, 21 anni, è di San Pietroburgo, dove i due si allenano sotto la guida di Artur Minchuk, Tamara Moskvina. Sono i campioni europei del 2020, terzi quest’anno a Tallinn e terzi lo scorso anno al Mondiale di Stoccolma. Si esibiscono su Malaguena di Ernesto Lecuona

BOB – Tra poco il via della quarta ed ultima manche, questa volta in ordine inverso alla classifica. Sarà doppietta tedesca o ci saranno sorprese?

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene Triplo Salchow in parallelo, da rivede la combinazione in parallelo Triplo Toeloop+Doppio Toeloop+Doppio Toeloop, bene il Triplo Twist

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il Triplo Flip lanciato, step out sul Triple Rittberger lanciato

HOCKEY GHIACCIO – Ha preso il via la finale per la medaglia di bronzo del torneo maschile tra Svezia e Slovacchia.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Serviva un programma perfetto per mettere pressione sulle coppie che seguono per l’assalto al podio ma la perfezione, purtroppo, per la prima coppia russa sul ghiaccio non c’è. Un paio di elementi di salto da rivedere e lo step out sul secondo lanciato potrebbero costare caro ai russi che hanno il migliore punteggio tecnico al momento

BOB – La prima a scendere sarà la svizzera Fontanive.

PATTINAGGIO ARTISTICO – I quarti classificati dello short program, i russi Aleksandra Boikova / Dmitrii Kozlovskii, totalizzano nel libero un punteggio di 141.91 (70.75+71.16), totale di 220.50 che significa primo posto ma difficilmente basterà per la medaglia

PATTINAGGIO ARTISTICO – Ora sul ghiaccio i terzi classificati del programma corto, la coppia russa Anastasia Mishina / Aleksandr Galliamov. Mishina, di San Pietroburgo, 20 anni, Galliamov, 22 anni, di Berezniki. Si allenano a San Pietroburgo sotto la guida di Tamara Moskvina, Artur Minchuk, Nikolai Moroshkin. Sono i campioni europei e i Campioni Mondiali in carica. Si esibiscono su su un mix: The Snowstorm di Georgi Sviridov, The Snowstorm (The Vocal Octet) di Georgi Sviridov interpretato da Valeria Staroverova e Time, Forward! di Georgi Sviridov

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene la combinazione in parallelo Triplo Salchow+Euler+Triplo Salchow, bene il Triplo Twist, bene il Triple Flip lanciato

BOB – L’elvetica chiude in 4:09.59, alto il tempo di manche.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il Triplo Toeloop con una piccola sbavatura in ingresso per Alexandr, bene il Triplo Rittberger lanciato

PATTINAGGIO ARTISTICO – Prestazione al limite della perfezione per i russi campioni d’Europa che possono puntare all’oro! Tutti gli elementi di salto sono buoni, un solo review

BOB – Finisce la competizione della russa Makareva, che si piazza seconda in due decimi.

PATTINAGGIO ARTISTICO – I terzi classificati del programma corto, la coppia russa Anastasia Mishina / Aleksandr Galliamov, totalizza un punteggio nel libero di 154.95 (79.71+75.24), totale di  237.71, meno rispetto all’Europeo e primo posto provvisorio

PATTINAGGIO ARTISTICO – Penultima coppia in gara la migliore delle coppie russe nello short program, seconda, Evgenia Tarasova / Vladimir Morozov. Nata a Kazan lei, 27 anni, nato a Potsdam in Germania lui, 29 anni fa. Si allenano a Mosca sotto la guida di Eteri Tutberidze e Maxim Trankov. Non scendono dal podio europeo dal 2015. Nelle ultime quattro edizioni sono stati due volte primi e tre volte secondi, come quest’anno a Tallinn. Sono stati quarti a PyeongChang e anche lo scorso anno al Mondiale. Si esibiscono su Lighthouse di Patrick Watson

BOB – Guadagna un’altra posizione McNeill, ai danni della rumena Grecu.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Triplo Salchow in parallelo con salvataggio miracoloso di Vladimir, Bene il Triplo Twist, bene la comb inazione in parallelo Triplo Toeloop+Doppio Toeloop+Doppio Toeloop, bene il Triple Flip lanciato

PATTINAGGIO ARTISTICO – Altissimo il Triple Rittberger lanciato. Completati senza sbavature gli elementi di salto

BOB – La francese Boch passa al comando con il crono di 4:08.39.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Prestazione al limite della perfezione anche per i più esperti russi che sapevano di avere una chance per andarsi a giocare l’oro con i cinesi e apparentemente l’hanno sfruttata alla grande con una performance in cui trovare l’imprecisione è veramente difficile. Punteggio tecnico leggermente più basso dei compagni-rivali, non ci sono review

BOB – Boch recupera una posizione, scavalcando la cinese Ying.

