Volley, Champions League, ritorno quarti. Perugia cerca l’impresa ma la storia dice Modena dopo il 3-0 dell’andata

La Sir Sicoma Monini Perugia cerca l’impresa, la Leo Shoes Modena si aggrappa alla storia per difendere il preziosissimo 3-0 dell’andata. E’ un ritorno dei quarti di finale di Champions League che promette scintille quello in programma domani al PalaBarton.

Perugia è di fronte ad un bivio stagionale: dopo la Coppa Italia, persa contro Civitanova, il club del presidente Sirci rischia di trovarsi fuori dalla competizione più ambita già nei quarti di finale. La situazione è complicata perchè dal 2014 solo due volte è riuscita l’impresa di ribaltare la situazione alle squadre che hanno perso 3-0 l’andata: nel 2014 l’impresa riuscì a Piacenza nel derby contro Macerata (0-3 all’andata e 3-0 più il golden set al ritorno per gli emiliani) e nel 2018 fu Novosibirsk a ribaltare la situazione contro i belgi del Maaseik (3-0 all’andata in Belgio e 3-1 per i russi al ritorno con successo nel golden set). Nelle altre 49 sfide andata e ritorno con golden set giocate nelle sette edizioni precedenti questa situazione non si è verificata.

La storia, dunque, parla a favore dei gialloblù che sono passati nel giro di due settimana dal rischio sensibile di uscire (sarebbe stata l’unica squadra italiana) nel round robin a super favorita per la semifinale di Champions dove, con ogni probabilità, l’attenderebbe un altro derby tutto italiano e in questo caso tutto gialloblù con Trento a cui basteranno due set in casa contro Berlino per accedere al turno successivo. Il rientro di Lavia, la crescita esponenziale di Vettori e la condizione di Christenson e Grebennikov sono i segreti della squadra di Giani che, dopo una stagione regolare piena di alti e bassi, sembra aver innestate le marce alte ed è pronta al colpaccio.

Perugia all’andata ha pagato una serataccia del suo faro Leon che ha sbagliato tantissimo ed ha faticato a tenere il ritmo dei gialloblù. E’ probabile che gli umbri cambino registro tra le mura amiche ma non potranno concedersi distrazioni e comunque, bene che vada, dovranno giocarsi tutto in un tie break portandosi dietro la tensione di dover vincere a tutti i costi il match. Una situazione non facile, insomma, per Vital Heynen e per la sua squadra, una sorta di prova del nove che può far pendere l’ago della bilancia della stagione da una o dall’altra parte.

Foto LM-LPS/Roberto Tommasini

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, Patrick Lefevere: “Per battere van der Poel e Van Aert bisogna isolarli”

NBA 2020-2021: Devin Booker e Giannis Antetokounmpo ricevono il premio di giocatori della settimana