Combinata nordica, Coppa del Mondo Lahti 2021: si vola in Finlandia per una “grande classica”

Nel weekend la Coppa del Mondo di combinata nordica affronterà una delle proprie “Classiche Monumento”. Si gareggerà infatti a Lahti, dove generalmente si fa tappa tra fine febbraio o inizio marzo. Tuttavia, per ragioni logistiche legate al calendario, in questo 2021 l’appuntamento è stato anticipato di oltre un mese rispetto alle abitudini.

La città del Päijät-Häme, posta circa 100 km a nord-est rispetto alla capitale Helsinki, ospita il massimo circuito per la trentacinquesima volta in trentotto anni di vita. Non sorprende, quindi, che sia la località in cui è andato in scena il maggior numero di competizioni individuali di primo livello. Sono ben 52 le gare che hanno avuto valore per la Coppa del Mondo e/o i Mondiali tenutesi a Lahti. Solo Oslo può vantare un numero analogo. Peraltro non va dimenticato come la location finlandese abbia organizzato, nell’arco della sua storia, ben sette edizioni dei Mondiali (1926, 1938, 1958, 1978, 1989, 2001, 2017), record assoluto.
D’altronde da queste parti la tradizione è ormai secolare. Le prove del fine settimana sono inserite all’interno dei cosiddetti Lahti Ski Games, o Salpausselän Kisat, manifestazione nata nel 1923.

Sinora, tra Coppa del Mondo e Mondiali, sono ventotto gli atleti riusciti ad arpionare almeno un successo su queste nevi. Fra di essi spicca indiscutibilmente il tedesco Johannes Rydzek, unico uomo capace di imporsi per ben 5 volte (2011, 2014, doppio oro iridato 2017 e 2018).
Comprendendo il bavarese, sono cinque i combinatisti in attività ad aver già primeggiato a Lahti. Si contano 3 affermazioni per Eric Frenzel (2011, 2014, 2017). Hanno festeggiato in 2 occasioni Fabian Rießle (2016, 2017) e Akito Watabe (2015, 2020). Infine ha conquistato 1 vittoria anche Jørgen Graabak (2019).

Guardando invece ai podi, sono otto gli uomini tuttora in azione a vantare piazzamenti nella top-three nel Päijät-Häme. Questa graduatoria è invece capitanata da Frenzel, spintosi in doppia cifra.
10 – FRENZEL Eric [GER] (3-6-1)
9 – RYDZEK Johannes [GER] (5-1-3)
8 – WATABE Akito [JPN] (2-5-1)
3 – RIEßLE Fabian [GER] (2-0-1)
3 – GRAABAK Jørgen [NOR] (1-1-1)
2 – GEIGER Vinzenz [GER] (0-1-1)
1 – HIRVONEN Eero [FIN] (0-1-0)
1 – SEIDL Mario [AUT] (0-0-1)

Volgendo lo sguardo ai vari movimenti nazionali si evince come da queste parti la Germania sia, senza dubbio alcuno, la potenza egemone. Interessante notare come nonostante l’elevatissimo numero di gare, i Paesi capaci di vincere siano stati solo sei.
57 (20-19-18) – GERMANIA [All-Inclusive]
37 (15-11-11) – NORVEGIA
22 (8-7-7) – FINLANDIA
15 (2-7-6) – AUSTRIA
13 (5-5-3) – GIAPPONE
5 (0-0-5) – FRANCIA
4 (2-0-2) – USA
2 (0-2-0) – URSS
1 (0-1-0) – SVEZIA
Dunque l’Italia non è mai riuscita a salire sul podio in una gara tenutasi a Lahti. I migliori risultati sono due quarti posti ottenuti da Andrea Longo, peraltro in due inverni differenti. Il trentino si piazzò ai piedi del podio sia il 28 febbraio 1992 che il 2 marzo 1996.

Nel weekend andrà in scena anche una team sprint. Trattasi ormai di una tradizione sulle nevi del Päijät-Häme, che ne hanno già ospitate ben 8. La maggioranza dei successi è stata conquistata dalla Germania, impostasi in ben 4 occasioni, compreso l’oro iridato 2017. Segue, con 2 affermazioni, la Norvegia. Hanno invece raccolto 1 singola vittoria Austria e Finlandia.

PROGRAMMA E PALINSESTO TELEVISIVO
(ORARI ITALIANI)

Sabato 23 gennaio
Ore 11.30 – Segmento Salto LH Team Sprint (Diretta Eurosport 2 dalle 11.20)
Ore 15.20 – Segmento Fondo 10 km Team Sprint (Diretta Eurosport 2 dalle 15.10)

Domenica 24 gennaio
Ore 08.30 – Segmento Salto LH Gara Individuale (Diretta Eurosport dalle 8.20)
Ore 13.40 – Segmento Fondo 10 km Gara Individuale (Diretta Eurosport 2 dalle 13.30)

Foto: La Presse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, Vincenzo Nibali deve posticipare il debutto: niente Volta Algarve per lo Squalo

Classifica Coppa del Mondo biathlon femminile 2021: Roeiseland in testa, +6 su Eckhoff. Dorothea Wierer quarta