Seguici su

Sci Alpino

Sci alpino, Pinturault grande favorito in gigante. Lotta aperta per le medaglie e De Aliprandini ci prova

Pubblicato

il

Tutti contro Alexis Pinturault. Si può riassumere così il gigante maschile dei Mondiali di Cortina 2021. Il transalpino si presenta come il principale favorito per la medaglia d’oro, ma la lotta per il podio è veramente apertissima e ci sono molti candidati per le prime tre posizioni. Anche l’Italia prova a sognare, ma servirà la miglior gara della carriera per gli azzurri.

Pinturault ha già vinto un bronzo (superG) ed un argento (combinata) in questo Mondiale e al transalpino manca proprio la medaglia d’oro, che spera di poter conquistare in gigante. Una specialità che lo ha visto grande protagonista, con tre vittorie nelle ultime tre gare disputate, prima con il successo in Alta Badia e poi con la doppietta di Adelboden.

I principali rivali del francese sembrano essere lo svizzero Marco Odermatt ed il croato Filip Zubcic, entrambi vittoriosi in questa stagione a Santa Caterina Valfurva e con altri piazzamenti sul podio. Nella lotta per le medaglie si iscrivono anche lo sloveno Robert Kranjec, lo svizzero Loic Meillard e soprattutto Henrik Kristoffersen, che fa il suo esordio a Cortina.

Una battaglia per il podio veramente aperta e nella quale spera di entrarci anche Luca De Aliprandini. Il nativo di Cles ha dimostrato una buona forma tra parallelo e team event e si è preparato al meglio per questo appuntamento iridato. L’ultimo sesto posto di Adelboden ha dato consapevolezza a Luca di valere le posizioni di vertice, ma servirà fare tutto alla perfezione in entrambe le manche, una cosa che non gli è ancora riuscita in carriera (mai sul podio in Coppa del Mondo).

Serve la gara della vita e lo sanno anche gli altri tre azzurri al via: Giovanni Borsotti, Riccardo Tonetti e Giovanni Franzoni. La qualifica per la seconda manche è un obiettivo minimo, ma soprattutto i gigantisti italiani devono dimostrare coraggio e devo scendere senza paura. Solo così si può ottenere un grande risultato.

Foto LaPresse

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *