Seguici su

Judo

Judo, Maria Centracchio pazza di gioia dopo il bronzo: “Il Molise esiste e mena forte”

Pubblicato

il

La medaglia di bronzo conquistata da Maria Centracchio nel Judo, categoria individuale fino ai 63 kg, alle Olimpiadi di Tokyo 2020, è destinata a rimanere per sempre impressa nella storia. Non solo perché rappresenta il primo metallo olimpico di una donna molisana, ma anche per il modo in cui la nostra è riuscita nell’impresa: l’isernina ha infatti strappato la qualificazione diretta per i giochi all’ultimo respiro, partendo poi dal numero 27 del tabellone e sfoggiando sul tatami del Nippon Bundokan una condizione di forma invidiabile.

Una gioia incontenibile quella dell’atleta, ben sintetizzata nella sua brevissima dichiarazione rilasciata pochi minuti dopo il combattimento: “Non so che dirvi adesso, non sono lucida, so solo che è una cosa incredibile“. Ha esordito così Centracchio, intercettata dai microfoni del TG2.

Un bronzo arrivato dopo quello agguantato dall’amica di sempre Odette Giuffrida due giorni fa nei -52, risultato che ha motivato ancora di più Maria: “Vederla sul podio mi dato ancora di più la spinta per cercare di esserci anche io“.

Un successo, come citato poc’anzi, dunque storico per la regione Molise e per tutti i molisani. E proprio a questi ultimi la judoka ha riservato un pensiero alla fine del suo intervento: “Spero che loro siano orgogliosi di me perché io sono orgogliosissima di rappresentarli e di dimostrare che il Molise esiste e mena forte“.

Foto: LaPresse

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *