Seguici su

Ciclismo

Ciclocross, Coppa del Mondo 2020-2021: Lucinda Brand trionfa a Namur per il terzo anno consecutivo

Pubblicato

il

Continua il momento magico della neerlandese Lucinda Brand (Telenet Baloise Lions) che conquista per il terzo anno di fila il Citadelcross di Namur, seconda prova di Coppa del Mondo 2020-2021 di ciclocross. Al secondo posto si è piazzata la campionessa degli Stati Uniti Clara Honsinger, una sorpresa solo parziale dato che già in passato si era dimostrata una specialista dei tracciati duri e domenica scorsa aveva sfiorato il podio a Gavere.

Terza piazza per la neerlandese Denise Betsema (Pauwels Sauzen-Bingoal) che ha preceduto la connazionale e campionessa del Mondo Ceylin del Carmen Alvarado (Alpecin-Fenix). La migliore delle azzurre è stata Eva Lechner (Starcasino), la quale ha chiuso decima. Brand, oltretutto, con questo trionfo rinforza la sua leadership nella classifica generale della challenge.

Denise Betsema e la campionessa ungherese Blanka Kata Vas sono partite fortissimo e hanno fatto subito il vuoto alle loro spalle. In un tratto in discesa, a metà della prima tornata, però, Kata Vas è caduta male e Betsema è rimasta in testa da sola. La portacolori della Pauwels, tuttavia, è stata ripresa poco dopo Lucinda Brand.

Le due hanno fatto insieme quasi tutto il secondo giro, ma al termine di questo, in un segmento in salita, Brand si è levata di ruota Betsema. Lucinda ha definitivamente preso il largo tra la terza e la quarta tornata, mentre alle sue spalle è emersa la statunitense Clara Honsinger che ha ripreso prima del Carmen Alvarado, la quale inizialmente le è rimasta a ruota, e, in seguito, anche Betsema.

Con Brand ormai lontanissima, le tre alle sue spalle si sono giocate il podio. Del Carmen Alvarado, superiore alle altre dal punto di vista tecnico, ma inferiore in salita, è stata la prima ad alzare bandiera bianca. Honsinger e Betsema, invece, hanno iniziato insieme l’ultima tornata. Sull’ultimo strappo di giornata, però, la campionessa degli Stati Uniti è riuscita a staccare la neerlandese e, così, ha fatto sua la piazza d’onore.

Foto: Shutterstock

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *