Boxe, Antonhy Joshua sfida Kubrat Pulev pensando già alla riunificazione con Tyson Fury?

Lennox Lewis è stato l’ultimo Campione del Mondo indiscusso dei pesi massimi. Era il 13 novembre 1999 quando il britannico sconfisse lo statunitense Evander Holyfield: alla sua cintura iridata WBC unificò quelle delle sigle WBA e IBF detenute dal rivale, completando l’assemblamento del puzzle della categoria regina (ai tempi la WBO non godeva di grande considerazione, soltanto nella prima metà degli anni 2000 la WBA, la WBC e la IBF l’hanno ufficialmente riconosciuta). Il ribattezzato “The Lion” restò sul trono WBC e IBF fino alla sconfitta contro lo statunitense Hasim Rahman subita il 22 aprile 2001, ma nel frattempo aveva già perso lo scettro della WBA a causa di alcune controversie legali.

Guarda in streaming live Joshua-Pulev su DAZN

Dopo più di venti anni, sembra davvero che l’universo della boxe possa di nuovo avere un Campione del Mondo unico e indiscusso nella categoria di peso più mediatica e di maggiore interesse. Al momento i detentori dei titoli sono due britannici: Anthony Joshua possiede quelle WBA, WBO, IBF, IBO; Tyson Fury quella WBC e anche quella “lineare”. Il rinominato AJ incrocerà il bulgaro Kubrat Pulev sabato 12 dicembre alla SSE Arena di Londra, partendo con tutti i favori del pronostico per difendere quello scettro riconquistato il 7 dicembre 2019 contro il messicano Andy Ruiz Jr. Se Anthony Joshua dovesse vincere, allora è molto probabile che riesca a trovare un accordo col suo connazionale per mettere in scena quello che davvero sarebbe il match più importante degli ultimi due decenni. L’appuntamento potrebbe essere per l’estate del 2021, naturalmente in Gran Bretagna e con laute borse economiche per entrambi i contendenti.

Anthony Joshua, 31enne nativo di Watford, potrebbe combattere contro Pulev già col pensiero del prossimo incontro, ma non dovrà sottovalutare comunque un avversario ostico sul ring dove conquistò l’oro olimpico a Londra 2012 (sconfiggendo Roberto Cammarelle in una finale dal verdetto molto discusso, per usare un eufemismo). L’attuale Campione del Mondo vanta un record di 23-1 e si è impossessato della cintura IBF nel 2016, della WBA nel 2017 e della WBO nel 2018. Sta già assaporando il confronto con Tyson Fury, 32enne nativo di Manchester. Il rinominato Gipsy King, con un record di 30 successi e 1 pareggio, ha conquistato il titolo WBC lo scorso 20 febbraio, quando mandò al tappeto lo statunitense Deontay Wilder. Va precisato che Tyson Fury è stato anche iridato WBA, WBO, IBF, IBO dopo aver avuto la meglio sull’ucraino Wladimir Klitschko il 28 novembre 2015, ma pochi mesi dopo risultò positivo alla cocaina e ritornò in scena soltanto tre anni dopo.

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Anthony Joshua Kubrat Pulev Tyson Fury

ultimo aggiornamento: 11-12-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ginnastica artistica, Angela Andreoli: “Vanessa Ferrari è il mio idolo: ha un talento ineguagliabile”

Calcio femminile, Italia-Israele si gioca il 24 febbraio. Le azzurre conosceranno già i risultati di Portogallo e Finlandia