Olimpiadi 2021, chi sarà il portabandiera dell’Italia? Ipotesi coppia mista a Tokyo. Un veterano e una giovanissima?

Le Olimpiadi di Tokyo 2021 sono in programma dal 23 luglio all’8 agosto, in seguito al rinvio di dodici mesi dovuto all’emergenza sanitaria. La pandemia ha stravolto il calendario sportivo internazionale e ha costretto gli atleti ad attendere un anno in più per prendere parte ai Giochi. La situazione attuale non è delle migliori, ma gli organizzatori hanno manifestato ottimismo sul regolare svolgimento della rassegna a cinque cerchi. Ovviamente sarà un evento ben diverso rispetto a quello a cui eravamo abituati, ma sicuramente ci sarà da divertirsi nella capitale del Giappone.

L’Italia spera di poter partecipare sotto la sua bandiera (si attende una decisione del CIO, il rischio di una sanzione è dovuto alla riforma dello sport, ancora in fase di elaborazione), ma chi sarà il portabandiera del Bel Paese? Chi terrà alto il tricolore durante la Cerimonia d’Apertura? Se ne è parlato poco negli ultimi mesi perché l’emergenza sanitaria ha puntato l’attenzione su altro, ma a poco più di sei mesi dall’inizio della kermesse è inevitabile che si inizi a pensare all’atleta che guiderà la nostra delegazione nel Sol Levante. La decisione spetta esclusivamente al Presidente del Coni: attualmente è Giovanni Malagò, ma il 13 maggio si svolgeranno le elezioni a Milano e l’attuale numero 1 dello sport italiano insegue la riconferma sfidando Antonella Bellutti.

Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, sul suo settimanale Sportweek, lo stesso Giovanni Malagò avrebbe avuto una speciale idea in merito: proporre due portabandiera, una coppia uomo-donna formata da un campione storico e da una giovanissima appena qualificata all’evento sportivo più importante del mondo. Al momento non trapelano nomi, anche per il rischio di bruciarli. Bisognerà probabilmente aspettare ancora un po’ di tempo. Nelle ultime due edizioni l’Italia ha avuto due portabandiera donna, ovvero Federica Pellegrini a Rio 2016 e Valentina Vezzali a Londra 2012. Prima di loro c’erano stati tre uomini (Antonio Rossi a Pechino 2008, Jury Chechi ad Atene 2004, Carlton Myers a Sydney 2000).

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Softball, Olimpiadi Tokyo 2021: le possibili convocate dell’Italia. Da non scartare rinforzi… dall’America!

Gerwyn Price vince il Mondiale di freccette! Primo trionfo e montepremi da brividi, sconfitto Gary Anderson