Roland Garros 2021, risultati maschili 30 maggio: Fognini al 2° turno, eliminati Thiem e Dimitrov. Zverev si salva, Tsitsipas avanza

Giornata d’esordio per questa edizione 2021 del Roland Garros. Sulla terra rossa di Parigi hanno preso il via gli incontri della parte bassa del tabellone maschile e i risultati maturati invitano a degli spunti.

FOGNINI IN E GIANNESSI OUT – Missione compiuta per Fabio Fognini, impegnato quest’oggi contro il francese Gregoire Barrere (n.122 del ranking): 6-4 6-1 6-4 lo score in favore del ligure autore di una buona prova, migliore delle ultime apparizioni. Per l’azzurro (n.29 ATP) buone sensazioni in vista del prossimo round contro l’ungherese Marton Fucsovics (n.44 ATP). Il magiaro ha risposto presente, superando per 6-4 6-1 7-6 (5) il transalpino Gilles Simon (n.69 del ranking). Ha lottato come un leone, ma si è dovuto arrendere Alessandro Giannessi. Il nostro portacolori, proveniente dalle qualificazioni, ha impegnato in un confronto durato oltre quattro ore il giapponese Kei Nishikori (n.49 del mondo). Il tennista del Bel Paese ha fatto appello a tutta la sua determinazione, sfiorando l’impresa, ma dovendo alzare bandiera bianca al cospetto del rivale e alle fatiche fisiche: 6-4 6-7 (4) 6-3 4-6 6-4 lo score in favore del nipponico. Nishikori, dunque, se la vedrà al secondo turno contro il russo Karen Khachanov (n.25 del mondo) che con meno problemi si è imposto contro il ceco Jiri Vesely (n.71 ATP) per 6-1 6-2 6-3.

THIEM E DIMITROV ELIMINATI – Fa decisamente rumore l’eliminazione del n.4 del mondo Dominic Thiem. L’austriaco, tra i giocatori più accreditati di questo torneo, ha confermato il suo momento negativo e ha subito un ko pesante per mano dello spagnolo Pablo Andujar (n.68 del mondo): 4-6 5-7 6-3 6-4 6-4 il punteggio in favore dell’iberico, con l’austriaco rimontato e deluso al termine di un match durato 4 ore e 29 minuti. Andujar, dunque, attende il vincente della sfida tra il moldavo Albot e l’argentino Delbonis. Fuori dai giochi anche Grigor Dimitrov: il bulgaro è stato costretto al ritiro sul punteggio di 6-2 6-4 5-7 0-3 contro l’americano Marcos Giron (n.82 del mondo). Un ko inatteso quello del n.17 del ranking e dunque sarà lo statunitense ad affrontare l’argentino Guido Pella (n.59 del mondo) che ha regolato in tre set (6-3 7-6 (4) 7-5) il colombiano Daniel Elahi Galan Riveros (n.106 ATP).

