Sci di fondo: tripletta norvegese con Holund, Krueger e Amundsen nella 15 km dei Mondiali di Oberstdorf 2021

Tripletta norvegese nella 15 km a tecnica libera con partenza a intervalli valida per i Mondiali di sci di fondo in corso di svolgimento a Oberstdorf (Germania). E c’è di più: oltre al tris sul podio, la Norvegia piazza i suoi cinque rappresentanti tutti entro i primi sette posti, a testimonianza di un’enorme superiorità generale. A colorare il podio dei soli colori del loro Paese sono Hans Christer Holund, Simen Hegstad Krueger e Harald Oestberg Amundsen: il primo chiude con un tempo di 33’48″7, staccando gli altri due rispettivamente di 20″2 e 35″6.

La tripletta norvegese, però, inizia a materializzarsi soltanto nel finale, e per un elemento di totale imprevedibilità: il calo di Alexander Bolshunov. Il russo, infatti, dopo aver guidato e poi duellato a lungo con Holund per tutta la prima parte, cede contro qualsiasi pronostico e inizia a rallentare, fino a dover cedere quasi di schianto tutte le posizioni del podio al trio norvegese. Protagonista iniziale anche il finlandese Iivo Niskanen, che però si perde col tempo e finisce 18°, superato anche dal connazionale Hyvarinen.

Bolshunov, per la cronaca, è quarto a 43″7 da Holund, riuscendo a precedere l’altro russo Artem Maltsev a 50″7. Quasi solo Scandinavia nelle prime dieci posizioni, per effetto anche del sesto posto di Sjur Roethe a 55″3 e del settimo di Martin Johnsrud Sundby, che con i 55″9 da Holund cede lo scettro iridato con il sorriso. Ottavo e nono gli svedesi Jens Burman e William Poromaa, rispettivamente a 56″9 e a 1’02″7, davanti al britannico Andrew Musgrave, decimo a 1’06″3.

Nessun italiano in gara: dovevano esserci Giandomenico Salvadori, Davide Graz, Mirco Bertolina e Stefano Gardener, ma la FISI, com’è ormai noto, ha deciso di rimandare a casa tutti gli azzurri per complicazioni legate al Covid-19 in via di diffusione tra lo staff tecnico. Sono partiti così in 106 dei 111 previsti (non è scattato nemmeno il croato Marko Skender), sono arrivati in 102.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

LIVE Sci di fondo, 15 km Mondiali in DIRETTA: tripletta norvegese! Holund batte Krueger ed Amundsen. Quarto Bolshunov

Vela, cancellata la Semaine Olympique di Hyeres. Tutti gli scenari per le qualificazioni olimpiche