Pattinaggio artistico, Junior Grand Prix Krasnoyarsk 2021: è Sofia Akatieva la più attesa

Dopo gli interessantissimi test di Chelyabinsk, rimarranno accesi anche questa settimana i fari in Russia da parte della comunità del pattinaggio di figura. Si svolgerà infatti questo weekend la quarta tappa del circuito ISU Junior Grand Prix 2021-2022, in programma a Krasnoryask da giovedì 16 a sabato 19 settembre. Un appuntamento per certi versi imperdibile, complice la presenza di atleti di altissimo profilo.

Per l’occasione infatti assisteremo al debutto ufficiale della padrona di casa Sofia Akatieva, atleta sopraffina del Team Tutberidze che ha dominato le competizioni interne lo scorso anno, in grado di presentare, se confermerà quanto fatto nei test junior dedicati, il triplo axel nel corto, chiaramente in combinazione, e due quadrupli toeloop nel libero, tra cui uno combinato.

Ma non sarà da sottovalutare una delle avversarie più accreditate, Sofia Samodelkina, scuola CSKA, votata anche lei, salvo ovviamente strategie più conservative, a un layout all’attacco con il triplo axel agganciato al triplo toeloop nel primo segmento e almeno un quadruplo, il salchow, nel secondo. Presenti inoltre Anastasia Zinina, seguita da Evgeni Plushenko, oltre che Elizaveta Kulikova (scuola CSKA). Forfait dell’ultimo minuto per Daria Sadkova, talento promettente trapiantato da un anno nel gruppo di allenamento più competitivo della storia (quello della già citata Eteri Tutberidze) che ha già colpito per la qualità degli elementi, fuori per ragioni mediche e sostituita da una altra stella del CSKA, Elizaveta Berestovskaia. Non eccezionali le concorrenti delle altre Nazioni, complice defezioni pesanti di Corea del Sud e Giappone, dove possiamo segnalare le statunitensi Kate Wang e Maryn Pierce oltre che la svizzera Anna La Porta.

In campo maschile a partire con i favori del pronostico sarà il russo Artem Kovalev, immediatamente preceduto dal compagno di Nazionale Gleb Lutfullin. Saranno della partita inoltre Andrei Anismov, Ehor Rukhin e Fedor Zenov. Tra gli altri spiccano l’estone Mihhal Selevko e canadese Welsey Chiu, vincitore della seconda tappa di Courcehvel.

Nella danza, se non ci saranno sorprese, saranno Irina Khavronina-Dario Crisano quelli da battere, forti della loro vittoria alle Olimpiadi Giovanili di Losanna nel 2020. Decisamente competitivi anche i compagni di squadra, sempre di bandiera russa, Elizaveta Shichina-Gordey Khublov, Alisa Ovsiankina-Matvei Samokhin, Olga Mamchenkova-Mark Volkov, Sofia Leonteva-Danill Gorelkin. Da menzionare poi i canadesi Nadiia Bashynska-Peter Beaumont e Emma Goodstadt-Michael Barssoum, i georgiani stanziati a Mosca Dea Kuparadze-Danila Saveliev, i sudcoreani Hannah Lim-Ye Quan (i quali hanno ottenuto una storica terza posizione alla prima tappa francese), oltre che gli statunitensi Angela Ling-Caleb Win, quinti classificati ai Campionati Nazionali. Questa specialità conta anche l’unica rappresentativa azzurra, formata da Giorgia Galimberti-Matteo Libasse Mandelli.

Mini Campionato Russo infine nelle coppie d’artistico con la bellezza di quattro rappresentanti (su sei partecipanti) rigorosamente all’esordio internazionale: Ekaterina Chikmareva-Matvei Ianchenkov, Ekaterina Storublevtceva-Artem Gritsaenko, Ekaterina Petushkova-Evgenii Malikov e Natalia Khabibullina-Ilya Knyazhuk.

La quarta tappa del circuito ISU Junior Grand Prix sarà come sempre visibile gratuitamente su YouTube tramite il canale “ISU Junior Grand Prix“, con il commento in lingua inglese di Ted Barton.

IL PROGRAMMA DELLA QUARTA TAPPAL DEL GRAND PRIX JUNIOR (orari italiani)

Giovedì 16 settembre
09:15-11:20 Rhythm dance danza sul ghiaccio
11:55-12:45 Short program coppie d’artistico
14:00-16:20 Short program individuale maschile

Venerdì 17 settembre
07:15-10:20 Short program individuale femmnile
11:55-12:45 Free program coppie d’artistico
13:00-15:35 Free program individuale femminile

Sabato 18 settembre
06:30-08:50 Free dance danza sul ghiaccio
09:30-13:00 Free program individuale femminile

Foto: International Skating Union (Figure Skating, JGP Krasnoyarsk Event)

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

F1, l’Aston Martin smentisce le voci del divorzio da Sebastian Vettel

Calcio, Walter Mazzarri è il nuovo allenatore del Cagliari. Sostituisce Leonardo Semplici