HOCKEY GHIACCIO – Si chiude sullo 0-0 il primo tempo della finale per il 3/4 posto tra Slovacchia e Svezia

BOB – Arriva anche la belga Vennieuwenhuyse, che commette un errore in partenza e scivola terza.

PATTINAGGIO ARTISTICO – La migliore delle coppie russe nello short program, seconda, Evgenia Tarasova / Vladimir Morozov, totalizza un punteggio nel libero di 155,00 (78.01+76.99), totale di 239.25 e a sorpresa vanno in testa! Arriva finalmente la medaglia olimpica per loro, vediamo di che colore!

CURLING – La Svezia conduce per 6-2 sulla Svizzera nella finale per la medaglia di bronzo del torneo femminile. Si è concluso il sesto end.

PATTINAGGIO ARTISTICO – E’ il momento della coppia più attesa dal pubblico di casa, seconda dopo lo short program: la coppia cinese Wenjing Sui e Cong Han. Sono entrambi di Harbin, lei ha 26 anni, lui 29. Sono allenati da Hongbo Zhao, Wei Zhang, Jinlin Guan a Pechino. Sono stati argento a PyeongChang, campioni del mondo 2017 e 2019, secondi ai Mondiali lo scorso anno. Si esibiscono su Bridge Over Troubled Water di Paul Simon, interpretato da Lina Eder e Bridge Over Troubled Water di Paul Simon, interpretato da John Legend

BOB – Balza in testa la russa Sergeeva in 4:08.11, +0.28 su Boch.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il difficile Quadruplo Twist, bene la combinazione in parallelo Triplo Toeloop+Doppio Toeloop+Doppio Toeloop, atterraggio su due piedi sul Triplo Salchow in parallelo e probabilmente rotazione non completa per Sui

BOB – Perde una posizione la cinese Huai, seconda.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Bene il Triplo Flip lanciato, bene il Triplo Salchow lanciato

PATTINAGGIO ARTISTICO – Avevano tutta la pressione di una nazione i cinesi e un po’ hanno pagato sul Salchow in parallelo. Il punteggio tecnico è altissimo ma calerà perchè il Salchow di Sui sarà degradato. Fantastico il quadruplo twist in apertura. Sarà lotta sul centesimo per l’oro

BOB – Ritardo anche per l’australiana Walker, addirittura sesta.

PATTINAGGIO ARTISTICO – C’E’ L’ORO TANTO ATTESO PER LA CINA!!! La coppia cinese Wenjing Sui e Cong Han che totalizza il punteggio nel libero di 155.47 (78.61+76.86), totale di 239.88. CHE GARA FANTASTICA!

BOB – Brutta manche per la canadese Lothloz, che dopo un’ottima prova commette errori e si piazza terza.

BOB – Continua a guadagnare posizioni Sergeeva, davanti anche all’austriaca Beierl.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Che tensione! I cinesi Sui-Han cercavano il riscatto dopo l’argento di PyeongChang, cercavano l’unico oro che mancava loro e lo hanno trovato sul ghiaccio di casa. Un tripudio per la Cina, la ciliegina sulla torta di una grande Olimpiade per la squadra di casa. Escono a testa alta le tre coppie russe che seguono in classifica

PATTINAGGIO ARTISTICO – Un pizzico di delusione per l’Italia che non riesce a piazzare coppie nella top 10. Della Monica-Guarise sono scesi al 13mo posto, Ghilard-Ambrosini sono 14mi

BOB – Abbiamo una nuova leader, ovvero in Canada di Appiah, in 4:07.52.

