Seguici su

Senza categoria

ATP Belgrado 2021: Gianluca Mager, impresa serba. Battuto Laslo Djere con una gran prova

Pubblicato

il

Gianluca Mager si regala, al primo turno del torneo ATP 250 di Belgrado, una delle più belle vittorie della carriera. Sconfitto in due set il numero 9 del seeding, padrone di casa e osso duro sulla terra rossa Laslo Djere, con un brillante 6-4 6-3 in poco più di un’ora e mezza. Per lui ora, al secondo turno, uno tra l’argentino Francisco Cerundolo, passato dalle qualificazioni, e l’australiano Alexei Popyrin. Al momento questo risultato permette al sanremese di salire virtualmente al numero 92 delle classifiche mondiali, e soprattutto fa sì che lunedì sarà comunque con i piedi ben dentro i primi 100 del mondo.

Si comincia subito con un game molto duro, da 14 punti, con Mager che cerca di utilizzare più di una volta le palle corte, ma contro il rovescio di Djere riesce a far poco: c’è il break immediato. L’italiano finisce per due volte sotto 0-30 nei giochi successivi, ma sul 3-4 si ritrova sul 15-40 in proprio favore: sbaglia un dritto, vede il serbo spinger con il proprio, ma trova poi due gran risposte che gli assicurano il ritorno in parità. Mager vola sulle ali dell’entusiasmo, e in pochi minuti riesce anche a conquistare il set, un po’ con l’aiuto di un nastro, un po’ con Djere che mette lungo il rovescio che vale il 6-4.

Non passa molto affinché il ligure si ritrovi con in mano un’ulteriore occasione, ed è quella che arriva sul 2-1 30-40: il dritto finisce però in rete. Il break è solo ritardato, dal momento che Djere, sul 3-2, sbaglia parecchio, deve salvare tre palle per non perdere il servizio, ma si ritrova a spingere tantissimo, e inutilmente, sul dritto: 4-2 Mager. Sul 5-2 l’azzurro si procura anche due match point, ma viene tenuto lontano dal serbo, che si salva e poi, sul 5-3, prova a stancare il suo avversario, che viene a prendersi a rete il punto che vale il match point. Lo spazio di pochi secondi e arriva dalle parti di Sanremo una vittoria che splende particolarmente, la terza più importante in termini di classifica dell’avversario affrontato da Mager, dietro solo all’accoppiata Ruud-Thiem di Rio de Janeiro nel 2020.

Una delle chiavi della vittoria del ligure va cercata nell’ottima efficacia nella prima di servizio quando è entrata in campo: con questa ha vinto 32 punti su 44, riuscendo a tenere sotto il 60% Djere.

Foto: Marta Magni Images / MEF Tennis Events

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *