Tennis, Andy Murray: “I giovani non possono vincere gli Slam per il livello di gioco espresso”

L’esito della Finale degli Australian Open 2021 ha evidenziato un dato: i giovani non sono ancora pronti per dare l’assalto agli Slam. Di fatto, Novak Djokovic (n.1 del mondo) ha dato seguito all’egemonia dei grandi di questo sport, portando il computo delle proprie vittorie Major a 18, 9 delle quali ottenute a Melbourne.

La terra dei canguri, feudo di Nole? Sì un po’ sì, ma anche l’evidenza che il livello di gioco espresso dal campione serbo è distante da quello proposto dai tennisti più giovani. Una bocciatura? Sì. Di questo è convinto chi ha avuto modo di confrontarsi con Djokovic, raccogliendo anche dei risultati significativi. Ci si riferisce allo scozzese Andy Murray, ex n.1 del mondo, in grado di conquistare due titoli a Wimbledon (2013, 2016) e uno agli US Open (2016), senza dimenticare i due ori olimpici del 2012 e del 2016: “I ragazzi più giovani, secondo me, non hanno dimostrato di essere particolarmente vicini. Mi aspettavo una Finale a Melbourne più combattuta. Ma devo ammettere che c’è una sostanziale differenza tra il disputare un quarto di finale o una semifinale di uno Slam e un atto conclusivo, quando dall’altra parte del campo c’è chi ne ha vinte 17 di partite di questo livello. C’è una sorta di timore“, le parole di Murray alla stampa britannica.

Andy, infatti, ritiene che ci sia una distanza ancora sensibile tra i grandi “titani” e il resto del gruppo: “I tennisti della nuova generazione, che ambiscono a questi traguardi, non giocano allo stesso modo su tutte le superfici e soprattutto nei match decisivi contro i big, questo riduce di molto le loro possibilità di vincere uno Slam“. Un discorso quindi sia mentale che tecnico quello del britannico.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Andy Murray

ultimo aggiornamento: 23-02-2021


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

America’s Cup, Romano Battisti: “Luna Rossa è una famiglia, vogliamo giocarcela fino all’ultimo contro New Zealand”

MotoGP, Carmelo Ezpeleta sulla morte di Fausto Gresini: “Profondamente addolorato, era un ottimo amico”