Ginnastica, Europei 2021: Salvatore Maresca, il Thor degli anelli per un ruggito famelico. Bartolini se la gioca

Salvatore Maresca ha stupito tutti nelle qualificazioni degli Europei 2021 di ginnastica artistica. L’azzurro ha eseguito un esercizio meraviglioso agli anelli e ha stampato addirittura il terzo punteggio di giornata! Un roboante 14.933, con 6.2 come D Score, ha illuminato le pedane di Basilea e ha presentatto all’Italia un nuovo talento da tenere sotto ossevazione. Il 27enne aveva vinto gli Assoluti di ottobre e aveva ben figurato nelle ultime tappe di Serie A, ma ritrovarselo alle soglie dei 15 punti in campo internazionale è una piacevole sorpresa. Il campano è risultato impeccabile nell’eliminatoria di giovedì e oggi pomeriggio (attorno alle ore 15.10 circa) tenterà il colpaccio nella Finale di Specialità. Sognare non costa nulla, con questo esercizio si può davvero andare lontani, a patto ovviamente di essere perfetti.

Ambire a una medaglia deve essere il diktat con cui Salvatore Maresca si presenterà al castello, ben consapevole che non ha nulla da perdere e che ha già raggiunto un traguardo prestigioso. L’Italia attende Marco Lodadio, argento agli ultimi Mondiali in ripresa da un’operazione e col mirino puntato sulle Olimpiadi, ma intanto ha trovato una nuova figura di spessore che ha subito fatto centro alla prima vera occasione che ha avuto in campo internazionale. Gli avversari sono forti, fortissimi. Ma intanto il ribattezzato Thor ha scombussolato le gerarchie su un attrezzo molto statico e dove è difficile inserirsi da outsider.

Il greco Eleftherios Petrounias appare insuperabile (15.366 per il Campione Olimpico di Rio 2016), ma per il resto sono davvero tutti molto vicini e Salvatore Maresca ci deve credere. Gli armeni Vahagn Davtyan (14.966, bronzo due anni fa) e Artur Avetisyan (14.833, quarto agli Europei 2016) fanno paura, ma a spaventare maggiormente sono il turco Ibrahim Colak (14.733, è il Campione del Mondo in carica) e il russo Nikita Nagornyy (14.733, Campione del Mondo all-around e ieri vincitore del concorso generale), senza dimenticarsi di due ossi durissimi come l’ucraino Igor Radivilov (14.800, oro nel 2013 e bronzo nel 2017, grande icona al volteggio) e l’austriaco Vinzenz Hoeck (14.766).

LIVE Ginnastica artistica, Europei 2021 in DIRETTA: finali di specialità, Villa e D’Amato ci provano alle parallele. Maresca per la magia

Ricordiamo anche l’ordine di rotazione, perché Salvatore Maresca avrà lo svantaggio di esibirsi per primo, facendo da riferimento per gli avversari. Dopo di lui toccherà nell’ordine a Petrounias, Radivilov, Davtyan, Colak, Nagornyy, Hoeck, Avetisyan.

Ci deve credere con tutto il cuore anche Nicola Bartolini perché il suo esercizio al corpo libero è una vera e propria bomba. In qualifica è stato eccellente: 14.558, 5.8 il D Score, 8.758 di esecuzione. Nella finale all-around si è confermato sul 14.500 ed è vicinissimo agli avversari diretti per la medaglia di bronzo. Se i russi Kirill Prokopev e Nikita Nagornyy (15.066 per entrambi in eliminatoria) appaiono imprendibili, così non sono lo svizzero Benjamin Gischard (14.666), il bielorusso Yahor Sharamkou (14.566), il bulgaro Dimitar Dimitrov (14.533) e il turco Ahmet Onder (14.466).

Non abbiamo citato l’altro anatolico Adem Asil perché ieri si è infortunato e dovrebbe non essere al via, nel caso sarà sostituito dall’olandese Casimir Schmidt. Si preannuncia battaglia, il sardo vuole dire la sua dall’alto di un esercizio dall’elevato contenuto tecnico e che punta tanto sulla precisione agli arrivi. Due anni fa fu capace di accedere alla finale, questa volta tenterà di salire un gradino in più. Si esibirà per terzo dopo Onder e Sharamkou, poi a seguire Nagornyy, Asil (o Schmidt), Prokopev, Gischard, Dimitrov.

Foto: Simone Ferraro/FGI

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Scacchi, Torneo dei Candidati 2021: Fabiano Caruana-Anish Giri, la lotta per non far scappare Ian Nepomniachtchi

SailGP, si comincia! Ben Ainslie, James Spithill e Peter Burling: profumo di America’s Cup!