Pallanuoto femminile, pagelle Italia-Slovacchia: tutto facile per il Setterosa

Il Setterosa domina con la Slovacchia e si aggiudica il Gruppo A del Preolimpico di Trieste. Le azzurre non stanno a guardare i risultati delle rivali e passeggiano contro la Cenerentola del girone. Andiamo a rivivere l’incontro con le pagelle della squadra tricolore.

PAGELLE SETTEROSA: ITALIA-SLOVACCHIA

Giulia Gorlero, senza voto. 

Chiara Tabani, 6,5: ieri show per il numero 2 azzurro, oggi ovviamente si limita al minimo indispensabile.

Arianna Garibotti, 7: la mano è tornata calda, fondamentale dopo il piccolo infortunio natalizio. Servirà trovare l’atleta del Catania al top verso la sfida decisiva con l’Ungheria.

Silvia Avegno (C), 6: il capitano azzurro non riesce a trovare la via del gol.

Elisa Queirolo, 7,5: dopo la performance difficile nel match di ieri con l’Olanda, l’ex leader della squadra tricolore cambia passo e trova cinque reti per rilanciarsi.

Rosaria Aiello, 7: sblocca il risultato, trova tre reti in quattro tiri. Prestazione più che discreta.

Claudia Marletta, 6,5: molti meno minuti in acqua per lei, che comunque si iscrive al tabellino.

Roberta Bianconi, 7: due tiri, due reti. Fondamentale tornare a segnare: potrebbe essere decisiva sabato.

Sofia Giustini, 7,5: la diciassettenne è davvero indomabile. Un torneo mostruoso il suo fino ad ora: oggi altre quattro reti, oltre a tante giocate da campionessa.

Valeria Palmieri, 8: fino ad ora di gran lunga l’MVP della manifestazione in casa Italia, ma anche in generale. Il centroboa tricolore alza ancora l’asticella, dominando sui due metri.

Izabella Chiappini, 6,5: chiamata poco in causa oggi l’italo-brasiliana, a riposo dopo gli straordinari di ieri. 

Giulia Viacava, 6: purtroppo non riesce a trovare la rete che l’avrebbe iscritta al tabellino.

Fabiana Sparano, 6,5: buona performance per il portiere di riserva delle azzurre, sole quattro reti subite.

CT Paolo Zizza, 7: è lui molto probabilmente a decidere il da farsi. Non sta a guardare i risultati altrui, manda le sue azzurre in acqua senza risparmiarsi e si aggiudica il girone. Sabato sarà decisiva: ma il Setterosa non teme nulla.

Foto LM-LPS/Marco Todaro

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket: Milano non perdona, Olimpia travolgente. Bayern al tappeto, quarta vittoria di fila in Eurolega 2021

Australian Open 2021, Guido Pella: “Il balcone di Djokovic è più grande della mia stanza, trovo strano il silenzio di Nadal e Thiem”