IndyCar, nuova sfida in Ohio. Penske ancora senza successi

Nuovo appuntamento questo fine settimana con decima competizione dell’IndyCar Series 2021. Lo spettacolo è assicurato a Mid-Ohio, storica pista statunitense in cui tutto può succedere. Il giorno dell’Indipendenza degli Stati Uniti d’America potrebbe regalare l’ottavo vincitore diverso nelle dieci prove disputate, un dato che conferma una delle stagioni più incerte della storia moderna della serie.

Alex Palou approda in Ohio da leader della classifica. Lo spagnolo di Chip Ganassi Racing #10 non ha perso a Road America l’occasione di vincere approfittando dei problemi alla Chevrolet 2 dell’americano Josef Newgarden (Penske #2). Quest’ultimo insegue il primo successo del 2021 insieme ad una squadra che continua ad essere attanagliata dalla sfortuna.

La formazione del ‘Capitano’ prova ad invertire la tendenza in Ohio dopo aver perso la race-1 di Belle Isle e la competizione di due settimane fa per una noia meccanica sulle auto del già citato Newgarden e sulla monoposto #12 dell’australiano Will Power. Il francese Simon Pagenaud #22 ed il neozelandese Scott McLaughlin sono gli altri due protagonisti all’attacco questo fine settimana con il Team Penske che vinse race-1 dell’inedito doubleheader in Ohio dello scorso settembre.

Il tortuoso circuito di Lexington è simbolicamente la casa di un pilota: Scott Dixon #9. Il pluricampione neozelandese del Chip Ganassi Racing, vincitore nell’ultima volta nel 2019, ha l’opportunità di imporsi per la settima volta e diventare il terzo nel 2021 con due affermazioni.

Oltre a Palou ricordiamo infatti anche il messicano Pato O’Ward che dopo la race-2 di Fort Worth ha vinto dal 16° posto sullo schieramento la competizione di Detroit dopo una bellissima lotta nel finale contro Newgarden. Il portacolori di McLaren è al secondo posto del campionato con 28 lunghezze di ritardo.

Il #5 del gruppo ritroverà nel proprio box lo svedese Felix Rosenqvist, infortunato nella race-1 di Belle Isle in seguito ad uno spaventoso incidente contro le barriere. Il #7 di McLaren torna nella categoria insieme all’olandese Rinus Veekay (Ed Carpenter #21), assente a Road America dopo aver rimediato un problema alla clavicola in seguito ad una scivolata in bici in allenamento.
Occhi puntati anche su Romain Grosjean. Il francese di Coyne, all’esordio nel campionato, ha tagliato al sesto posto il traguardo di Elkhart Lake al termine di una gara perfetta. L’ex alfiere di Haas nella massima formula si sta distinguendo in IndyCar con un podio, ottenuto nello stradale di Indianapolis, manifestazione in cui ottenne la prima pole-position in carriera. Evidenziamo anche le Top10 in qualifica a Road America e nel doubleheader di Detroit.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Equitazione, Nations Cup 2021: l’Olanda profeta in patria a Rotterdam, seconda la Svezia

Tour de France 2021, Wout Van Aert diventa il capitano della Jumbo-Visma. Ma non sarà semplice fare classifica