ZVEREV A FATICA, TSITSIPAS, BAUTISTA AGUT E CARRENO BUSTA OK – Tanta sofferenza, ma alla fine il tedesco Alexander Zverev (n.6 ATP) è riuscito a spuntarla. Nel derby teutonico che lo vedeva contrapposto a Oscar Otte (n.152 del ranking, proveniente dalle qualificazioni), Sascha è stato obbligato a rimontare da una condizione di due set di svantaggio, concludendo con il punteggio di 3-6 3-6 6-2 6-2 6-0. Per il vincitore del Masters1000 di Madrid 2021 ci sarà quindi un altro qualificato, il russo Roman Safiulin (n.181 del mondo) che ha battuto per 7-6 (4) 1-6 6-0 6-2 lo spagnolo (qualificato) Carlos Taberner (n.137 del mondo). Tutto facile, invece per i due spagnoli Roberto Bautista Agut e Pablo Carreno Busta. Il primo si è imposto nel derby iberico contro Mario Vilella Martinez (n.182 del ranking) per 6-4 6-4 6-2, mentre il secondo ha battuto per 6-3 6-4 6-3 lo slovacco Norbert Gombos (n.87 ATP). Per Bautista Agut ci sarà lo svizzero (qualificato) Henri Laaksonen (n.150 del ranking), uscito vittorioso dalla sfida contro il tedesco Yannick Hanfmann (n.93 ATP) per 6-1 6-3 4-6 6-2; Carreno-Busta se la vedrà contro la wild card francese Enzo Couacaud (n.177 del mondo), impostosi per 7-6 (3) 6-4 6-3 contro il bielorusso Egor Gerasimov (n.78 del mondo). A chiosa del programma odierno è arrivata la vittoria del greco Stefanos Tsitsipas (n.5 del mondo) per 7-6 (6) 6-3 6-1 contro il francese Jeremy Chardy (n.58 del ranking). Dopo un primo parziale un po’ sofferto, l’ellenico ha preso il largo e affronterà il vincente del confronto tra Sebastian Korda e Pedro Martinez. Ko, invece, il vincitore del Masters1000 di Miami 2021 Hubert Hurkacz, sconfitto in cinque set per 6-7 (5) 6-7 (4) 6-2 6-2 6-4 dall’olandese (qualificato) Botic van de Zandschulp (n.154 del ranking).

I RISULTATI DEL TABELLONE MASCHILE (30 MAGGIO)

COURT PHILIPPE CHATRIER
Andujar (ESP)-Thiem (AUT) (4) 4-6 5-7 6-3 6-4 6-4
Tsitsipas (GRE) (5)-Chardy (FRA) 7-6 (6) 6-3 6-1

COURT SUZANNE LENGLEN
Fognini (ITA) (27)-Barrere (FRA) (WC) 6-4 6-1 6-4
Zverev (GER) (6)-Otte (GER) (Q) 3-6 3-6 6-2 6-2 6-0

COURT SIMONNE MATHIEU
Fucsovics (HUN)-Simon (FRA) 6-4 6-1 7-6 (5)
Moutet (FRA)-Djere (SRB) 3-6 7-6 (10) 6-7 (2) 5-7

COURT 14
Nishikori (JPN)-Giannessi (ITA) (Q) 6-4 6-7 (4) 6-3 4-6 6-4
Van de Zandschulp (NED) (Q)-Hurkacz (POL) (19) 6-7 (5) 6-7 (4) 6-2 6-2 6-4

COURT 7
Vilella Martinez (ESP) (Q)-Bautista Agut (ESP) (11) 4-6 4-6 2-6
Dimitrov (BUL) (16)-Giron (USA) 6-2 6-4 5-7 0-3 ritiro di Dimitrov

COURT 6
Kecmanovic (SRB)-Evans (GBR) (25) 1-6 6-3 6-3 6-4
Davidovich Fokina (ESP)-Kukushkin (KAZ)  6-4 6-4 6-3

COURT 8
Hanfmann (GER)-Laaksonen (SUI) (Q) 1-6 3-6 6-4 2-6
Ruusuvuori (FIN)-McDonald (USA) (Q) 6-4 3-6 6-7 (4) 3-6

COURT 9
Gerasimov (BLR)-Couacaud (FRA) (WC) 6-7 (3) 4-6 3-6
Khachanov (RUS) (23)-Vesely (CZE) 6-1 6-2 6-3

COURT 12
Londero (ARG)-Garin (CHI) (22) 6-7 (3) 4-6 3-6
Safiullin (RUS) (Q)-Taberner (ESP) (Q) 7-6 (4) 1-6 6-0 6-2

COURT 13
Gombos (SVK)-Carreno Busta (ESP) (12) 3-6 4-6 3-6
Pella (ARG)-Galan (COL) (Q) 6-3 7-6 (4) 7-5

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Atletica, Coppa Europa. La Torre: “Italia seconda e più consapevole del suo talento, usciamo dallo spirito di Tafazzi”

Basket, Eurolega 2021: Micic e Larkin mandano ko il Barcellona. Efes sul tetto d’Europa