PATTINAGGIO ARTISTICO – Il podio, dunque, vede i cinesi Sui/Han sul gradino più alto, secondo posto per i russi Tarsova-Morozov e bronzo per la coppia russa Mishina-Galliamov

BOB – Si prende la vetta la svizzera Hasler, che distanzia Appiah di 7 decimi!

PATTINAGGIO ARTISTICO –

Questa la classifica finale delle coppie di artistico a Pechino 2022:

1 CHN SUI Wenjing / HAN Cong 84.41 (1) 155.47 (1) 239.88
2 ROC TARASOVA Evgenia / MOROZOV Vladimir 84.25 (2) 155.00 (2) 239.25
3 ROC MISHINA Anastasia / GALLIAMOV Aleksandr 82.76 (3) 154.95 (3) 237.71
4 ROC BOIKOVA Aleksandra / KOZLOVSKII Dmitrii 78.59 (4) 141.91 (4) 220.50
5 CHN PENG Cheng / JIN Yang 76.10 (5) 138.74 (6) 214.84
6 USA KNIERIM Alexa / FRAZIER Brandon 74.23 (6) 138.45 (7) 212.68
7 JPN MIURA Riku / KIHARA Ryuichi 70.85 (8) 141.04 (5) 211.89
8 USA CAIN-GRIBBLE Ashley / LEDUC Timothy 74.13 (7) 123.92 (9) 198.05
9 GEO SAFINA Karina / BERULAVA Luka 66.11 (9) 126.33 (8) 192.44
10 CAN MOORE-TOWERS Kirsten / MARINARO Michael 62.51 (13) 118.86 (10) 181.37
11 ESP BARQUERO Laura / ZANDRON Marco 63.34 (11) 118.02 (11) 181.36
12 CAN JAMES Vanessa / RADFORD Eric 63.03 (12) 117.96 (12) 180.99
13 ITA DELLA MONICA Nicole / GUARISE Matteo 63.58 (10) 116.29 (13) 179.87
14 ITA GHILARDI Rebecca / AMBROSINI Filippo 55.83 (16) 109.60 (14) 165.43
15 ISR KOPS Hailey / KRASNOPOLSKI Evgeni 55.99 (15) 97.83 (15) 153.82
16 GER HASE Minerva Fabienne / SEEGERT Nolan 62.37 (14) 87.32 (16) 149.69

BOB – La statunitense Humphries, grande delusa di giornata, chiude dietro anche ad Hasler in seconda posizione. Brutta gara per la campionessa del mondo in carica, fuoriclasse della disciplina, che lascia Pechino con un oro nel monobob.

BOB – La tedesca Kalicki si prende il miglior tempo in 4:06.28. Basterà per il podio?

BOB – Intraversamento per la canadese de Bruin, che scivola dietro a Kalicki. Verosimilmente avremo tre tedesche nelle prime quattro posizioni.

BOB – Si prende la medaglia l’americana Meyers Taylor! Un grande vantaggio al cancelletto per lei, che rimane fino all’arrivo in 4:05.48.

BOB – Tiene il gap Jamanka, che si piazza davanti in 4:04.73. Ora manca solo Nolte per la doppietta tedesca.

BOB – NOLTEEEE! Successo perentorio per la tedesca! Si chiude in 4:03.96 una gara dominata sin dalla prima manche insieme a Deborah Levi. Prima doppietta della storia per la Germania, otto successi nelle nove gare disputate nel budello cinese.

HOCKEY GHIACCIO – Il secondo tempo della finale 3/4 posto del torneo maschile si chiude sul punteggio di 2-0 per la Slovacchia sulla Svezia.

Rete di Slafkovsky dopo 23:17, quindi 2-0 di Takac al 33:47

CURLING – La Svezia ha conquistato la medaglia di bronzo nel torneo di curling femminile. Sconfitta la Svizzera per 9-7.

HOCKEY GHIACCIO – La medaglia di bronzo del torneo maschile va alla Slovacchia che stende 4-0 la Svezia. Retei di Slafkovsky dopo 23:17, quindi 2-0 di Takac al 33:47. Nel finale 3-0 ancora di Slafkovsky e Regenda

Grazie per averci seguito, appuntamento a domani per l'ultima giornata di Olimpiadi. Un saluto sportivo.