MMA, Marvin Vettori e il sogno americano: The Italian Dream sfida Adesanya per il Mondiale. Notte da Leoni

Lo hanno sempre soprannominato The Italian Dream, fin da quando combatte. Un’etichettatura quasi da predestinato, un appellativo che già manifestava le ambizioni e le speranze di un fighter che si è costruito da solo, passo dopo passo, credendo in qualcosa che sembrava impossibile e che agli inizi apparivi come una mera utopia, un’impresa irrealizzabile e campata per aria. Marvin Vettori ha sempre avuto fiducia nei suoi mezzi e nelle sue potenzialità, si era ben figurato un obiettivo nella sua mente e questa notte avrà la possibilità di realizzare quel sogno, che fa tremare soltanto a pronunciarlo: diventare il primo italiano della storia a laurearsi Campione del Mondo nella MMA.

Guarda Vettori-Adesanya su DAZN: offerta speciale a 9,99 euro fino al 30 giugno e due mesi in regalo

Sull’ottagono di Glendale (Arizona, USA), il trentino affronterà Israel Adesanya, l’attuale Campione del Mondo dei pesi medi. Il nostro portacolori ha in mente soltanto un risultato: la vittoria, per conquistare la cintura iridata e portare il Bel Paese ai vertici internazionale in uno sport che fino a pochi anni fa non era minimamente considerato alle nostre latitudini. Le imprese di McGregor e Khabib hanno fatto avvicinare alcuni appassionati, ora Marvin Vettori vuole prendersi l’effetto di un’intera Nazione e punta a fare esplodere definitivamente le arti marziali miste.

LIVE Vettori-Adesanya, Mondiale MMA in DIRETTA: The Italian Dream, una vittoria per la gloria e la storia

Il trentino se la può giocare fino in fondo contro il temibile nigeriano, ha tutte le carte in regola per completare la sua impresa: è eccellente nella lotta a terra, è dotato di una rilevante varietà di colpi, ha un buon allungo e un fisico di spessore per fronteggiare le lunghe leve e la solidità del suo rivale di turno. Non va dimenticato che il 27enne è reduce da cinque vittorie consecutive e che non perde un incontro da tre anni: il 14 aprile 2018, infatti, andò in scena il primo atto tra il ribattezzato The Italian Dream e il rinominato The Last Stylebender. Tra l’altro proprio a Glendale.

Ai tempi il nostro portacolori era un nome nuovo sull’ottagono e il nigeriano non era ancora in possesso del titolo iridato. La battaglia fu cruenta e ricca di colpi di scena, caratterizzata da continui ribaltamenti di fronte e da un enorme equilibrio. Il match fu incerto e anche il verdetto fu tutt’altro che chiaro: decisione non unanime, vittoria assegnata al nativo di Lagos. Due giudici optarono in favore dell’africano (29-28), il terzo preferì l’azzurro (29-28). Questa volta la musica sarà diversa, o è almeno quello che spera il nativo di Mezzocorona.

Il 14 luglio 2019 Vettori ebbe la meglio sul brasiliano Cezar Ferreira con verdetto unanime, il 12 ottobre 2019 regolò allo stesso modo lo statunitense Andrew Sanchez, il 13 giugno 2020 sottomise lo statunitense Karl Roberson (dopo 4’17” della prima ripresa), il 5 dicembre 2020 si inventò la magia contro il fuoriclasse svedese Jack Hermansson, lo scorso 10 aprile si procurò definitivamente la chance iridata annichilendo Kevin Holland (sostituto all’ultimo minuto di Darren Till).

Non va infatti dimenticato che il 31enne Adesanya è imbattuto tra i pesi medi, di cui detiene il titolo mondiale dal 6 ottobre 2019 (sconfisse Robert Whittaker), avendolo poi difeso due volte nel 2020 (contro Yoel Romero e Paulo Costa). Lo scorso 6 marzo, però, è incappato nella sua prima sconfitta in carriera contro Jan Blachowicz, nel tentativo di fare il salto di categoria provando ad avere la meglio sul Campione del Mondo dei mediomassimi.

I record: 17 successi, 4 sconfitte, 1 pareggio per Vettori (7 vittorie, 1 pareggio, 2 sconfitte da quando è in UFC); 20 successi e 1 sconfitta per Adesanya (9 affermazioni e 1 battuta d’arresto nella massima promotion). Le borse economiche e i guadagni? Vettori si potrebbe aggirare complessivamente attorno al mezzo milione di dollari, il doppio per Adesanya.

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Israel Adesanya Marvin Vettori

ultimo aggiornamento: 12-06-2021


Lascia un commento

Europei calcio 2021, l’Italia stravince con la Turchia grazie all’enorme fiducia nelle proprie qualità

Giro d’Italia U23, tappa di oggi San Vito al Tagliamento-Castelfranco Veneto: percorso, favoriti, altimetria. Chiusura per velocisti