Tennis, Jannik Sinner nel Dream Team dell’Italia di Coppa Davis! Affianca i miti dell’Insalatiera 1976 – OA Sport
Tennis, Jannik Sinner nel Dream Team dell’Italia di Coppa Davis! Affianca i miti dell’Insalatiera 1976

Jannik Sinner si è reso protagonista di una bella stagione, sebbene la pandemia abbia stravolto il calendario e ridotto drasticamente il numero di tornei a disposizione dei tennisti. L’altoatesino ha trionfato nell’ATP 250 di Sofia (suo primo sigillo in carriera nel circuito maggiore) ed è poi riuscito a spingersi fino ai quarti di finale del Roland Garros, dove ha ben figurato contro il fuoriclasse Rafael Nadal.

Il 19enne è entrato di prepotenza nella top-40 del ranking ATP (ha chiuso la stagione al 37mo posto della classifica internazionale) e ora si lancia con grandi ambizioni verso la prossima annata agonistica, forte di un talento cristallino che gli è stato riconosciuto da più parti. Il nostro portacolori si è già guadagnato la chiamata (virtuale) nel Dream Team della Nazionale Italiana per la Coppa Davis.

In questa stagione non si è giocata la competizione a squadre e dunque gli organizzatori si sono divertiti a stilare “una squadra dei sogni” per ogni Nazionale che avrebbe dovuto partecipare alla kermesse. L’Italia è così composta dai grandi miti Adriano Panatta, Corrado Barazzutti, Nicola Pietrangeli (conquistarono davvero l’Insalatiera nel 1976, l’unica nella nostra storia: i primi due in campo, il terzo da capitano non giocatore), da Fabio Fognini (grande trascinatore nell’ultimo decennio) e appunto da Jannik Sinner, che si spera possa essere uno dei punti di forza dell’imminente futuro.

Nella realtà l’Italia sarebbe stata inserita nel girone E con gli USA (il loro Dream Team è composto da Pete Sampras, John McEnroe, Andre Agassi, Bob e Mike Bryan) e con la Colombia (Santiago Giraldo, Alejandro Falla, Daniel Galan e i fuoriclasse del doppio Juan Sebastian Cabal e Robert Farah). Di seguito tutti i Dream Team della Coppa Davis.

I DREAM TEAM DELLA COPPA DAVIS:

Gruppo A:
Spagna: Rafael Nadal, David Ferrer, Carlos Moya, Juan Carlos Ferrero e Feliciano López.
Russia: Marat Safin, Yevgeny Kafelnikov, Nikolay Davidenko, Daniil Medvedev e Mikhail Youzhny.
Ecuador: Nicolas Lapentti, Andres Gomez, Pancho Segura, Miguel Olvera e Ricado Ycaza.
Gruppo B
Canada: Denis Shapovalov, Milos Raonic, Felix Auger-Aliassime, Vasek Pospisil e Daniel Nestor.
Kazakhstan: Mikhail Kukushkin, Alexander Bublik, Andrey Golubev, Aleksandr Nedovyesov e Yuriy Schukin.
Svezia: Stefan Edberg, Bjorn Borg, Mats Wilander, Jonas Bjorkman e Anders Jarryd.
Gruppo C
Francia: Jo-Wilfried Tsonga, Richard Gasquet, Guy Forget, Yannick Noah e Gaël Monfils.
Gran Bretagna: Andy Murray, Tim Henman, Jamie Murray, Fred Perry e Greg Rusedsky.
Repubblica Ceca: Tomas Berdych, Ivan Lendl, Petr Korda, Radek Stepanek e Jan Kodes.
Gruppo D
Croazia: Ivan Ljubicic, Marin Cilic, Goran Ivanisevic, Mario Ancic e Ivan Dodig.
Australia: Lleyton Hewitt, Rod Laver, Pat Rafter, Todd Woodbridge e Mark Woodforde.
Ungheria: Marton Fucsovic, Attila Balasz, Balasz Taroczy, Istvan Gulyas e Laszlo Markovits.
Gruppo E
Italia: Jannik Sinner, Adriano Panatta, Nicola Pietrangeli, Corrado Barazzutti e Fabio Fognini.
USA: Pete Sampras, John McEnroe, Andre Agassi, Mike Bryan e Bob Bryan.
Colombia: Juan Sebastian Cabal e Robert Farah, oltre a Santiago Giraldo, Alejandro Falla e Daniel Galan.
Gruppo F
Serbia: Novak Djokovic, Janko Tipsarevic, Viktor Troicki, Nenad Zimonjic e Ilija Bozoljac.
Germania: Boris Becker, Michael Stich, Tommy Haas, Philipp Kohlschreiber e Patrik Kuhmen.
Austria: Dominic Thiem, Thomas Muster, Jurgen Melzer, Dennis Novak e Alexander Peya.

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci di fondo: Norvegia, Svezia e Finlandia sospendono il loro impegno internazionale. Fis sotto accusa

Cesare Prandelli positivo a Covid-19. L’allenatore della Fiorentina è in isolamento