Australian Open 2021, altri due casi positivi: dubbi sullo Slam?

Non arrivano buone notizie da Melbourne, sede dei prossimi Australian Open 2021 (primo Slam della stagione del tennis). Oggi, le autorità sanitarie hanno comunicato che il numero di casi positivi tra i giocatori sia salito a 10, mentre altre positività annunciate in un primo momento, come riportato da SuperTennis e ripreso dall’Ansa, sono stata considerate come “non infettive” dalle autorità sanitarie.

Pertanto, il contesto è particolarmente critico, ricordando i 72 giocatori in quarantena e impossibilitati ad allenarsi, a differenza di altri. Come è noto, il Major dovrebbe prendere il via l’8 febbraio, ma è chiaro che l’avvicinamento sia tutt’altro che confortante. Le polemiche, infatti, sono all’ordine del giorno per la disparità di trattamento tra le due bolle (quella di Melbourne dove risiede la maggior parte dei tennisti, e quella di Adelaide dove si trovano i top-3 con i loro partner in allenamento e tra questi c’è anche Jannik Sinner).

Il direttore del torneo Craig Tiley ha parlato di situazione non ideale, ma è evidente che l’organizzazione abbia fatto e stia facendo di tutto per garantire che il torneo si possa disputare, tenuto conto della rigidità voluta dall’asset governativo e delle lamentele di alcuni giocatori che hanno parlato di “prigione co wi-fi”.

Foto: Shutterstock.com

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Australian Open 2021

ultimo aggiornamento: 20-01-2021


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dopo la vittoria contro Djokovic, riflettori puntati su Sonego agli Australian Open

Slittino naturale, Patrick Pigneter e Florian Clara: “Diamo ancora filo da torcere ai giovani”