Seguici su

MotoGP

Moto2, risultati qualifiche GP Algarve 2021: Raul Fernandez non molla e centra la pole davanti a Remy Gardner

Pubblicato

il

Il primo atto del vibrante duello tutto interno al team Red Bull KTM Ajo va a Raul Fernandez, che centra la pole position del Gran Premio dell’Algarve, diciassettesimo e penultimo appuntamento del Mondiale MotoGP 2021. Sullo splendido scenario del tracciato di Portimao, lo spagnolo si rimbocca le maniche dopo la caduta di Misano e inizia a mettere pressione al suo compagno di scuderia, nonchè leader della classifica generale, l’australiano Remy Gardner.

Raul Fernandez, alla settima pole stagionale (record eguagliato per un rookie, non accadeva dai tempi di Marc Marquez), ha messo in mostra tutto quello che già ci aveva fatto vedere prima di Misano 2, ovvero un dominio assoluto con una serie di giri clamorosi. Il suo tempo, 1:42.101, dopotutto, fa letteralmente spavento, andando a distanziare di 269 millesimi proprio Remy Gardner, capaci di stampare il suo 1:42.370 proprio in extremis. Completa la prima fila, quindi, il nostro Fabio Di Giannantonio (Kalex Gresini) con un distacco di 405 millesimi.

Quarta posizione per lo spagnolo Aron Canet (Boscoscuro Aspar) a 410, quinta per il suo connazionale Augusto Fernandez (Kalex Elf Marc VDS) a 515, sesta per lo statunitense Cameron Beaubier (Kalex American Racing) a 519, mentre è settimo il nostro Marco Bezzecchi (Sky Racing Team VR46) a 596. Ottavo il britannico Sam Lowes (Kalex Elf Marc VDS) a sei decimi esatti, quindi nono il nipponico Ai Ogura (Kalex Idemitsu) a 682 con lo spagnolo Jorge Navarro (Boscoscuro Speed Up) che chiude la top10 a 721.

Si erma in 14a posizione Celestino Vietti (Sky Racing Team VR46) a 933 millesimi, quindi diciassettesimo Stefano Manzi (Kalex Flexbox) a 1.252. Scatterà dalla ventunesima casella della griglia Simone Corsi (MV Agusta), quindi ventitreesimo Tony Arbolino (Kalex Liqui Moly), ventisettesimo Nicolò Bulega (Kalex Gresini), quindi trentesimo e penultimo Lorenzo Baldassarri (MV Agusta). 

Credit: MotoGP.com Press