Sci alpino, i precedenti dell’Italia femminile a Zagabria. Ultimo podio con Manuela Moelgg nel 2011

La Coppa del Mondo di sci alpino femminile 2020-2021, come tradizione degli ultimi anni, riparte dallo slalom di Zagabria. Sulla pista denominata Crveni Spust le sciatrici torneranno a cimentarsi sui pali stretti e, soprattutto, se la vedranno su un pendio davvero spettacolare. Sulle nevi croate l’Italia non ha mai vinto, con un paio di podi all’attivo nei primi anni della comparsa nel calendario di questa gara. Un piazzamento nelle prime tre per le nostre portacolori, dopotutto, manca ormai dal 2011 con Manuela Moelgg, mentre il migliore risultato è stato un secondo posto di Nicole Gius nel 2009. Andiamo, quindi, a ripercorrere con la mente cos’è successo a Zagabria per quel che riguarda la Coppa del Mondo di sci alpino femminile. 

Nell’ultima edizione del 4 gennaio 2020 la vittoria è andata a Petra Vlhova davanti a Mikaela Shiffrin e Katharina Liensberger. Migliore delle italiane Irene Curtoni, tredicesima a 5.51, davanti a Martina Peterlini. Risaliamo al 5 gennaio 2019 con l’ennesimo trionfo di Mikaela Shiffrin davanti a Petra Vlhova e Wendy Holdener. Le azzurre si consolano con la nona posizione di Chiara Costazza a 4.42.

Anche il 3 gennaio 2018 la vittoria andò a Mikaela Shiffrin, che precedette Wendy Holdener e Frida Hansdotter con Irene Curtoni che chiuse in quindicesima posizione a 3.87 dalla vetta. La gara croata tornò in calendario dopo uno stop di 5 anni, dato che l’edizione precedente portava la data del 4 gennaio 2013 e, nemmeno a dirlo, il successo andò all’allora diciottenne Mikaela Shiffrin davanti a Frida Hansdotter ed a Erin Mielzynski. Anche in quella occasione fu Irene Curtoni la migliore delle nostre, con un diciannovesimo posto a 5.07.

Per vedere finalmente una italiana protagonista sulla pista croata bisogna tornare al 3 gennaio 2012. Manuela Moelgg fu quarta nello slalom vinto da Marlies Schild davanti a Tina Maze e Michaela Kirchgasser, con la nostra portacolori che chiuse a 2.74 e, nello specifico, a 47 centesimi dal podio. La stessa Moelgg fu in grado di centrare il terzo posto nella gara del 4 gennaio 2011. Distacco di 1.08 dalla vincitrice, Marlies Schild, mentre al secondo posto chiuse la tedesca Maria Riesch. Un anno prima, Manuela Moelgg concluse la sua gara tra i pali stretti in nona posizione a 2.53 da Sandrine Aubert che vinse a Zagabria davanti a Kathrin Zettel e Susanne Riesch.

Risultato di spicco, invece, il 4 gennaio 2009. Sul pendio croato, infatti, la nostra Nicole Gius fu brillante seconda a soli 44 centesimi da Maria Riesch, mentre al terzo posto si classificò Sarka Zahrobska. Ancora un nono posto, invece, per Manuela Moelgg. L’altoatesina nel 2008 terminò settima a 1.60 dalla vincitrice Tanja Poutiainen, davanti a Marlies Schild e Veronika Zuzulova. Nell’edizione del 2007 fu Chiara Costazza a sfiorare il podio per 17 centesimi, nella prova vinta dalla solida Marlies Schild davanti a Ana Jelusic e Sarka Zahrobska. La prima volta ufficiale di Zagabria fu nel 2005 con il successo di Tanja Poutiainen su Kristina Koznick e Marlies Schild. Per l’Italia quattordicesimo posto di Manuela Moelgg.


Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, Brignone e Bassino si allenano a Santa Caterina. Vinatzer prepara Zagabria

NBA, infortunio Danilo Gallinari: cosa si è fatto e tempi di recupero