Gianmarco Tamberi al Palio della Quercia: prima uscita italiana da Campione Olimpico. Ci sono Weir e Crippa

Gianmarco Tamberi si sta preparando per fare la sua seconda uscita da Campione Olimpico del salto in alto. Dopo il quinto posto ottenuto mercoledì scorso a Losanna in Diamond League (superando 2.24 metri prima degli errori tra 2.27 e 2.30), il marchigiano sarà la grande stella del Palio della Quercia, tradizionale meeting di Rovereto (in provincia di Trento) che andrà in scena martedì 31 agosto. Il ribattezzato Gimbo se la dovrà vedere con gli statunitensi Darryl Sullivan e Shelby McEwan, con il bahamense Donald Thomas e con l’amico Silvano Chesani. Si tratta della prima gara in Italia dopo l’apoteosi di Tokyo, l’azzurro avrà la possibilità di abbracciare il tanto pubblico che lo ama.

Nel cast spiccano altre stelle internazionali come lo statunitense Michael Cherry (oro con la 4×400 ai Giochi), il giamaicano Ronald Levy (bronzo a cinque cerchi oro sui 110 ostacoli), l’australiana Kelsey Lee-Barber (bronzo olimpico nel tiro del giavellotto) contro la ceca Barbora Spotakova e la tedesca Christin Hussong (questa gara è valida per la Diamond League).

Il meeting più antico d’Italia, tappa silver del World Athletics Continental Tour (il terzo circuito mondiale per importanza, dopo Diamond League e Gold Tour), sarà infarcita di tanti altri italiani come Zane Weir (quinto alle Olimpiadi nel getto del peso) e Leonardo Fabbri pronti a sfidare il serbo Armin Sinancevic e il lussemburghese Bob Bertemes. Rivedremo anche Yeman Crippa sui 3000 metri, Paolo Dal Molin sui 110 ostacoli insieme ad Hassane Fofana, Edoardo Scotti e Vladimir Aceti sui 400 metri.

Simone Barontini sugli 800 metri dei keniani Cornelius Tuwei e Collins Kipruto, Elena Bellò ed Eloisa Coiro sul doppio giro di pista, Gloria Hooper sui 100, Elisa Lazzaro sui 100 ostacoli, Petra Nardelli sui 400, Ottavia Cestonaro nel triplo, Pietro Riva sui 3000, Carolina Visca nel giavellotto. Prevista la diretta tv su RaiSport dalle ore 20.20.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Volley, Simone Giannelli capitano dell’Italia per gli Europei. Il regista succede a Zaytsev

Tennis, Matteo Berrettini: “Non ho perso le mie consapevolezze, sono un finalista Slam!”