F1, dal 2022 nel calendario potremmo assistere all’inversione tra il GP d’Australia di F1 e MotoGP

Sono in arrivo ulteriori novità per quel che riguarda i calendari di MotoGP e F1? A quanto pare, dal 2022, potremmo vedere un cambio di rotta nei Gran Premi d’Australia. I due eventi, che tradizionalmente si trovano agli estremi della stagione, con Melbourne che apre la stagione della Formula Uno nel mese di marzo e Phillip Island che ospita la MotoGP ad ottobre.

Com’è ben noto, le problematiche legate al Covid-19 hanno già costretto Liberty Media a posticipare la gara dell’Albert Park da marzo a novembre, esattamente nel weekend del 21 novembre, un mese dopo la gara di MotoGP. Secondo quanto riportato da motorsport.com, il responsabile dell’AGPC, Andrew Westacott, avrebbe aperto la porta ad una importante modifica sulla tempistica di entrambi gli eventi.

Tra le varie opzioni sul tavolo in vista della stagione 2022, una parlerebbe dell’inversione delle gare. MotoGP, quindi, che passerebbe all’avvio della stagione, mentre la Formula Uno rimarrebbe nel finale. Un modo, inoltre, per mantenere invariata la distanza tra i due GP, importante sia per la gestione dell’evento che per la vendita dei biglietti. Questo nuovo scenario potrebbe soddisfare anche i piloti del Motomondiale, che da tempo spingono per lo spostamento in altro periodo della gara di Phillip Island, dato che, ad ottobre, tra freddo e vento fortissimo, i rischi sono elevati.

“Non posso fare altro che sottolineare che al momento non c’è nulla di definitivo sui calendario 2022 – le parole di Westacott – Ci piace sempre avere la gara di apertura della Formula 1, perché è un pilota importante del calendario dei grandi eventi di Melbourne. Ma, devo anche aggiungere che il cambiamento in atto per quest’anno, con la Formula 1 a novembre, ci dà l’opportunità di guardare a quattro scenari molto distinti tra loro. Uno è portare entrambi gli eventi in uno slot ad inizio stagione, a febbraio o marzo. Un altro è che entrambe le gare abbiano uno slot a fine stagione, a ottobre o novembre. Si può mantenere la tradizione, con la F1 all’inizio e la MotoGP alla fine dell’anno. Oppure il contrario, la MotoGP all’inizio e la F1 alla fine”.

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGP, Gigi Dall’Igna: “Per sviluppare una moto non è ideale provare solamente su un’unica pista”

F1, Toto Wolff: “Non vedo perché la Red Bull non possa lottare per il titolo. La Ferrari deve imparare dai suoi errori”