Seguici su

Formula 1

F1, perché Max Verstappen partirà in ultima fila. Penalizzazione, occasione Hamilton e…rischio pioggia!

Pubblicato

il

Max Verstappen scatterà dall’ultima fila nel GP di Russia 2021, tappa del Mondiale F1 che si correrà domenica 26 settembre. Il leader del campionato dovrà dunque prendere il via dal fondo della griglia di partenza. Il motivo è presto detto: l’olandese ha montato un nuovo motore sulla sua Red Bull, si tratta della quarta power unit utilizzata in questa stagione e il regolamento prevede che chi impiega più di tre unità debba scattare in ultima posizione (nella prima gara in cui la sua monoposto usufruisce del propulsore fresco).

La scuderia austriaca ha adottato questa soluzione anche perché Max Verstappen doveva comunque scontare tre posizioni sullo schieramento per l’incidente avuto due settimane fa con Lewis Hamilton a Monza, dunque si è deciso di adottare in questa occasione il nuovo motore e di non rinviare il debutto a un immediato futuro. Il 23enne sarà dunque chiamato a una poderosa rimonta dalla retrovie e dovrà cercare di limitare i danni, entrando in top-10 e provando a portare a casa il maggior numero possibile di punti.

Il pilota della Red Bull ha cinque punti di vantaggio su Lewis Hamilton in classifica generale. Il sette volte Campione del Mondo ha dunque una ghiottissima occasione: il britannico punterà a vincere al volante della Mercedes (tra l’altro il circuito di Sochi è ampiamente favorevole alla scuderia anglo-tedesca) e a riprendersi la vetta del campionato, cercando anche di allungare in maniera rilevante sul diretto rivale per il titolo iridato. Attenzione anche alla variabile pioggia, che potrebbe rimescolare ulteriormente le carte e che potrebbe aiutare Verstappen nella rimonta.

Precisiamo che anche Charles Leclerc sarà penalizzato per aver montato il quarto motore sulla Ferrari, dunque in ultima fila ci saranno il monegasco e appunto Verstappen. Chi partirà davanti all’altro? Chi farà meglio nelle qualifiche di sabato pomeriggio.

Foto: Lapresse

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *