Sci alpino, la due giorni in Alta Badia. Lo spettacolo della Gran Risa con gli azzurri che sognano il podio

Gran Risa. Bastano queste due parole per presentare il gigante dell’Alta Badia. Quest’anno poi il calendario ha portato una novità, perchè nella giornata di lunedì sulla storica pista dolomitica saranno protagonisti anche gli specialisti dei rapid gates. Una due giorni che comincerà la domenica con il consueto gigante e poi proseguirà nella giornata successiva con lo slalom.

I primi giganti dell’anno hanno mostrato sicuramente un grande equilibrio, con lo svizzero Marco Odermatt che è stato sicuramente il più costante. Tre gare e tre podi, con la netta vittoria nel secondo gigante di Santa Caterina. L’elvetico è sicuramente l’uomo da battere anche domenica e si presenterà al cancelletto di partenza anche come leader della classifica generale.

Sono davvero tanti i candidati alla vittoria. Dallo sloveno Zan Kranjec al croato Filip Zubcic, fino all’americano Tommy Ford o allo svizzero Loic Meillard. In questo lotto spera anche di potersi inserire Luca De Aliprandini, reduce da un sesto posto a Santa Caterina, con il podio sfumato solo per un clamoroso errore nella parte centrale. Il nativo di Cles dovrà trovare continuità tra le due manches per provare a conquistare quel podio che manca all’Italia dal 2016 (terzo Florian Eisath).

Un capitolo a parte lo meritano Alexis Pinturault ed Henrik Kristoffersen. Sulla carta dovrebbero essere gli uomini da battere, ma in tre giganti sono rimasti sempre giù dal podio. Una situazione davvero incredibile ed inaspettata ad inizio stagione, visto che sono i due principali indiziati a lottare per il vertice della classifica generale di Coppa del Mondo.

Kristoffersen, soprattutto, è atteso in quello che è il primo slalom dell’anno. La risalita del norvegese deve partire proprio dai rapid gates. Oltre a Pinturault, il principale rivale per Kristoffersen arriva ancora dalla Francia ed è quel Clement Noel, reduce dalla vittoria nello slalom di Coppa Europa in Val di Fassa.

Una gara che ha visto il secondo posto di Stefano Gross, apparso in grande forma. In casa Italia c’è attesa anche per il rientrante Alex Vinatzer, che ha recuperato dopo l’appendicite. Non mancherà anche il veterano Mafred Moelgg e Simon Maurberger, che puntano ad un buon risultato nella gara italiana.

Foto LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nuoto, Benedetta Pilato senza limiti! Folgore nei 50 rana: record italiano frantumato!

Nuoto, Benedetta Pilato: “Nei 100 della Coppa Brema voglio migliorarmi ancora”