Seguici su

Precisione

Tiro a volo, FITAV: Luciano Rossi rieletto alla presidenza sino al 2024

Pubblicato

il

Il tiro a volo italiano sceglie ancora una volta la linea della continuità. Nell’Assemblea Nazionale Ordinaria tenutasi oggi in quel dell’hotel Hilton Rome Airport Fiumicino, le componenti della FITAV si sono riunite per eleggere il presidente federale in vista del quadriennio 2021-2024: ecco quali sono stati i risultati elettorali, secondo il comunicato emesso dalla stessa Federazione Italiana Tiro A Volo.

Luciano Rossi (all’ottavo mandato consecutivo, ndr), 67 anni, di Foligno, con il 95,5% è stato rieletto presidente della Fitav per il prossimo quadriennio nell’Assemblea Nazionale Ordinaria svoltasi oggi all’hotel Hilton Rome Airport Fiumicino. Partecipazione rilevante (81,52%) nonostante la pandemia, 363 presenti dei 406 aventi diritti al voto. Votanti 342 Rossi, 5 Maurizio Barca, 2 Stefano Rosi, 1 scheda bianca, 8 nulle.

Positivo il bilancio economico e di attività, superata con volontà e unità la fase 1 dell’emergenza sanitaria, Rossi ha sottolineato che per affrontare il futuro occorre rinnovare gli sforzi, ma si è soffermato soprattutto sulla necessità d’allargare gli orizzonti e far convergere le energie di tutto il mondo del tiro: “Abbiamo dimostrato negli anni – ha dichiarato – credibilità e capacità di vincere battaglie quotidiane e medaglie. Ci aspetta un futuro di sfide epocali che affronteremo come abbiamo sempre fatto come una grande famiglia. Il mio auspicio è di riunire nel prossimo quadriennio le componenti e le federazioni accomunate dall’utilizzo delle armi sportive in una fase costituente per forza difendere aspirazioni e progetti comuni. Nel rispetto di tutti e di tutte le personali aspirazioni”.

[sc name=”banner-article”]

michele.cassano@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FITAV

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *