Volley femminile, Playoff Serie A1: Scandicci e Firenze vincono l’andata degli ottavi, Bergamo e Trento ko

Oggi si sono disputate due partite valide per l’andata degli ottavi di finale dei playoff scudetto della Serie A1 di volley femminile. In tabellone le squadre classificate tra il quinto e il dodicesimo posto della regular season, mentre le prime quattro piazzate sono già ammesse ai quarti di finale.

Scandicci ha sconfitto Bergamo con un secco 3-0 (25-18; 25-17; 25-23). Le toscane si sono imposte in trasferta, dominando i primi due set e soffrendo soltanto nel terzo parziale, dove hanno messo la freccia soltanto nel finale. La Savino Del Bene ha messo una seria ipoteca sulla qualificazione al quarto di finale contro Busto Arsizio, visto che basterà vincere due set nel ritorno in casa, mentre le orobiche avranno bisogno di una rimonta e poi del successo al golden set di spareggio.

La regista Ofelia Malinov ha mandato in doppia cifra l’opposto Magdalena Stysiak (15 punti, 2 aces) e ha ben sfruttato anche la schiacciatrice Elena Pietrini (9) e la centrale Mina Popovic (8, 2 muri), senza dimenticarsi dell’altro martello Elitsa Vasileva (7) e della centrale Marina Lubian (6). Alle padrone di casa non sono bastate Khalia Lanier (15 punti) e Sara Loda (9).

Firenze batte Trento per 3-1 (25-23; 25-21; 27-29; 25-21): successo tra le mura amiche per le toscane, le dolomitiche cercheranno il ribaltone nel match di ritorno. Show strepitoso dell’indemoniata Sylvia Nwakalor, opposto autrice di 32 punti. La regista Carlotta Cambi ha mandato in doppia cifra anche Sara Alberti (14 punti, 4 muri), Celine Van Gestel (12) e Anastasia Guerra (10). Alle ospiti non è bastata una tonica Vittoria Piani (24 punti), da segnalare anche le 11 marcature di Giulia Melli, i 10 punti a testa di Sofia D’Odorico e Valeria Pizzolato, i 6 muri di Eleonora Furlan.

Foto LM-LPS/Lisa Guglielmi

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket: Pesaro ufficializza il ritorno di Paul Eboua

Scherma, Coppa del Mondo: ottavi di finale fatali agli azzurri a Kazan