Seguici su

Ciclismo

Tour de France 2021: Sepp Kuss si impone nella quindicesima tappa, Nibali ci prova. Tadej Pogacar gestisce

Pubblicato

il

Dopo una tappa alla Vuelta di Spagna arriva un trionfo parziale anche al Tour de France: Sepp Kuss dimostra di avere il colpo in canna nei Grandi Giri imponendosi nella quindicesima frazione della Grande Boucle, la prima vera sui Pirenei, partita da Céret e giunta ad Andorra la Vella. Tutto facile per Tadej Pogacar (UAE Emirates) che controlla la situazione e resta nettamente in Maglia Gialla.

Giornata da fughe doveva essere e si è avverata la previsione della vigilia. Dopo diversi scatti si è formato un drappello di trentadue uomini al comando: Wout Van Aert, Sepp Kuss, Steven Kruijswijk (Jumbo-Visma), Jonathan Castroviejo, Dylan Van Baarle (Ineos Grenadiers), Dan Martin, Michael Woods (Israel Start-Up Nation), Vincenzo Nibali, Kenny Elissonde, Julien Bernard (Trek-Segafredo), Julian Alaphilippe, Davide Ballerini (Deceuninck-QuickStep), Alejandro Valverde (Movistar), Lukas Pöstlberger (Bora-hansgrohe), David Gaudu, Valentin Madouas, Bruno Armirail (Groupama-FDJ), Ruben Fernandez (Cofidis), Neilson Powless, Ruben Guerreiro (EF Nippo), Nairo Quintana (Arkéa-Samsic), Aurélien Paret-Peintre (AG2R Citroen), Mark Donovan (Team DSM), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Wout Poels, Dylan Teuns, Matej Mohoric (Bahrain-Victorious), Michael Matthews (Team BikeExchange), Ion Izagirre (Astana-PremierTech), Sergio Henao (Qhubeka-NextHash), Pierre Latour (TotalEnergies), Franck Bonnamour (B&B Hotels p/b KTM).

I corridori davanti sono riusciti a guadagnare un gran margine sul gruppo, con soprattutto la Groupama-FDJ a prendere iniziativa, aumentando il vantaggio. A gestire la situazione dietro ovviamente la UAE Emirates della Maglia Gialla Tadej Pogacar in un primo momento. Successivamente spazio alla Ineos Grenadiers che ha accelerato, guadagnando sui fuggitivi e distruggendo il plotone dei migliori.

Il tutto si è andato a decidere sull’ultima ascesa di giornata, il Col de Beixalis: tra i fuggitivi, dopo un paio di scatti di Quintana e Nibali, ha allungato definitivamente Sepp Kuss, inseguito dal solo Alejandro Valverde. In gruppo il primo attacco è stato di Richard Carapaz, poi ci ha provato anche Jonas Vingegaard, ma per Tadej Pogacar nessun patema, pronto a rispondere sempre in prima persona.

Kuss è riuscito a gestire al meglio la discesa, trionfando a braccia alzate davanti al veterano Valverde. Terza piazza per Poels, undicesimo Vincenzo Nibali. Il gruppo Maglia Gialla è giunto a 4’50” con praticamente tutti i big.

Foto: Lapresse

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online