Ginnastica, Erika Fasana annuncia il ritiro: “Si chiude un percorso bellissimo”. Azzurra a due Olimpiadi

Erika Fasana ha annunciato il proprio ritiro dall’attività agonistica e ha salutato ufficialmente la ginnastica artistica. La 25enne ha dato il proprio addio alla Polvere di Magnesio, comunicando la propria decisione attraverso i profili social personali. La comasca è stata un’atleta di punta della Nazionale Italiana, ha partecipato alle Olimpiadi di Londra 2012 (raggiungendo una storica finale a squadre) e alle Olimpiadi di Rio 2016 (disputando l’atto conclusivo al corpo libero).

Un pilastro che ha vestito brillantemente il body azzurro e che si è tolta diverse soddisfazioni: oltre all’onore del doppio palcoscenico a cinque cerchi, nel palmares della classe 1996 figurano il bronzo nella gara a squadre degli Europei 2012, il terzo posto alla prestigiosa American Cup nel 2015, due titoli italiani (volteggio nel 2009, corpo libero nel 2015).

Avrebbe meritato qualcosa in più visto il suo talento, è stata sfortunata agli Europei 2015 dove raccolse un doppio quarto posto a un decimo dal podio (nel concorso generale e al corpo libero). Grandissima specialista al quadrato, dove ha presentato in gara i difficilissimi Silivas e Chusovitina (entrambi di difficoltà H, è stato la prima italiana a eseguire il doppio teso con un avvitamento), Erika Fasana ha vinto anche quattro scudetti consecutivi col body della Brixia Brescia (2014-2017).

Nelle ultime stagioni ha accusato alcuni problemi fisici e sostanzialmente non ha più gareggiato, iniziando la carriera di allenatrice. Oggi la decisione definitiva di comunicare il suo addio alla ginnastica praticata. Da parte nostra un sentito grazie per quanto regalato all’artistica azzurra nell’ultimo decennio e un grande in bocca al lupo per la vita extra-sportiva che verrà. Di seguito la lettera con cui Erika Fasana ha comunicato il suo ritiro.

LA LETTERA D’ADDIO DI ERIKA FASANA

Queste le parole di commiato dell’azzurra: “Oggi si chiude uno splendido capitolo della mia vita. Lascio la ginnastica, senza rimpianti e con un grande bagaglio di esperienza che porterò sempre con me per il mio futuro. È stato un percorso bellissimo, iniziato da quando ero una bambina con tanti sogni e tanti obiettivi in testa e finito con la consapevolezza di aver dato sempre il massimo per riuscire a realizzarli. Spero di essere riuscita a rappresentare al meglio la Bandiera Italiana e lo stemma del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito che avevo cuciti sul body“.

Non potevano mancare tanti dovuti ringraziamenti: “Un grazie immenso va a tutte le persone che hanno fatto parte di questo bellissimo viaggio e a tutti quelli che mi hanno sempre supportata nel corso della mia carriera.
Un GRAZIE va in primis alla mia famiglia, che con mille sacrifici mi ha supportata ogni giorno e mi ha aiutata a realizzare tutti i miei sogni.
A Laura Rizzoli, la mia allenatrice, che ha da sempre creduto in me ancora prima che lo facessi io ed è stata sempre il mio punto di riferimento.
A Rossella e Stefano, alla mia società Polisportiva di Fino Mornasco, a Dino, Betty e Laura Francescucci che mi hanno vista crescere e mi sono stati sempre accanto.
A Enrico Casella, che grazie al suo aiuto sono diventata la ginnasta che sognavo di essere.
Alla Brixia Brescia e al suo presidente Folco Donati.
Ai fisioterapisti Salvatore Scintu e Walter Urbani che con la loro professionalità mi hanno seguita facendo in modo che fossi sempre pronta per dare il mio meglio.
Al Dott. Caminiti, al Dott. Zattoni e al Dott. Amelio che mi hanno sempre rimessa in piedi anche quando i tempi di recupero erano strettissimi.
A Gymbody di Natascia e Ferdinando che con la loro creatività hanno realizzato dei bellissimi body per ogni mia gara.
A tutti i Professionisti che ho incontrato nel corso della mia carriera e che, con il loro aiuto, hanno aggiunto un tassello importante nel mio percorso.
Infine, un ringraziamento speciale va al Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito che mi ha dato la possibilità di diventare un’atleta professionista e ha sempre creduto in me e nelle mie potenzialità“.

Oggi si chiude uno splendido capitolo della mia vita.
Lascio la ginnastica, senza rimpianti e con un grande bagaglio di…

Pubblicato da Erika Fasana su Martedì 2 marzo 2021

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Erika Fasana

ultimo aggiornamento: 02-03-2021


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Coppa Italia basket femminile 2021: gli accoppiamenti e il tabellone. Favorite Schio e Venezia

Calcio, Serie A 2021: Juventus-Spezia 3-0. Bianconeri devastanti nella ripresa