Internazionali d’Italia 2021: Iga Swiatek irrefrenabile, è 6-0 6-0 a Karolina Pliskova in finale

Bisognerebbe scoprire se esiste un termine adatto per descrivere quanto andato in scena al Foro Italico, e forse neanche quello basterebbe. La finale degli Internazionali d’Italia 2021 in campo femminile va a Iga Swiatek, ma è il risultato a essere storico. Mai, infatti, il torneo aveva visto chiudere un ultimo atto per 6-0 6-0: a fare le spese della furia della polacca è la ceca Karolina Pliskova. Neanche Chris Evert era mai riuscita a fare tanto: il massimo lo raggiunse nel 1975, quando sconfisse per 6-1 6-0 Martina Navratilova; lo stesso risultato lo corse nel 1983 Andrea Temesvari su Bonnie Gadusek.

Non bastano nemmeno i numeri a definire il dominio di Swiatek, in grado di tirare vincenti da qualunque parte del campo e di rendere questa finale qualcosa di simile a una formalità, in appena tre quarti d’ora. 51 punti a 13 il dato per la polacca, che soltanto in due occasioni va vicina a vincere un game: nel secondo game del secondo set, con due palle break, e nell’ultimo, con altre due chance.

Diametralmente opposto il vincenti-gratuiti per Swiatek e Pliskova (17-5 da una parte, 5-23 dall’altra): per la ceca anche sei doppi falli, a completamento di un incontro durato tre quarti d’ora e che rimarrà nella memoria, a suo modo, di chi vi ha assistito dal vivo e non solo.

Con questo risultato Swiatek entra per la prima volta nelle prime 10 della classifica mondiale, assestandosi proprio al numero 9. Pliskova, invece, ne perde una, inserendosi al decimo posto. Si tratta inoltre del suo terzo torneo vinto: considerando che questi eventi si chiamano Roland Garros, Adelaide e Roma, non c’è di che essere scontenti.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Ungheria 2021: classifica generale all’australiano Damien Howson, terzo Antonio Tiberi

MotoE, GP Francia 2021: Granado vince all’ultimo giro su Casadei e Zaccone